Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Black Lighting 1×5: E il diavolo portò la peste. Il Libro della Green Light

Recensione Serie Tv: Black Lighting 1×5: E il diavolo portò la peste. Il Libro della Green Light

 

Dove eravamo rimasti?

Ah sì, alla ricerca di Jefferson per capire come si stesse diffondendo la droga Green Light all’interno della sua scuola, con effetti davvero spiacevoli.

Dunque, questa volta il nostro intrepido preside decide di fare sul serio, ricorrendo alle ronde stile ‘vigilantes’ sui tetti della cittadina di Freeland per capire come mai tutti i ragazzi siano tentati da questa nuova sostanza che altera non solo la percezione, ma anche la forza fisica.

Per aiutarlo nella sua impresa, Gambi modifica la sua tuta con dei propulsori per permettergli di spostarsi sia in salto che in volo.

Una cosa davvero pazzesca! E lo pensa pure  il nostro eroe, che la prova durante la notte, saltellando da un tetto all’altro.

In questo modo si imbatte in un ragazzo palesemente stravolto che sta per essere arrestato da un paio di poliziotti che, non riuscendo a fermarlo fisicamente, ricorrono alle armi.

Black Lightning interviene, bloccando i proiettili e producendo una forte scossa che mette al tappeto il giovane drogato, consegnandolo alle forze dell’ordine e raccomandando loro di non ricorrere così facilmente alle armi, ma di munirsi di teaser per poterli usare in questi casi. Mentre torna alla base, viene colpito da un potentissimo mal di testa che lo destabilizza, ma sembra essere una cosa passeggera e lo ignora. Ahi! Mai sottovalutare tali segnali!

Nel frattempo Tobias fa una visita inaspettata a Gambi, intimandogli di rivelargli l’identità dell’eroe cittadino, ma l’uomo, pur avendo contatti con l’NSA, finge di non saperne nulla e lo minaccia con una pistola, dicendogli di lasciare il suo negozio, perché sta rompendo il patto stipulato tempo fa, di non avere più rapporti.

Anche Jefferson arriva da Gambi, e gli chiede di scoprire come mai la droga si stia diffondendo così rapidamente, visto che ha scoperto un magazzino in cui sono stipate le sostanze per sintetizzarle e che gli è stato fatto il nome di Joey Toledo.

Nel frattempo, sulla pista di pattinaggio Jennifer è presa di mira da due ragazze che l’accusano di essere la ‘cocca del preside’ ed è per quello che ha avuto vita facile sulla pista di atletica. La ragazza le ignora, ma una delle due l’aggredisce e lei reagisce bloccandola a terra e rompendole un polso. Accompagnata da sue parenti, va a casa dei genitori dove una Lynn piuttosto preoccupata, chiede a Jefferson di punire la ragazza, promettendo alle rimostranti di prendersi tutta la responsabilità di spese mediche per le cure.

Impressionato, l’uomo chiede chiarimenti alla figlia, che è furiosa per essere punita solo perché si è difesa, ma Lynn non ammette la violenza.

Sapere che la figlia ha affrontato da sola due bullette e averle battute, fa sorridere d’orgoglio il preside.

Intanto Tori, sorella di Tobias, affronta vecchi demoni con il ricordo del padre e chiede al fratello di chiudere finalmente i conti. Eldridge, infatti, non ha mai accettato di avere un figlio albino, l’ha maltrattato per tutta la sua vita, picchiando anche la sorellina. Rintracciatolo, Tobias con un finto abbraccio, gli spezza la schiena e lo abbandona sul pavimento a morire.

Intanto Anyssa sta indagando sulla vita del nonno, coraggioso giornalista, che ha perso la vita per difendere le sue idee. Scopre, attraverso un reticente collega dell’uomo, che Alvin Pierce si era imbattuto in un caso di nove bambini con poteri, scomparsi misteriosamente. Per non fargli pubblicare la storia, venne assassinato dallo stesso Tobias. Le viene consegnata una scatola che contiene articoli e la chiave di un magazzino che contiene tutto il materiale raccolto dall’uomo su cui la ragazza inizia a fare ricerche, per capire quale sia il filo conduttore tra questo episodio e i suoi poteri.

Nel frattempo si reca in un negozio di costumi per poter creare la sue ‘mise’ da super-eroina.

Intanto Black Lightning contatta l’ispettore Henderson, gli fornisce un telefono con il suo numero preimpostato per essere contattato nel caso voglia una mano. Il poliziotto rintraccia Joey Toledo e gli fornisce l’indirizzo a cui trovarlo.

Mentre lo affronta, il nostro eroe viene colpito da uno dei suoi mal di testa, accasciandosi al suolo. Lo spacciatore scappa, minacciandolo che  Tobias lo ucciderà senza pietà.

In lontananza le sirene si avvicinano.

Riuscirà Black Lightning a mantenere il suo segreto?

Lo sapremo alla prossima puntata.

Buona visione!

 

Recensione a cura di:

 

Editing a cura di:

 

 

Snow White

x

Check Also

The 100 episodi 5x08 e 5x09

Recensione Serie Tv: THE 100 – 5X08 “HOW WE GET TO PEACE” E 5X09 “SIC SEMPER TYRANNIS”

La nostra Snow White ci parla di The 100 episodi 5×08 e ...

error: Contenuti di proprietà di RFS