Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie Tv: Chicago Med – S04e13 -“ Ghosts in the Attic”

Recensione serie Tv: Chicago Med – S04e13 -“ Ghosts in the Attic”

Chicago Med – S04e13 -“ Ghosts in the Attic”

Chicago Med - S04e13 -“ Ghosts in the Attic”

progetto grafico a cura di Vita Firenze

 

 

La puntata di questa sera di Chicago Med sembra legata alla fiducia.

Il dottor Choi arriva in ospedale e si trova davanti il gruppo degli infermieri che ride e scherza. L’uomo chiede ad April di essere messo al corrente del divertimento, ma la ragazza lo lascia fuori, rispondendogli che si tratta di una cosa tra di loro che il medico non potrebbe capire.

Dopo poco, lo stesso Choi viene chiamato a soccorrere un uomo di mezza età che sembra avere un problema di pressione alta molto serio. Il medico chiede a uno degli infermieri di somministrare al paziente un farmaco anti pressorio, ma quando l’uomo entra in camera, dopo aver fissato per qualche tempo il paziente, lascia cadere il vassoio degli strumenti e si dà alla fuga.

Choi lo cerca e lo trova in lacrime nel mezzo del gruppo delle infermiere e, dopo poco, l’uomo lascia il servizio per quella giornata. Quando Choi chiede spiegazioni ad April lei risponde che si tratta di cose personali dell’uomo e non è autorizzata a rivelare nulla.

Will e Natalie sono tornati insieme. È chiaro che il medico non ha detto alla fidanzata che ha ancora la pistola che tiene chiusa nel baule dell’auto. Purtroppo però, subito dopo essere entrati, Will viene chiamato dalla guardia di sicurezza dell’ospedale, la sua auto è stata aperta. Natalie trova il laptop del compagno e si congratula per il fatto che nulla è stato rubato ma Will capisce subito invece che la sua pistola è scomparsa! Ovviamente, avendone negato l’esistenza alla donna , è costretto a tacere.

Più tardi, Natalie lo vede parlare con la polizia e alle domande Will risponde vago, lasciando la sua fidanzata in un clima di dubbi e sospetti.

Il dottor Connor viene chiamato in soccorso di un uomo che ha subito un incidente alla guida della suo moto. L’uomo gli rivela di essere sieropositivo, ma il medico non si scompone e risponde che l’ospedale è attrezzato per gestire la situazione. Riceve però un parere negativo per l’intervento di ricostruzione delle costole in quanto il paziente, data la sua sieropositività, potrebbe incorrere in un’infezione.

Allora Connor chiede aiuto ad Ava, con la quale si è lasciato malamente dopo che suo padre ha dichiarato di aver fatto sesso con la donna, cosa che peraltro nega, e lei si rende disponibile.

Natalie si occupa di un giovane uomo malato di tumore all’intestino. L’uomo ha subito un attacco di convulsioni ma non vuole che gli venga fatto nessun esame, vuole semplicemente tornare a casa. Dopo poco, viene raggiunto dalla sua fidanzata che era in procinto di prendere un aereo per seguire una conferenza. Lei, che per la seconda volta ha dovuto rinunciare a partire, è molto preoccupata per le condizioni del compagno.

Choi non capisce cosa stia succedendo. Gli esami e tutto quello che concerne il suo paziente, sembrano essere finiti in coda tra le priorità delle infermiere, che rispondono di avere altro di più importante da fare. Sembra che stiano congiurando per non curare il malato.

Maggie riceve una visita in ospedale. Si tratta di una conoscente, amica di una sua amica, la quale ha fama di essere una persona un po’ gretta e approfittatrice. Quando si lamenta di un forte dolore alla schiena, Maggie sospetta immediatamente che sia arrivata per cercare qualche antidolorifico gratis e chiede alle colleghe di non metterla in priorità.

Choi blocca April e chiede nuovamente spiegazioni sullo strano comportamento di Hank, l’infermiere che è tornato a casa. April, a quel punto, rivela che il paziente di Choi è un pedofilo, Hank è stata una delle sue vittime ma, nonostante l’uomo sia stato denunciato, il giudice ha ritenuto che non ci fossero elementi per un processo e quindi è stato prosciolto.

Choi è combattuto. Non sa a chi credere e tuttavia l’etica professionale gli chiede di curare l’uomo come un qualsiasi altro paziente e accusa April e le altre infermiere di aver volutamente abbandonato l’uomo senza prestargli le cure adeguate. April è molto arrabbiata e nega decisamente!

In ogni caso, fortunatamente, l’uomo sta reagendo bene alle cure somministrate e, se le cose continueranno così, le dimissioni saranno a breve.

Natalie non capisce il suo paziente. La patologia di cui soffre è gravissima eppure l’uomo non vuole fare altri esami, chiede solo della sua fidanzata e di poter tornare a casa. Natalie parla con la donna e scopre che lei non lo ha mai accompagnato alle sedute di chemio. Scopre inoltre che, per la seconda volta, la donna ha perso il lavoro a causa della malattia del compagno. A questo punto comincia a sospettare che le cose non stiano come sembrano e chiede aiuto a Charles per un consulto psichiatrico, temendo che il suo paziente si sia inventato tutto per legare a sé la fidanzata.

Connor opera insieme ad Ava il suo paziente, ma, purtroppo, durante l’intervento Ava fa un movimento inconsulto e si taglia con lo stesso bisturi con il quale il medico stava lavorando sul paziente sieropositivo. Scattano immediatamente le misure di emergenze e ad Ava viene somministrato un farmaco antivirale. La donna viene sospesa dal lavoro e le viene chiesto di seguire una terapia contro l’infezione di AIDS.

Più tardi Connor, che si sente colpevole per quanto è successo, va a trovare Ava a casa ma lei sembra tranquilla anche se riservata. D’altra parte, dopo il trattamento subito dal suo ex fidanzato, ha ben ragione!

Il consulto del dottor Charles non dà chiarimenti, ma dopo poco arriva la cartella medica del malato e appare chiaro che il tumore è in uno stato molto avanzato! Goodwin rimprovera Natalie di non essersi fidata del paziente e la donna tace, sapendo di essere nel torto.

Il paziente del dottor Choi ha un attacco di cuore e muore improvvisamente! Choi non si spiega quanto sia successo. Scopre, inoltre, nel cestino della camera altre fiale della stessa epinefrina somministrata al paziente durante l’attacco. Comincia a sospettare che ci sia qualcosa che non va e chiede alla patologa di prestare attenzione durante l’autopsia. Chiama April in confidenza e le rivela quanto è successo, chiedendole se può spiegare le fiale in più trovate. L’infermiera, arrabbiatissima, capisce che il medico la sta accusando di aver provocato la morte del suo paziente e se ne va infuriata.

Ma l’autopsia rivelerà che la morte è dovuta ad un tumore delle ghiandole surrenali. Choi cerca di scusarsi con April, ma giustamente, lei non le accetta, in quanto le accuse erano veramente gravi!

La conoscente di Maggie, curata da Will, ha una situazione molto più seria di quanto sembrasse. Ha infatti una grave infezione renale che la costringerà purtroppo alla dialisi, in quanto i reni sono troppo danneggiati. Maggie si sente in colpa per aver dubitato della donna.

Finalmente Natalie affronta Will. La donna, per tutto il giorno, è stata condizionata da queste sensazioni di inganno e confusione e accusa Will di non dirle tutta la verità.

Messo alle strette il medico ammette di aver subito il furto della pistola, che aveva detto di aver riconsegnato alla polizia, mentendo alla donna.

Natalie, a quel punto, si sente così ingannata da riconsegnare l’anello di fidanzamento e rompere con il suo compagno. Insomma questo matrimonio non s’aveva da fare!

Alla prossima!

Lostris

x

Check Also

Recensione serie TV: THE GIFTED – PRIMA STAGIONE

Ciao Fenici! Oggi voglio portare all’attenzione una serie ispirata ai celebri personaggi ...