Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Chicago Med – 05×07 – “Who Know What Tomorrow Brings”

Recensione serie TV: Chicago Med – 05×07 – “Who Know What Tomorrow Brings”

Chicago Med

Recensione con spoiler

Ma secondo voi, ce lo saremo tolti veramente dalle scatole Philip, il fidanzato dalla faccia losca di Natalie Manning?
Dunque, la puntata di oggi inizia con il dottor Choi che ha preparato una specialità per April: la frittata! (a sentire la ricetta mi è venuto da piangere 😉 )
Non solo, attaccata al frigo c’è una bella tabella di giorni fecondi; Choi lancia un neanche troppo velato invito a fare sesso, dato che quelli sono i giorni migliori per concepire… e infine, raccomanda a April, l’acido folico. Insomma, la povera ragazza non è ancora incinta, e ha già due palle così!!!
Il povero Will, ancora sconvolto dopo la scenata con Natalie, si trova davanti il caso più strano della sua vita: un ragazzo, molto giovane, pallidissimo, che vomita sangue… ma non è finita! Non appena apre la bocca, ecco spuntare due lunghissimi incisivi: i vampiri sono arrivati a Chicago!Marcel Crockett ha chiesto a Maggie di preparare la jambalaya, un piatto di riso, crostacei e carne tipico della cucina creola (cioè delle ex-colonie francesi degli stati uniti), una specie di paella, probabilmente piccantissima! L’uomo sta cercando, secondo me, di avvicinarsi al gruppo storico del Chicago Med; è arrivato da poco, sostituendo una roccia come Rhodes, e in qualche modo deve riuscire a farsi qualche amicizia. Gli inviti vengono fatti seduta stante e, a parte qualche rara eccezione, vengono accolti con piacere. Una delle poche a lamentarsi è Elsa, la tirocinante bionda che rimane sempre un po’ distante da tutto e tutti, con la scienza come unica risposta. Ed è proprio Elsa ad assistere la dottoressa Manning in un brutto caso: una bimba, giunta in PS, dopo un grave incidente. La piccola ha tolto la cintura di sicurezza e ha sbattuto violentemente il capo; anche la madre viene assistita dalle due; è angosciatissima, ma mentre Natalie fa di tutto per cercare di rassicurarla, la giovane tirocinante rimane di nuovo lontana dall’emotività del momento.
Maggie arriva in ospedale per la chemioterapia. Viene accolta da Cece, la moglie del dottor Charles, che è volontaria al reparto e si occupa di tutti i malati durante la terapia. Di fianco a Maggie si siede un bel tizio, Ben, che comincia a chiacchierare con lei e dopo poco inizia a corteggiarla; per Maggie è una ventata di leggerezza in una situazione terribilmente pesante. Per una donna che sta facendo chemioterapia, un uomo galante che ti fa sentire ancora desiderabile, è un momento di felicità.La paziente del dottor Choi, assistito da April, è una giovane donna, militare di carriera, che si presenta con una brutta infezione sopra l’aggancio dell’avambraccio prostetico, che le è stato inserito dopo la perdita dell’arto. La protesi è di una tecnica avanzatissima: è collegata direttamente alla rete neuronale della donna, che la comanda direttamente dal cervello! Il dottore viene a sapere che la donna è qui per partecipare al matrimonio della sorella, ma si è allontanata dalla base senza avvertire, è un’AWOL , come dicono i militari americani (Absent Without Leave, un’assenza ingiustificata). La paziente chiede al medico, anch’esso parte dell’organizzazione militare, di non avvertire nessuno, in quanto non potrebbe partecipare alla cerimonia, ma Choi, che ha la stessa sensibilità di un riccio di mare, non appena si allontana, chiama immediatamente la base. Ripreso da April, si giustifica dicendo che solo il dottore che ha applicato la protesi può aiutarli a capire come intervenire; in realtà, la sua rigidità, viene fuori ancora una volta.
È giunta al PS la ragazza del giovane vampiro; anch’essa ostenta un curioso e sinistro paio di incisivi veramente rilevanti. Will cerca di convincere il ragazzo a farsi fare degli esami, ma la donna insiste perché venga dimesso immediatamente; però è chiaro che lui è succube della fidanzata, quindi si alza, si riveste e se ne va con lei. Neppure il dottor Charles riesce a fermarli. I due escono in fretta e furia dall’ospedale, ma non prima che la ragazza abbia morso ad una mano il povero psichiatra!Ecco, però, che succede un fatto curioso: colpito dalla luce del sole, il giovane vampiro si accascia come una rispettabile creatura della notte e la sua fidanzata scompare, ma solo dietro l’angolo dell’edificio e non nel nulla come farebbe una vera vampira!
Maggie e il suo collega di disperazione, Ben, stanno passando piacevolmente il tempo della flebo. Lui, maestro elementare, racconta con passione del suo lavoro e Maggie è totalmente affascinata. Non appena si allontana, Cece arriva imponendo a Maggie di chiedergli di uscire e la povera infermiera rimane alquanto imbarazzata!
La bimba vittima dell’incidente ha perso conoscenza e gli esami hanno rivelato un trauma cranico molto serio. Il neurologo, chiamato a consulto, purtroppo non è di aiuto: ci sono troppe micro-emorragie nel cervello della piccola e non può intervenire, bisogna sperare che si riassorbano da sole. La madre è disperata ed Elsa non riesce a darle nessun aiuto; sarà Natalie a confortarla e rimprovererà Elsa, qualche momento dopo, di non essere stata in grado di dare speranza alla giovane madre.
Il vampiro è di nuovo in PS, pieno di vesciche, per essersi esposto ai raggi solari e Will non sa che pesci pigliare. Charles, lo psichiatra, è affascinato dal caso. Il ragazzo pensa di essere davvero un vampiro e denota, inoltre, una totale dipendenza e sottomissione dalla fidanzata, l’unica di cui si fidi. Purtroppo però, come fa giustamente notare il dottor Charles, lei non è qui, accanto a lui, al suo capezzale, ma è scomparsa e più passa il tempo, meno speranza ha il neo vampiro di rivederla.
Maggie e Ben, al termine della terapia, escono insieme dall’ospedale e decidono di passare la giornata insieme. Per la verità, Maggie dovrebbe andare da Marcel per preparare la jumbalaya, ma è chiaro che i pensieri della donna sono molto lontani dalla cucina!
La paziente del dottor Choi va in coma settico, mentre al di fuori della stanza c’è uno squadrone militare, giunto dopo la chiamata di quest’ultimo, per prelevare la ragazza. Quando il medico fa presente che al momento è sotto choc per un’infezione, una delle componenti dello squadrone si limita a dire che le verrà data assistenza alla base militare. Choi obietta che la base è lontana e la paziente non può essere trasportata, ma l’altra ribatte che sta per arrivare in ospedale un elicottero militare. Il dottore può verificare, per la prima volta, quanto sia inutile discutere con una persona rigida e ligia solo al regolamento. April contatta la Goodwin che riesce a mettere in stallo il trasferimento a causa delle gravi condizioni della paziente e richiede un’autorizzazione al trasporto da parte di un giudice.
Finalmente il ragazzo vampiro accetta di farsi le analisi del sangue, dopo aver rinunciato all’idea che la sua fidanzata torni per lui. Come si poteva già supporre, non è veramente un vampiro, ma un povero ragazzo altamente suggestionabile, che si è beccato una bella epatite C dalla fidanzata, grazie allo scambio di sangue. Adesso anche il dottor Charles, che è stato morso ad una mano, deve sottoporsi agli esami di rito, ma il medico, che ha un appuntamento con la moglie in un ristorante rinominato, non è per nulla preoccupato, ma solo alquanto seccato.
Choi riesce a convincere Marcel a operare la giovane militare con la protesi, drenando l’ascesso e permettendo alla ragazza di potersi salvare la vita. Infatti, quando il gruppo dei militari torna in ospedale con l’autorizzazione del giudice, la donna è già sotto i ferri e ai suoi commilitoni non resta che aspettare.
La bimba con multiple emorragie muore sotto gli occhi della madre: purtroppo il trauma era troppo grave. La donna, disperata, si stringe a Elsa in cerca di un conforto umano che la tirocinante non riesce proprio a dare.
Più tardi, Natalie ritrova la ragazza sulla terrazza dell’ospedale, in lacrime. La giovane tirocinante confessa che, per paura di soffrire troppo, ha innalzato un muro dietro al quale nascondere i suoi sentimenti, ma la dottoressa le rivela che saranno proprio i suoi sentimenti a fare di lei un medico migliore!
Ed eccoci, finalmente, a casa del dottor Marcel per la jambalaya. Ma, un momento… dov’è Maggie? La donna arriva in ritardo, portandosi dietro Ben, con due polli acquistati in gastronomia e un gran sorriso. Insomma, niente jambalaya per stasera! Si festeggerà con i quintali di crostacei che Marcel sta friggendo!
Anche questa una puntata tranquilla, con momenti divertenti. Choi è da prendere a schiaffoni ogni tre per due e non so come faccia April a sopportarlo. Mentre la situazione tra Natalie e Will è decisamente in alto mare (lei non gli rivolge neppure la parola), stavolta abbiamo visto un timido avvicinamento tra il medico e la tirocinante Elsa. Qual è il significato? Dobbiamo dimenticarci di Natalie e Will? Spero ardentemente di no!
Alla prossima!

Fulvia Elia

Avatar
x

Check Also

Recensione Serie Tv: The loudest voice 1×01 – 1×02

Hey Fenici! Volete che vi parli di un ...