Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Britannia 1×05

Recensione Serie TV: Britannia 1×05

Mentre il precedente episodio era pieno di azione questo è stato un po’ flemmatico, ma non noioso, solo riflessivo. C’è stata finalmente una scena di sesso visibile, in realtà era più un’orgia e neanche tanto interessante, anzi direi abbastanza vomitevole ma intanto c’è stata.

Innanzitutto il cadavere del re viene preparato per il mondo dei morti: privato di occhi, sostituiti con pietre, con al posto delle ossa rami di quercia e … ok basta, la scena mi stava facendo diventare la faccia verde pisello quindi evito di ripensarci. Vi piacciono le scene truculente? Bene, guardatevi l’episodio.

Kerra deve decidere entro il tramonto se accettare il trono, pena la morte. Non è tanto convinta, soprattutto perché ha paura che siano stati i romani a chiedere a Veran di nominarla regina e poi non vuole ferire l’orgoglio del fratello. Ma una discussione con il capo dei Druidi la fa capitolare accettando la corona. Vi riporto il discorso, che merita.

Veran: i Romani sono demoni, sono i soldati del grande demone terrestre Lokka, giungono travestiti con la scusa di portare protezione e abbondanza, ma in realtà portano solo caos e distruzione. Il generale è venuto da me e l’ho ascoltato, credeva che tu saresti stata più saggia, mi ha chiesto di sacrificare tuo padre e metterti al suo posto.

Kerra: ed è esattamente ciò che hai fatto.

Veran: vero. Ma non è per questo che tuo padre è morto. Lokka crede che i druidi abbiano agito così per favorire il loro umano, ma Lokka si sbaglia, gli dei non hanno scelto te per questa ragione. Gli dei non possono essere comprati, ti hanno scelta perché sanno che sei abbastanza forte per sconfiggere Lokka e per riuscirci devi essere pronta a sacrificare te e ogni cosa.

Bene, tutto chiaro? Ve l’ho riportato apposta, così che non debba fingere di averci capito qualcosa. Il discorso sui demoni non è finito qua. Divis raggiunge il villaggio dei druidi scoprendo che sono tutti dai Cantiaci, riesce a parlare con un vecchio, un vecchio amico molto inquietante, Quane, che per ovvie ragioni è rimasto a casa. Divis gli racconta di essere sicuro della presenza di Lokka tra i Romani e di dover avvisare Veran. Ma ecco la risposta di Quane.

Quane: Se Lokka è qui Veran lo sa già. Veran è venuto al mondo più di 10.000 anni fa, lui è il secondo uomo. Suo fratello, Harka, era il primo. Nacquero da una Quercia secolare che li proteggeva. Si arrampicavano in cima all’albero e parlavano delle meraviglie del mondo. Poi un giorno Veran tornò a casa e trovò Harka impiccato alla Quarcia. Veran pianse. Capì allora che Harka non era abbastanza forte per le meraviglie, poi vide che la corda si muoveva e allora capì che era viva. Era un serpente mandato da Lokka stesso e il nome del serpente era Pwykka. Veran ti ha insegnato tutto quello che sapeva, eri il suo allievo prediletto però tu lo hai tradito.

Divis: non è vero, sono stato ingannato da Pwykka.

Quane: se Lokka è qui Pwykka non può essere troppo lontano e l’Era delle Meraviglie è giunta alla fine.

Spero di capirci qualcosa di più nei prossimi episodi, comunque sia speravo non ci fossero tutti questi demoni in questa serie, mi aspettavo qualcosa di più storico. Pazienza! Ah, vi dovevo parlare della scena di sesso. Amena dopo un brevissimo interludio con il primo marito, che dura al massimo 15 secondi (sospetto che abbia un pene piuttosto minuscolo), e rifiutata dal secondo marito, Lindon, disperata si getta nel mezzo di un’orgia di druidi fatti e strafatti ricoperti di una sostanza che sembra gesso. Poveraccia, ci credo che è una stronza, con una vita simile cerchi il piacere dove puoi, anche se certe battutacce se le potrebbe risparmiare, come la presunta tresca tra fratelli. Mica siamo in casa Lannister. Lindon, che come avevamo capito è innamorato di Kerra, viene respinto perché non si può offendere la volontà degli dei. In verità Kerra è solo turbata dalle parole di Veran. Phelan, ferito nell’orgoglio e sentendosi tradito anche dalla sorella che crede in combutta con i Romani, scappa con la principessa dei Regnensi che tenevano prigioniera, quella che si credeva la reincarnazione di una dea. Ma a questo punto tutto è possibile.

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

 

 

Gaia

x

Check Also

La roue de la fortune

Recensione Serie Tv: Versailles S3xE06 La roue de la fortune

Danny ci parla del nuovo episodio di Versailles La roue de la ...

error: Contenuti di proprietà di RFS