Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Chicago PD – 7×06 – “False positive”

Recensione Serie Tv: Chicago PD – 7×06 – “False positive”

chicago pd

Quanto sono uguali Hank e Jay caratterialmente? Sono lontani mille anni luce, ma in questa puntata scopriamo che forse sono più vicini di quanto possa sembrare.

Parto subito con il dire che la puntata è stata bellissima e, questa è una cosa importantissima dato che la scorsa sembrava essere la fotocopia di quelle della stagione precedente.

In questo episodio Jay si trova a intervenire sulla scena di un crimine in cui le vittime sono due poveri bambini di 9 anni, uccisi mentre giocavano con la playstation. Ora, si sa che le uccisioni di bambini uniscono nel raggiungimento della vendetta uomini della malavita e poliziotti, ed è quello che è successo in questa incredibile puntata.

Come vi dicevo poco prima, Jay e tutti gli uomini dell’intelligence iniziano a indagare su chi possa essere il mostro che ha commesso un simile delitto, i poliziotti sono aiutati dal capo del quartiere che dà tempo 2 giorni per trovare il colpevole prima del suo intervento.

Grazie a un macchinario sperimentale, in dotazione alla polizia, viene individuato il presunto colpevole. Jay deciso a fare confessare all’uomo l’uccisione dei due innocenti, lo fa incarcerare e lì succede il finimondo: i detenuti seviziano e uccidono il povero uomo che, per un errore informatico e di algoritmi era stato accusato dalla macchina ingiustamente.

Il capo della polizia, scoperto l’errore causato dalla macchina, che lui aveva voluto assolutamente usare nelle indagini, tenta di scaricare la colpa su Jay, ma non ha fatto i conti con Hank.

Come ho già detto più volte Hank sembra una leonessa che difende i suoi cuccioli quando uno dei suoi viene toccato e Jay in particolare, per cui ha sempre provato stima e apprezzamento; per lui ed Erin aveva accettato di annullare la regola che tra colleghi non si potevano avere relazioni. Jay non ha idea di quanto sia vicino a perdere il posto di lavoro ma, grazie a un compromesso fatto dal suo responsabile con il capo della polizia tutto si risolve.
Hank scoperto il colpevole lo dice al capo della banda, che lo uccide.

Per la comunità l’assassino in realtà è l’uomo ucciso in prigione, solo Jay capisce come sono andate realmente le cose e, quando ne va a parlare al suo sergente, questo lo accoglie come faceva con il suo collega/amico Olinsky e cioè con un bicchiere di brandy.

Jay per una volta accetta e capisce il comportamento del suo capo e direi finalmente, dato che i due saranno sicuramente un’ottima squadra.

Alla prossima!

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento

x

Check Also

Outlander 1

Recensione serie TV: Outlander -1×02- “Il castello di Leoch”

Salve a tutte mie Fenici. Avevamo lasciato la ...