Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: BLOOM 1×01 – 1×02 – 1×03 – 1×04

Recensione Serie Tv: BLOOM 1×01 – 1×02 – 1×03 – 1×04

BLOOM 1x01 – 1x02 – 1x03 - 1x04

Progetto grafico a cura di AstreaLux

Salve fenici!

La serie di cui sto per parlarvi è prodotta dalla Sony Pictures Television, il cui tema è quello di avere una seconda possibilità e non solo.

Da dove ha inizio la trama? 

Un anno dopo la devastante alluvione nella tranquilla cittadina di Mullens, spunta una pianta dall’aspetto insolito, laddove alcuni hanno perso la vita. La pianta si rivela essere una cura momentanea per la gioventù. Chi prima, chi dopo, molti abitanti scoprono il suo effetto e più passa il tempo, più bramano gli effetti magici della pianta. Intanto tra scomparse e rinascite, la quieta della cittadina viene smossa. 

Quanti di voi ci pensano a come sarebbe tornare indietro nel tempo, in un corpo giovane, e avere l’occasione di cambiare le vostre scelte che, durante la vita precedente, non vi sono piaciuti? 

Ebbene sì Bloom, nel suo modo fortemente rozzo ci riesce, portando in scena episodi che, al di là del velo opaco che rovina la vista, mostra qualcosa di interessante.

La protagonista è Gwen Reed interpretata dall’attrice australiana, candidata al premio oscar nel 2010 e nel 2012, Jacki Weaver nella versione anziana; e dall’attrice Phoebe Tonkin nella versione giovanile.

Devo confessarvi che, a primo impatto, la serie è veramente da pelle d’oca e nel senso più negativo possibile. Dopo vari tentativi nel mostrare, da parte mia, una mente aperta a tutto – anche perché la storia è intrigante – finalmente sono riuscita a guardare i primi quattro episodi. 

Trovo molto difficile seguire la trama perché vengono affrontate troppe cose insieme, e le capacità attoriali non sono grandiose, eccetto per alcune come Jacki Weaver, semplicemente divina, mentre Phoebe Tonkin non regge il confronto e pecca. 

In questi primi episodi si conoscono alcuni personaggi con altrettante storie, passate e presenti, diverse: 

– Gwen Reed è un’anziana donna, ex attrice non decollata, che combatte contro l’Alzheimer e i suoi dolorosi effetti. Grazie al marito Ray, che accidentalmente scopre gli effetti della pianta, capisce di avere una seconda possibilità di ottenere una famiglia e non solo.

– Sam sfrutta il potere della pianta da un po’.  La sua vita si incrocia con quella di Tina, giovane panettiere della cittadina con cui gode di incontri di passione e, con Isaac un giovane ragazzo con un quoziente intellettivo superiore che ha perso la madre durante l’alluvione.

L’utilizzo di questa pianta è simile a quello di una droga. I giovani cittadini bramano gioventù e sesso. Ma aldilà di quello che può sembrare un tema abbastanza ripetitivo e inutile, reso noioso dall’eccessivo rallentamento della storia, devo anche ammettere che il collegamento tra la seconda possibilità e il rimpianto è un’ottima soluzione.

Inoltre, sarà interessante capire il motivo per cui la pianta non dona la gioventù a tutti e altro ancora che non voglio svelarvi.

In sintesi, la serie non è da buttare dati i temi e la storia avvincente ma, in quanto a rappresentazione deve, davvero, apportare migliorie.

 

Snow White

Avatar
x

Check Also

Star City 2040

Recensione Serie Tv: Arrow – 7×16 – “Star City 2040”

Bentornati amanti di Arrow. Episodio trasmesso dalla CW il 18/3/2019. Questo episodio ...