Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: “ELEMENTARY” – Episodi da 8 a 13 – Finale di serie

Recensione Serie Tv: “ELEMENTARY” – Episodi da 8 a 13 – Finale di serie

Elementary

Mina Dewemport fa di nuovo capolino nella vita dei nostri investigatori, solo che adesso ha un nuovo nome, Cassye Lnu. Dopo aver scontato la sua pena in carcere, a causa della falsa testimonianza, nell’impersonare Mina, una ragazza scomparsa anni prima, Cassye si presenta davanti all’uscio di Sherlock per chiedere il suo aiuto, nel risolvere il caso di omicidio, di una donna a lei cara. Ma la nostra impostora è molto furba e cerca di raggirare ancora i nostri amici, per condurli là, dove vuole lei. Sherlock vede in Cassye, una pietra grezza, una persona dal carattere difficile, ma con una grande intelligenza, capace di riconoscere ogni tipo d’inganno, data la sua propensione per formulare menzogne, una ragazza dal grande talento investigativo. Così cerca di spingerla alla redenzione; riprendere gli studi e ritagliarsi una sua propria identità, sarà solo l’inizio. Joan appare notevolmente preoccupata dalla cosa ed anche il capitano Gregson, non è per niente tranquillo, nonostante siano evidenti, i risultati portati per ora dalla coppia Sherlock-Cassye.

Una scultrice viene uccisa nel suo laboratorio e il suo cane, ex poliziotto, viene rapito. Sherlock e Joan indagano su un cartello della droga, nel quale la donna sembrava coinvolta. Intanto, vengono a galla altre novità sui movimenti ambigui di Odin. A scoprire gli agganci è Joan, che preparata una cartella informativa, la consegna a Sherlock, per aiutare l’NSI nelle sue indagini, o almeno è così che crede lei. Holmes infatti, per proteggere l’incolumità dei suoi amici, aveva scelto di non divulgare il coinvolgimento dell’agente McNally, con la società di Odin. Joan però, che conosce ormai Sherlock come il palmo della sua mano, lo mette con le spalle al muro e lui, non potendo più farne a meno, svela l’inganno, scusandosi con lei e spiegando i motivi del suo agire. Odin tiene tutti sotto il suo controllo, inclusi i nostri eroi. I movimenti di Joan non gli sono sfuggiti, così decide di prendere provvedimenti.

Odin si presenta a casa di Sherlock, mentre lui e Joan stanno lavorando ad un caso, con l’aiuto di un videogioco. Porta con sé dei fascicoli relativi al caso di un certo Conrad. Con questi, consegna ad Holmes anche una proposta: se lui riuscirà a trovare un modo per arginare agli atti di violenza perpetrati da quell’uomo, cambierà il suo parametro di mediazione, dando retta ai loro consigli. Sherlock, cogliendo la notevole occasione, accetta il caso. Nel frattempo, arriva in centrale la notizia di un omicidio particolare. Durante un tour, nel quale venivano illustrati i luoghi in cui erano stati commessi atti di violenza su persone famose, viene trovata morta una modella. Subito i nostri eroi si mettono al lavoro, trattando i due casi in modo binario. Purtroppo, però Sherlock, nonostante tutti i suoi sforzi, non riesce a scongiurare del tutto le psicosi di Conrad, che ucciderà i suoi genitori ed infine se stesso. Odin infuriato, comunicherà ai due che l’esperimento è finito. Lui non cambierà i suoi metodi né ora e né mai.

La web cam lasciata a casa di Conrad, porterà Sherlock a capire di essere finito in trappola. In realtà Odin non aveva mai fornito loro la possibilità di trattare la situazione e Conrad, con la sua famiglia, sono stati in realtà, uccisi da lui.

Sherlock a quel punto, non può fare a meno di chiamare suo padre, Morland, che accorrerà velocemente in suo aiuto. La signora Tseng, convocata da quest’ultimo darà un sostegno non indifferente nella risoluzione della situazione. Così Odin, colpito dall’interno, si vedrà costretto a cedere il passo della sua attività. Ma lo scotto stavolta è alto. Usando le sue capacità, Odin riesce a trovare una moneta di pari valore con la sig.a Tseng, che vedendosi riabilitata nel proprio paese, porta a termine il terribile compito di occuparsi delle sorti di Morland Holmes.

I fatti precipitano e i nostri eroi, si trovano a dover affrontare momenti tragici. Sherlock si rende conto che per sconfiggere questo nemico, dovrà sacrificare tutto quello che ha.

Saranno i suoi amici a trovare le tracce del suo DNA, accanto ad un Odin sconvolto.

Così Sherlock sparisce dalla scena, lasciando Joan da sola. Intanto la sua vita va avanti; riesce finalmente ad adottare uno splendido bambino e le sue capacità continuano a garantirle un notevole successo. Ma cosa ne è stato veramente del nostro amico e cosa riserverà il destino alla nostra Joan?

Amici, il finale di stagione è così coinvolgente che non posso fare a meno di dirvi di vederlo. Non voglio assolutamente levarvi la possibilità di pregustare gli ultimi episodi e quindi, coraggio!!! Tuffatevi a capofitto in questa nuova, incredibile serie dei nostri affezionati detective e ricordatevi che purtroppo sarà anche l’ultima.

Da noi di Romanticamente fantasy, questo è tutto. Spero di avervi donato momenti piacevoli nel parlare delle avventure del nostro Sherlock Holmes e della dottoressa Joan Watson.

A presto fenicette!!!

 

DarkSide

DarkSide
x

Check Also

Baby

Recensione serie TV: “Baby”- Prima Stagione Completa-

Eccoci con l’ennesima serie Netflix! Di base, non ...