Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Britannia S1xE03

Recensione Serie Tv: Britannia S1xE03

 

 

Nel precedente episodio avevamo lasciato il generale tra le braccia di Veran e le sue visioni confuse e sconclusionate, che non vengono mostrate se non a sprazzi e non sono affatto capibili.

Aulo Plauzio si sveglia in una radura, sulle sponde di un fiume, mentre due druidi lo osservano, uno di questi lo definisce pieno di luce, mentre l’altro, Veran appunto, lo chiama il suo bambino. Per voi è chiaro? Per me no!

Divis, che intanto è riuscito a scrollarsi di dosso Cait mandandola lontano dai romani, trova l’accampamento della scorta del generale e, addormenta i due legionari con i suoi poteri, gli ruba la colazione e li aspetta, finché una volta risvegliati non lo catturano.

Uno dei due vorrebbe ucciderlo, mentre l’altro vorrebbe portarlo all’accampamento; si rimettono agli dei lanciando una moneta, testa per la vita e croce per la morte. Dopo una trentina di tentativi in cui esce solo testa, con il totale disappunto delle due guardie, se lo portano dietro.

Cait, convinta con l’inganno da Divis a prendere una strada sbagliata pensando di andare all’accampamento dei Romani a liberare il padre, si addentra troppo nel bosco e viene attaccata dai lupi.

Correndo per cercare di mettersi in salvo, finisce dentro una trappola scavata nella terra, trafiggendosi la gamba con una lancia. Inizialmente questo personaggio, che non faceva che piagnucolare, non mi piaceva per niente, ma adesso dopo aver tirato fuori gli artigli e aver usato una lama per cauterizzare la propria ferita, comincia a piacermi di più. Purtroppo la piccola, raggiunto l’accampamento romano, vede il padre torturato e accecato come punizione per aver risposto male a Lucio.

I due romani catturati a seguito dell’imboscata tesa dai Cantiaci vengono torturati per ottenere da loro delle informazioni; uno si fa uccidere dall’amico temendo di non avere la forza di stare zitto, mentre l’altro si rifiuta di dire una sola parola, salvo rivelare al Re la visita della figlia Kerra, che era andata all’accampamento dei Romani per perorare la vita degli uomini del villaggio assaltato.

Il re non ne è contento e decide di consegnare la figlia ai druidi, lavandosene le mani. La ragazza finisce in prigione con Ania, la nipote di Antedia regina dei Regnensi, la quale si crede la reincarnazione terrena di Brenna, dea della guerra e dei sogni, di cui una profezia la vede madre dei figli di Phelan. Povera cretina!

Divis droga e ipnotizza i suoi due carcerieri usando una pietra nera ben levigata, che Cait, giunta al momento propizio, gli ruba e ingoia promettendo di restituirla se l’aiuterà a farla entrare nell’accampamento per salvare il padre.

Il reietto frustrato accetta e, con l’aiuto delle guardie drogate scatena una ribellione tra i legionari, che stufi di maledizioni e cose strane vogliono tornare a casa.

Cait trova e libera il padre, allontanandosi con lui nel bosco. Il generale, che intanto era tornato, cerca di sedare la rivolta e ci riesce usando la sua ottima dialettica e, forse, qualche nuova arma persuasiva druidica.

Divis, che stava cercando di avvicinarsi abbastanza per ucciderlo, si accorge di questo nuovo potere e spaventato se ne va. Aulo Plauzio, al sicuro nella sua tenda, invoca un nome e dice queste esatte parole:“potente Lokka, noi stiamo sorgendo”.

Chi diamine è Lokka? Cosa succederà a Kerra? Chiameranno un qualche specialista in psichiatria per Ania? Le cose cominciano a farsi sempre più interessanti in questa serie tv. Non vedo l’ora di scoprire cosa faranno i druidi alla povera principessa.

 

Recensione a cura di:

 

Editing a cura di:

 

 

 

Snow White

x

Check Also

Recensione Serie Tv : “A Discovery of Witches” Stagione 1 Episodio 1

La nostra Danny ci racconta il primo episodio di questa nuova serie ...

error: Contenuti di proprietà di RFS