Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Arrow 7×11 “Past sins”

Recensione Serie Tv: Arrow 7×11 “Past sins”

Past sins

Progetto grafico a cura di TessV

Bentornati amanti di Arrow. Episodio trasmesso dalla CW il 28/01/19.

Finalmente stiamo tornando sulla retta via dopo lo svarione della scorsa puntata. Finalmente ho visto un episodio di Arrow!!

Oliver come fulcro e tutti gli altri che gli ruotano attorno interagendo nel bene e nel male. La storia della sua evoluzione da Assassino/Vigilante a Eroe, finalmente alla luce del sole.

Episodio perfetto? No, qualche sbavatura c’era, ma del tutto irrilevante e la trama è filata via, liscia come l’olio.

Argus

Questa estate, tra i vari spoiler e notizie, si era parlato del possibile nuovo villain della stagione e, tra i papabili c’era proprio l’organizzazione guidata da Lyla, che ormai ha una vita propria, così come una sua linea narrativa e penso che avrà un forte impatto su tutta la trama in generale. L’obiettivo è trovare “Dante”, scoprire chi è o chi sono e fermarlo/i in ogni modo possibile. Per farlo però, devono aggirare le regole, ingannare la legge ed ecco perché viene creata una nuova Suicide Squad o Ghost Initiative.

L’unico a non essere d’accordo è Curtis, infatti si scontra diverse volte con Dig, il quale sembra aver perso la bussola, metaforicamente parlando, lui che era stato l’ago che aveva determinato tutte le azioni di Arrow, cercando di spingerlo verso il bene anziché il male, quello che ha tentato di salvare Felicity dalla sua oscurità, ma chi aiuterà lui?

Quando la Suicide scappa, Curtis viene ucciso da Diaz. No, non è realmente morto. L’Argus sta sperimentando una realtà virtuale dove i crimini vengono fermati prima ancora di essere commessi. Non vi ricorda qualcosa?? A me sì: Minority Report, il film di Steven Spielberg del 2002 con Tom Cruise ma qui senza Precog.

Oliver

Durante un’intervista televisiva promette di essere chiaro e onesto verso la città, soprattutto dichiara di essere migliore dei membri della sua famiglia; contemporaneamente lo vediamo parlare con Emiko, proprio sulla tomba di Robert, che si trova nella vecchia tenuta dei Queen.

La ragazza non sembra intenzionata ad ascoltarlo, anzi, ribadisce che non vuole sapere niente, per lei Oliver è come il padre e conclude con: “Io non ho una famiglia”.

E la nostra Felicity?? Lei è sempre vicina al suo uomo, lo rinfranca e gli dice che prima o poi Emiko capirà che non è come suo padre. Lui è un uomo diverso, e lei lo sa.

Il giornalista viene rapito e picchiato dal villain di turno (ok, gradisco il fatto di avere un villain a settimana che viene subito eliminato, se serve a spingere la trama… ben venga), facendo dire al povero malcapitato che Oliver come tutti i Queen è marcio ed è un impostore.

Il nostro eroe indaga con l’aiuto di Dinah, non è ancora sicuro di chi sia diventato, quelle parole lo colpiscono molto, ma ragazzi… dopo sette anni, non credo che ci siano dubbi su chi sia veramente.

Il buono ha sempre mille dubbi, il cattivo no.

Alla fine, scopriamo che il cattivo di turno altri non era che il figlio della guardia a cui Robert aveva sparato sulla scialuppa di salvataggio durante il naufragio del Gambit. Il giornalista viene salvato, così come i poliziotti e, senza spargimento di sangue, chi dobbiamo ringraziare? Domanda retorica.

Nuova intervista ad Oliver il quale tira fuori tutto, parla del padre, del suo sacrificio per dargli la possibilità di sopravvivere, ma soprattutto ammette che l’uomo che l’ha salvato e che chiamava padre non era un Santo! Grande progresso per il nostro eroe che non si era mai esposto così tanto. Anche se lui non è convinto, noi sappiamo che ormai Oliver Queen/Arrow di oscuro, non ha più niente!

Emiko

Sembra intenzionata a dare una possibilità ad Oliver, forse dopotutto ha capito che lui non è Robert, ci riuscirà?

Felicity e Laurel

Amiche?? Non lo credevo possibile e forse nemmeno ci pensavo, ma Laurel 2 sta acquisendo punti e sta cambiando. Black Siren ha uno stalker, qualcuno che vuole ucciderla; lei pensa che possa trattarsi dell’uomo che su terra 2 ha ucciso suo padre. Questa volta è Felicity a fermarla, prima che faccia dei danni irreparabili. Laurel è diventata quello che è in seguito alla morte violenta del padre, con il quale aveva litigato poco prima dicendogli di odiarlo.

Nella scena finale, Dinah riceve un biglietto abbastanza inquietante, le parole riportano: “Morirete. Uno dopo l’altro”.

Considerazioni

Ooook, siamo finalmente ritornati sui binari giusti?? Sì.

Le nuove dinamiche sembrano spingere la trama verso la direzione giusta.

Idee originali? No, ma credo che stia tutto nel “come” verranno raccontate.

A mio avviso Dig sarà il prossimo che si perderà nell’oscurità e che dovrà essere salvato dal resto dell’Ota ovvero Oliver e Felicity.

Curtis, avevo davvero creduto che Dragoncello lo avesse fatto fuori ma… mi sono sbagliata. Peccato.

Oliver

Lui è un eroe. Basta usarlo come puntaspilli vivente, considerarlo fautore di tutti i mali del mondo e renderlo sempre il capro espiatorio della situazione. Quante volte ve lo deve dimostrare?? Non lo vedete?? Ho una domanda che mi frulla nella testa, quando tutti gli altri sapranno del patto che ha fatto con Monitor (vedi crossover), come reagiranno? E Felicity??

Laurel 2

Oddio, mi piace. Non credevo che l’avrei mai detto ma la nuova “Laurel” mi piace, il suo personaggio è stato scritto meglio rispetto a quello di Terra 1 e la Cassidy si impegna, per quanto possibile, ad essere credibile.

La trama e tutto il resto in generale ha ritrovato il ritmo giusto, Oliver è tornato ad essere il centro dello show e della storia, così come deve essere.

Olicity

Mi chiedo se li avete visti, non trovo alcuna “freddezza” nel loro rapporto, come invece è stato ipotizzato da molti, sono una coppia unita, un tutt’uno. Un eroe ha sempre bisogno del conforto di chi ama veramente, Fel lo è. Certo, stiamo ancora ai bacetti dell’asilo e credo di aver sentito gli improperi di una buona parte del fandom. Bacini?? Vi prego, sto e stiamo aspettando quel famoso dessert dall’episodio 6×04.

Puntata piacevole, non si perde in scene inutili e peregrinazioni assurde.

Sorgono domande, cosa succederà con l’Argus? Come reagiranno Felicity e Oliver a quello che stanno facendo Dig e Lyla?? Chi è il misterioso nuovo Villain che vuole morti i Vigilanti?? Che cosa accadrà ancora?? Chi sarà il vero Villain? Il bello di Arrow è questo, perché ti mette nella condizione di chiederti dove la storia andrà a finire e ti lascia con la voglia di sapere.

Da notare la luce nelle inquadrature su Oliver, dove viene rafforzato il suo essere eroe con pregi, difetti e casini vari. È umano dopotutto no?

E ora, lasciate che un po’ di Mal Cattiva o birichina venga fuori.

Piccolo appunto per i cari costumisti dello show, prima ci mostrate un Oliver vestito come un professore inglese di Oxford, il che diciamocelo, uccide l’ormone e poi ce lo mostrate con quei pantaloni e magliette che ne evidenziano tutti i settecento trilioni di muscoli che ha… nun ze fa!! Siete dei torturatori di ovaie autorizzati cazzarola!!

Torno seria e vi lascio con una riflessione, e se i Flash Forward che in questo episodio non ci sono stati, fossero stati indotti dall’Argus con la realtà virtuale? È una teoria da prendere con le molle ma… tutto è possibile in Arrow!

Curiosità: questo episodio è stato diretto da David Ramsay, il nostro Dig.

Alla prossima

Un saluto dalla vostra Mal

 

 

 

Snow White

Avatar
x

Check Also

Recensione serie TV: Agents of SHIELD 3 serie

Eccoci qua, con una serie di domande nella testa: che fine ha ...