Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Chicago Fire – 07×06 – “All the Proof”

Recensione serie TV: Chicago Fire – 07×06 – “All the Proof”

Chicago Fire Stagione 7 episodio 4

Progetto grafico a cura di Vita Firenze

 

Quando penso che Chicago Fire non possa più sorprendermi, ecco accadere l’inaspettato!

Dunque, ci eravamo lasciati con una situazione un po’ pesante alla stazione 51. Gorsch, assetato di potere, sta rendendo la vita difficile a Boden e a tutte le squadre sotto di lui.
E, per la disperazione, Kelly è andato a chiedere al padre, ancora ottimo amico di Grissom, di intercedere per loro.

L’inizio della puntata ci dice come saranno le cose d’ora in poi. Invece di Boden che arringa la squadra, ecco il nostro impavido Gorsch, il quale ha una interlocutoria pessima e lo stesso appeal del purèe. Nel bel mezzo del suo inconcludente discorso, viene interrotto dal cappellano dei vigili del fuoco, il quale è in visita per avvertire del suo ritiro (35 anni e se ne può andare in pensione, beato lui!) e presentare il nuovo cappellano.

Gorsch ha intimato a Boden di fare un passo indietro, in quanto d’ora in poi sarà lui a gestire la stazione e le operazioni di soccorso nelle quali saranno chiamati.
E infatti, dopo pochi minuti, ecco la prima prova. Le squadre vengono chiamate per un malessere generale in un hotel, che sta provocando problemi di respirazione.

Quando Matt e Kelly entrano insieme al resto della squadra, la situazione è veramente grave. I corridoi e le camere sono intrise di una esalazione acida e corrosiva, di cui si trova, purtroppo, quasi subito la causa. Una coppia ha deciso di suicidarsi con una mistura di acidi sciolti nella vasca di bagno. I due sono riusciti nel loro intento, ma purtroppo hanno messo a rischio l’intera popolazione dell’hotel, in quanto i fumi, si sono propagati attraverso i condotti dell’aria e hanno invaso tutti i piani.

Herrmann viene interrotto, mentre sta cercando di evacuare l’albergo, da una coppia, una madre e una figlia che parlano in tono concitato, ma purtroppo in spagnolo e quindi l’uomo non capisce una cippa. Fortunatamente Cruz sta passando da lì e, parlando bene spagnolo, capisce che c’è un bambino disperso e si lancia insieme agli altri alla sua ricerca.

Matt fa avvertire Gorsch che devono chiamare la squadra per i danni ambientali, ma Gorsch non recepisce la direttiva fino a quando qualcuno non gli fa notare che tocca a lui chiamare! E non solo, i suoi comandi, inutili, non vengono proprio ascoltati in quanto le squadre sanno da sole come gestire l’emergenza. L’unico pesce fuor d’acqua è proprio lui!
Dopo poco il bambino viene fortunatamente ritrovato ancora vivo, benché inconscio, e Sylvie ed Emily si affrettano a portarlo in ospedale.

Al ritorno alla stazione, molti dei partecipanti all’azione di soccorso si lamentano con Boden di Gorsch che non ha proprio la stoffa per quel genere di lavoro (abbiamo capito che questo tizio può essere solo un ratto!). Ma la spocchia di Gorsch non ha eguali! Ha addirittura il coraggio di lamentarsi con Boden, dichiarando che farà diversi rapporti di disciplina!

Il cappellano è rimasto alla stazione in attesa del sostituto. Ed eccolo arrivare in tutta la sua gloria! Niente male, Emily lo riconosce e lo saluta e Sylvie rimane leggermente senza fiato davanti all’uomo!

Cruz è un uomo con una missione! Conscio del fatto che se non ci fosse stato lui, che conosce lo spagnolo, ad ascoltare la madre del bambino, la situazione avrebbe potuto degenerare, decide di insegnare al resto del squadra, un minimo di rudimenti della lingua, parlata da un terzo della popolazione di Chicago! I suoi suggerimenti però fanno inalberare i suoi compagni fino a quando a Stella non viene un’idea 😉

La bella giornalista che è stata aiutata da Matt nel caso dei camper che prendevano fuoco è tornata alla carica. Chiede al tenente di poter rivedere con lui qualche altro caso e Matt le consegna i rapporti di altri incidenti, riguardando con lei tutta la documentazione. Alla fine la donna va via portandosi dietro un po’ di dossier e, come ultima cosa, invita Matt a cena! Professionalmente parlando, si intende 😉

La giornata di Halloween (in questo gli sceneggiatori sono stati puntali, in quanto l’episodio è andato in onda il 31/10) è ricca di spunti. Per esempio, Sylvie (che odia Halloween, secondo sua stessa ammissione) ed Emily vengono chiamate per un soccorso, ma da soccorrere c’è solo un fantoccio tagliato a metà sotto la porta di un box e spruzzato di un liquido rosso tipo sangue. Le due donne stanno per abbandonare la zona quando una donna disperata le chiama. La figlia, una bimba di 5-6 anni, vestita da ballerina, è sdraiata sul divano, semi cosciente. Sylvie individua il problema, la bambina è sotto l’effetto di stupefacenti e dopo poco il padre esce dalla cucina, dichiarando che la figlia si è mangiata metà delle sue pasticche, pensando che fossero caramelle!

Ed ecco l’idea di Stella per far sì che la squadra impari lo spagnolo. Alla tv, appare una specie di telenovela, in spagnolo, la cui protagonista, che abbonda di curve che mette in mostra alla prima scena, facendo si che tutti gli uomini rimangono soggiogati! Potere delle tette, ahahahahah!
Nelle scene successive infatti, varie discussioni si intrecciano sui destini dei personaggi della telenovela che ha conquistato tutti. Missione compiuta!

La cena con la giornalista è molto divertente e Matt è sicuramente affascinato dalla donna, che oltre ad essere bella, è anche preparata e determinata. All’uscita dal ristorante la ragazza si avvicina a Matt per un bacio e l’uomo si discosta. Lei capisce che lui è legato ancora sentimentalmente a qualcuno e lo saluta amichevolmente. Ma non credo che la cosa finisca qui.

Alla stazione arriva una brutta notizia. Il padre di Kelly è stato ricoverato per un infarto. Severide corre all’ospedale e al suo arrivo, purtroppo, non c’è più nulla da fare. Suo padre è già morto.

Boden libera dagli impegni il resto della squadra per mandarli da Kelly in ospedale, rimanendo indietro per attendere i sostituti. Quando tutti gli uomini sono usciti Gorsch rivela a Boden che Grissom lo ha richiamato nei suoi uffici, chiedendogli di liberare la stazione 51 della sua presenza! Alleluia!!!!!

Tutta la squadra si stringe intorno a Kelly che è annichilito dal dolore, nonostante non avesse un buon rapporto con il padre, l’accaduto lo ha lasciato senza fiato!

Più tardi, quando è nella cappella, cercando di farsi una ragione di quanto è successo, Boden lo avvicina, dicendogli che suo padre è riuscito nel suo intento, ha accolto la preghiera del figlio e ha chiesto a Grissom di togliere Gorsch, cosa che è già avvenuta!

Una puntata che ha aperto la stagione a novità. Matt e la giornalista, Sylvie e il nuovo cappellano, stanno per succedere delle cose. E con Gorsch fuori dai piedi immagino che la situazione migliorerà. Ma davvero Grissom ha mollato la preda?

Alla prossima!

baby.ladykira

Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

Bright and High Circle

Recensione Serie Tv: The Romanoff 1×05 “Bright and High Circle”

  Salve Romanovs! Eccomi qui per recensire la quinta puntata di questa ...