Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Arrow – 8×07 – “Purgatory”

Recensione Serie Tv: Arrow – 8×07 – “Purgatory”

Purgatory

Bentornati amanti di Arrow!

Episodio trasmesso dalla CW il 3/12/2019.

Questo è l’ultimo episodio “normale”, il midseason di Arrow, l’ultimo, prima della fine di tutto.

Avviso: da qui e per i prossimi cinque episodi che compongono il Crossover, fate scorte di fazzolettini di carta.

Ho pianto fin da subito già in questo!

Ci troviamo ancora sull’isola di Lian Yu, ovvero il Purgatorio. Sono tutti lì, Will sta lavorando sul dispositivo che servirà durante la Crisi, ovvero un’arma/bomba al plutonio. Gli altri del team si stanno concentrando ognuno sui propri compiti.

Rispuntano vecchie conoscenze, Yao Fei (ma non era morto?) e un vecchio nemico.

E lui, un Oliver intenso, viscerale che riesce finalmente ad ammettere con i figli che durante la Crisi imminente lui non sopravvivrà, il suo destino ormai è scritto, la sua condanna è definitiva: la morte. Mia non la prende bene e qui, le do ragione.

Oh, mamma, io che mi trovo d’accordo con …

L’aereo su cui stanno viaggiando Renè, Dinah e Roy precipita. Dig, Connor e Lyla vanno in loro soccorso. Roy non può muoversi, è rimasto intrappolato sotto a uno dei rottami dell’aereo; Connor vuole amputargli il braccio per salvarlo ma Dig si oppone. Roy invece acconsente, così per salvarsi la vita è costretto a rinunciare a una parte di sé.

Nota: anche questo è un indizio che il futuro è cambiato. In Lot, si vede Oliver senza un braccio, il sinistro e Connor Hawke come Green Arrow, che combattono i DeathStroke, in una Star City messa a ferro e fuoco. E poi di nuovo Oliver nel bunker che è ormai tomba del suo stesso padrone, lui, da solo, senza la sua Felicity.

Mia vorrebbe andare a salvare il padre, ma Will la ferma, cerca di farla ragionare, le racconta un episodio della sua infanzia, quando era nel bunker con Felicity e come lei era riuscita a fargli capire che nonostante il suo lavoro di “eroe”, il padre fosse in grado di usare le sue capacità per salvarsi la vita e che avrebbe dovuto fidarsi di lui e della sua innata capacità di ingannare la morte.

Scena d’azione corale mentre Will cerca di attivare l’arma e… non si attiva. Ha bisogno di una sequenza specifica di DNA, tutti credono che sia quello di Oliver, il nostro eroe prende in mano il telecomando ma… nulla, è Lyla quella che invece riesce. 

Azionando il congegno i cattivi spariscono e Lyla se ne va attraverso un varco dimensionale, anche lei avrà un ruolo nella Crisi.

Ed ecco gli addii (fazzoletti alla mano)

Oliver/Roy

“Sono orgoglioso di essere stato nel team e con te”

“Io sono orgoglioso di te e mi spiace per il tuo braccio”

Oliver/Will

“Sono orgoglioso dell’uomo che sei e di ciò che farai” io… lacrime. Sfido chiunque a non commuoversi. Will è un gran bel personaggio e sa che suo padre è fiero di lui.

Oliver/Dig

Loro sono fratelli. Il chiaro esempio di Brotp anzi, forse di più. Oliver definisce Dig la sua roccia e lui “Sei un uomo migliore di come ti avevo conosciuto” e… si piange! Oliver chiede a suo “fratello” di far si che Felicity non divida Will e Mia. Devono crescere assieme, non deve restare con i nonni materni. Will deve essere a tutti gli effetti il fratello maggiore di Mia.

Oliver/Mia

Io vi odio autori, lo sapete vero??

Un addio davvero struggente, lui che ha sempre odiato l’isola, il suo incubo personale, ma che in qualche modo lo ha cambiato, facendolo diventare la migliore versione di se stesso.

Si respira questa atmosfera, è come se aleggiasse una opprimente cappa di morte e … pianti e abbracci. Se avesse potuto evitare tutto questo, lo avrebbe fatto, sarebbe rimasto con loro, se solo avesse potuto avrebbe voluto veder crescere i suoi figli.

Un plauso a Stephen per essere così intenso e… ragazzi, si piange! La puntata finisce con Lyla versione “aiutante di Monitor uccello del malaugurio” con l’annuncio “A Crisis is coming”.

Considerazioni.

Episodio che ti strappa il cuore e lacrime a non finire. Ti fa a pezzi.

Se però non gli danno un finale degno mi incazzo! DEVONO dargli ciò che merita, sto povero Cristo soffre, merita la pace. Durante una conversazione con Yao Fei, ammette di aver accettato l’idea di morire, l’uomo però gli ricorda che non è così, qualcosa di lui vivrà nei suoi figli, è questo che rende immortali! Non vivere per sempre, ma perpetuare se stesso attraverso le nuove generazioni e di fatto significa che nella vita ha già fatto qualcosa di bello!

Il fulcro dell’episodio è facciamo i conti con il passato e via con gli addii.

Renè e Dinah possiamo definirli come personaggi di contorno: inesistenti, ma già lo avevamo detto nelle stagioni precedenti. Laurel 2 dovrebbe essere la spalla, ma, non pervenuta anche lei.

Dig.

Il nostro Spartan è incazzato nero con Lyla, l’unica spiegazione che è riuscito a ottenere è che lo sta facendo per salvare la famiglia e che non si possono opporre alla Crisi.

Oliver.

Immenso Stephen Amell! Lyla è stata l’artefice dell’aver portato nel presente i suoi figli, affinché avesse del tempo con loro. Tempo… qualcosa di così prezioso che a volte ce lo dimentichiamo.

“Almeno vi ho conosciuti”

Purgatorio.

In effetti è stato un Purgatorio per Oliver, ci è arrivato come un ragazzino stronzetto e viziato ed è uscito un uomo migliore. UN UOMO. UN EROE.

Tutto questo grazie a due persone importanti della sua vita che lo hanno fatto crescere. Oliver però vuole VIVERE anche se ha accettato il suo destino, la morte.

Piccola riflessione.

Oliver è UN VERO EROE, non come Barry “faccio quello che voglio con il tempo” Allen, che non uccide e non giudica, ma è subito pronto a puntare il dito su Oliver e su quello che fa additandolo come mostro e assassino.

L’UNICO VERO EROE È OLIVER QUEEN.

E ora abbiamo una Crisi in arrivo. Mille sono le ipotesi che stanno circolando da più di un anno, e sì, Oliver morirà, ma… si sa che in Arrow niente è come sembra. Tenete conto del finale di Harry Potter.

L’episodio mi è piaciuto molto e… fate scorta di Kleenex per quello che verrà dopo.

Crisis on Infinite Earths inizia l’8 dicembre, prosegue il 9 e poi il 10 con le prime tre parti. Le ultime due, andranno in onda il 14 gennaio dove avremo l’ottavo episodio di Arrow e uno speciale di Legend of Tomorrow.

-3 alla fine.

Alla prossima!

Un saluto dalla vostra Mal

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento

x

Check Also

Free

Recensione Serie Tv: The Resident – 3×12 – “Best Laid Plans”

Fenici ditemi voi se sono io strana! Possibile ...