Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Chicago Fire 6×22 “One for the Ages” – 6×23 ” The Grand Gesture”

Recensione Serie Tv: Chicago Fire 6×22 “One for the Ages” – 6×23 ” The Grand Gesture”

E anche per Chicago Fire è arrivato il finale di stagione con gli ultimi due episodi intitolati One for the Ages e The Grand Gesture che ci racconta Mareli

 

Ed eccoci al finale di stagione, doppio appuntamento per i nostri vigili del fuoco!

Molte delle situazioni che si sono venute a creare durante la stagione sono arrivate al punto di svolta e in questa puntata si risolveranno, in un modo o nell’altro.

Cominciamo dai nostri due pompieri del cuore, Matt e Gabby che si sono buttati a capofitto nel compito di procreare ASAP 😉 Ogni lasciata è persa per Matt, che non perde occasione!

Altra situazione, invece, per Stella e Kelly. La donna è sospettosa e arrabbiata con Renèe, ex-fiamma di Kelly, venuta a Chicago, insieme ad un irresistibile bambino, per curare una causa pro-bono, per la quale ha chiesto a Kelly di essere il perito di parte.

La nostra Renèe, infatti, non perde occasione per passare da Kelly, a volte portandosi dietro anche questo passerottino che conquista immediatamente i cuori di tutti i teneroni della stazione 51! E Stella non riesce a trattenersi con la (quasi) rivale, dichiarandole guerra!

Altra situazione irrisolta è quella tra Sylvie e Joe, l’uomo è ancora innamorato di lei e ne soffre, quindi dietro consiglio di Otis decide, finalmente, di fare chiarezza.

Ma la prima chiamata che arriva mobilita tutta la stazione. All’arrivo si vede un’auto aperta, vuota, davanti ad un albero crollato sulla strada. Tutto sembra abbastanza tranquillo ma si scopre che l’autista ha allertato i soccorsi perché sotto l’albero c’è un ragazzino con il suo skateboard. Raggiungere la vittima sotto i folti rami non è semplice, ma Herrmann non si trattiene e si fionda immediatamente sotto l’albero, alla ricerca del ragazzino.

Finalmente i pompieri riescono a sollevare il peso dell’albero quanto basta perché si possa sfilare da sotto il ragazzo. Poi via, di corsa all’ospedale.

Lì la vittima viene lasciate alle cure dei medici ma Sylvie scopre che l’uomo che si era fermato è un ex-aspirante pompiere che adesso lavora all’ufficio approvvigionamenti dei vigili del fuoco. Quale occasione migliore per proporre lo Slamigan?

Così l’uomo viene invitato da Sylvie alla stazione per una dimostrazione. Lui sembra avere più occhi per Sylvie che per lo Slamigan ma alla fine si dimostra interessato all’invenzione di Cruz.

Grissom ha dichiarato guerra aperta a Boden, a Kelly e a tutta la stazione 51. L’uomo è intenzionato a sostituire il direttore che sta lasciando e Boden, che è stato sponsorizzato dai suoi uomini, tra cui lo stesso Kelly, è il suo nemico #1! Inoltre, nella sua arrogante scalata al potere, minaccia addirittura il povero Kelly, mettendolo in una brutta situazione.

Purtroppo le cose per il nostro Severide peggiorano ancora. Mentre è in attesa di ricevere dei documenti, alla centrale per il caso che sta seguendo come perito, incontra il dimissionario sovrintendente che gli chiede apertamente quale sia la scelta di Kelly come successore per il posto che lui sta lasciando. Che brutta situazione! Diviso tra la lealtà per il suo capo e la gratitudine che deve al vecchio amico di suo padre.

Gabby non vuole farsi crescere l’erba sotto i piedi e decide di fare un controllo in una clinica della fertilità insieme a Matt. Lui non sembra del tutto convinto ma alla fine capitola.
Purtroppo le notizie non sono affatto incoraggianti. A Gabby viene trovato un aneurisma in una delle vene principali dell’utero, una eventuale gravidanza metterebbe a repentaglio addirittura la sua vita! Matt è molto scosso e suggerisce di pensare ad un’adozione ma Gabby è irremovibile, ha sofferto troppo con Louie e quindi non vuole sentirne parlare. La situazione è ad uno stallo.

Dunque, nonostante Grissom, Boden diventa il candidato numero 1, proprio grazie alle parole di Kelly, che ha consigliato il suo capo.

Ma Grissom decide quindi di tirare fuori l’artiglieria pesante e, improvvisamente, Boden viene intervistato dai giornali locali per una somma che gli era stata elargita impropriamente. Chissà come avranno fatto i giornali a sapere della cosa… mah! La situazione si gonfia rapidamente e il povero Boden si vede costretto a fare retromarcia per far cessare le chiacchiere. Grissom, a quanto pare, non ha paura di sporcarsi le mani, ma noi questo già lo sapevamo!

Renèe arriva in stazione terrorizzata. Il bambino e la sua baby-sitter sono introvabili, non rispondono al cellulare e non si sa dove siano. Stella, un po’ irritata, si tira indietro e lascia che Kelly si occupi della cosa. Fortunatamente tutto finisce bene, la baby-sitter si era addormentata insieme al bimbo e il cellulare era sotto carica.

Un altro soccorso di due uomini intrappolati in un cortile di un edificio in fiamme e si torna a quella che è la normalità della stazione 51.

Cruz ha deciso che, dato che si sta arricchendo, grazie alla vendita dello Slamigan (finalmente la trattativa è andata in porto!), vuole fare un grande gesto e prenota una romantica “location” per lui e Sylvie, all’insaputa della donna, dove, ha deciso, le rivelerà i suoi sentimenti. Stella, che viene messa, per caso, al corrente, approva Cruz al 100%!

Nella chiamata successiva, a cui partecipano solo Sylvie e Gabby, un uomo, visibilmente ferito alla testa, apre la porta alle due ragazze. È chiaramente in stato confusionale e mentre Gabby scende a prendere l’attrezzatura il tizio porta Sylvie in un’altra camera. Lì sul letto c’è una donna accoltellata al petto che morirà sotto gli occhi di Sylvie in pochi minuti.
Verrà fuori che il ferito alla testa è un vicino che in un momento di follia ha accoltellato la donna. Sylvie è profondamente colpita e addolorata.

Tra Matt e Gabby le cose sono ormai molto tese. L’uomo, senza avvertire la moglie, ha visitato un centro di adozione e quando Gabby lo viene a scoprire si arrabbia moltissimo, in parte perché gli aveva già detto di essere contraria all’idea e in parte perché Matt ha fatto tutto da solo.

Purtroppo, a causa del dolore di Sylvie e del nervosismo di Gabby, la chiamata successiva, un banale soccorso ad un ciclista, scatena una terribile scena tra le due. Sylvie contesta a Gabby il modo in cui è stata trattata e le chiede di ripensare alla decisione di lavorare insieme. La stessa Gabby ha dei dubbi. È stata contattata da un suo precedente superiore che le ha chiesto se vuole partecipare ad una missione di soccorso in Porto Rico e lei ha risposto di no, ma le sue discussioni con Matt e Sylvie le stanno facendo avere dei ripensamenti.

Al processo preliminare Kelly fa un figurone! Con la sua divisa ufficiale, piena di stellette, dichiara con onestà e professionalità che l’accusato si è reso colpevole di aver omesso le procedure di sicurezza ed essere quindi responsabile di quanto è successo. Alla fine la difesa sarà costretta a chiedere di transare e sistemare così la faccenda.

OK è ufficiale, Grissom è il candidato numero 1 della corsa al posto di direttore! Dopo che Boden ha accettato di farsi da parte, a causa delle chiacchiere messe in giro dallo stesso Boden, Grissom sembra essere il fortunato. Ma il direttore dichiara che si baserà solo sui numeri e sceglierà colui la cui stazione ha il miglior rendimento, sia in fatto di missioni che di gestione della stessa stazione.

E sembra proprio che Grissom sia il fortunato anche in questo senso, nessuno ha numeri migliori di lui. Ma Otis scopre, facendo qualche verifica che, a quanto pare, i numeri dati da Grissom non siano proprio veritieri. Sembra, anzi, che l’uomo li abbia manomessi per farli apparire migliori ma quelli veri, che Otis riesce a scoprire tramite una ricerca informatica (quest’uomo è un vero nerd!), siano molto peggio!!!!

Grissom ha consegnato dei dati alterati per vincere la corsa!

I tre moschettieri si precipitano da Boden con i dati in mano! Adesso sì che le cose stanno per cambiare! Purtroppo la nomina è già stata effettuata. Grissom ha vinto.

Cruz vede i suoi sogni frantumarsi quando una Sylvie in lacrime, ancora scossa da quanto è successo, gli rivela che per lei la sua amicizia è importantissima. E niente, non si esce dalla Friendzone 😉

E Gabby, dopo un’ennesima scena con Matt, decide di contattare il suo ex-capo, dandogli la disponibilità per la missione di soccorso in Porto Rico!

Niente cliffhanger in questo finale di stagione. In realtà, a parte il conflitto tra Grissom e Boden, non ci sono particolari situazioni. Certo, bisognerà capire se dietro alla richiesta di Gabby di andare a Porto Rico, ci sia un abbandono da parte dell’attrice, per il resto non ci sono sorprese.

Buona estate a tutti!
Ci si vede alla prossima stagione!

Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni:

Serie TV: CHICAGO FIRE – Lista episodi e recensioni

 

Recensione a cura di:

 

Editing a cura di:

 

 

Snow White

x

Check Also

Under the surface

Recensione Serie Tv: Station 19 – 2×02 – “Under the surface”

La nostra Barbie Klaus ha guardato Station 19 e ci rende partecipi ...

error: Contenuti di proprietà di RFS