Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Beecham House – Episodio 1 & 2

Recensione Serie Tv: Beecham House – Episodio 1 & 2

Beecham House

 

 

In questa nuova sorprendente serie, in onda su ITV, veniamo catapultati nei meravigliosi colori e nella vivace atmosfera della Delhi del 1795 dove, in una lussuosa e imponente abitazione, circondata da una vegetazione lussureggiante, ci si sta preparando all’arrivo del nuovo Sahib (Signore).

Ci viene subito presentato un trio esilarante, che ho adorato, composto dal cuoco, che si autodefinisce Chef ed esperto di cucina inglese, da una donna vivace e chiacchierona e dal factotum Baadal, capo della servitù e uomo dalla pazienza infinita.

I tre sono curiosissimi di sapere chi arriverà nella residenza e quale sarà la storia del loro nuovo datore di lavoro.

Una premessa è essenziale: siamo negli anni in cui una parte della Regione Indiana è già in mano agli inglesi che, tramite la Compagnia delle Indie Orientali, hanno annesso parecchi territori come loro colonie. Delhi è governata dall’imperatore Shah Alam che ha accanto il generale francese Castillon, un mercenario che rappresenta l’influenza della Francia e che cerca di tenere testa alle mire espansionistiche dei britannici.

Il nuovo padrone di Beecham House è appunto l’ex soldato inglese John Beecham che ha abbandonato la Compagnia perché disgustato dallo sfruttamento e dai metodi che questa utilizzava, per lavorare singolarmente nel commercio in maniera più onesta e redditizia per la popolazione del luogo. Per poter fare questo, richiede all’imperatore una licenza, ma questi, fomentato da Castillon che non si fida degli inglesi, non ha intenzione di dargliela e per prendere tempo gli propone come contropartita che lui prepari un regalo sorprendente per il compleanno dell’Imperatrice. Un breve flashback iniziale ci mostra un episodio del passato di John non chiaro che ci dà l’idea di qualcosa di tragico avvenuto e che sicuramente sarà svelato più avanti. L’arrivo di John è avvolto dal mistero, soprattutto per il fatto che insieme a lui arriva anche un bambino dai tratti esotici, August, di pochi anni, accompagnato da due governanti indiane, Chancal e Maya. Dopo varie ipotesi avanzate dalla servitù ed in particolare dal terzetto che vi ho descritto all’inizio, si scopre che August è figlio di John, ma che la madre del bambino non è con loro. Durante il primo episodio facciamo anche la conoscenza di Henrietta (interpretata da Lesley Nicol, la signora Patmore di Downton Abbey), la madre invadente di John, che arriva in India per vivere con il figlio e che ha portato con se la giovane amica di famiglia Violet, nella speranza di fare in modo che John la sposi.

Beecham House

Nei primi giorni di permanenza John fa amicizia con la signorina Margaret Osborne, governante inglese della figlia di Murad Beg, suo vicino, e con la quale si instaura un immediato feeling, non condiviso dalla madre di Johh che maltratta la ragazza; ovviamente come in tutti i dramas che si rispettino, anche il generale Castillon è interessato a Margaret e questo acuisce ancora di più l’antipatia del francese verso John.

Henrietta non reagisce bene neanche alla presenza di August e ha un tracollo di nervi quando arriva alla residenza Chandrika, una arrogante e bellissima donna indiana, di cui le tate sembrano avere timore e rispetto e che pretende ed ottiene di passare del tempo con il bambino.

John nel frattempo è andato insieme al suo amico Samuel Parker, anche lui ex della compagnia, a recuperare in una città vicino Daniel, il fratello soldato della Compagnia ed in India, per farlo ricongiungere con la madre. Al ritorno di John, alla fine del secondo episodio, alcuni dei nodi vengono sciolti: la madre di August è morta, il bambino per qualche motivo è in pericolo e deve essere protetto e Chandrika, essendo la zia del bambino, ha il diritto di stare con lui.

 

Beecham House

 

Ecco quello che è successo nei primi due ricchissimi episodi, che mi hanno incuriosito al punto da desiderare di vedere subito il seguito. Molto ha contribuito l’ambientazione: ho visto tanti period, mai ambientati in India e in questa epoca.

La storia è carina, il protagonista un bel tenebroso e c’è la giusta dose di mistero. Ho amato il personaggio di Chandrika con la sua sfrontatezza e il suo fascino orientale: si intuisce subito che sarà un bel personaggio. La madre di John mi ha ricordato molto la signora Bennet di Orgoglio e Pregiudizio: detesto la sua voce petulante e il suo lamentarsi continuamente… e custodisce un segreto che sicuramente è una brutta malattia visto l’oppio che prende di nascosto, ma mi aspetto da lei grandi cose.

Chi invece non mi piace affatto è Daniel, il fratello di John: sembra un opportunista e dagli scambi di occhiate con la giovane governante di August, non si presagisce niente di buono. Ancora da capire le intenzioni di Parker che sembrano oneste ma non ci giurerei. Una considerazione finale riguardo a John e Margaret: troppo rapido mi è sembrato l’instaurarsi del feeling tra i due, anche considerando il poco tempo intercorso dalla perdita della madre di August, della quale John si intuisce fosse molto innamorato…Vedremo!

Allora cosa aspettate a tuffarvi in questa bellissima avventura?

Buona visione e alla prossima!

 

 

 

 

Eve

Avatar
x

Check Also

Prima stagione completa

Recensione Serie Tv: Elementary – Prima stagione completa –

Cinico, geniale, intuitivo, affascinante, egocentrico, questo moderno Sherlock ...