Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Arrow 6×05 Deathstroke returns

Recensione Serie TV: Arrow 6×05 Deathstroke returns

Salve a tutti amanti dei telefilm, di Arrow e care le mie Oliciters!!

Che puntata!!

Questa stagione promette bene, come avevo già accennato nelle precedenti recensioni e ne stò avendo conferma man mano che le puntate si susseguono.

La domanda ricorrente per tutto l’episodio è

“Where is my son?”

Ora, voi dovete capire la vostra povera Mal, ma se sente pronunciare questa frase e tutto il resto da quella voce bassa, roca e fumosa di Manu Bennett che la fa svenire ogni 3×2, come potrà andare avanti?

Ok, ritorno in me.

Episodio principalmente Slade-centrico, ma che affronta anche altre tematiche come  “l’essere padre” abbiamo infatti un netto parallelismo tra Slade e il figlio Joe e tra Oliver e William, ma questo lo chiarirò meglio più avanti.

C’è un attentato verso la promotrice del referendum antiviglianti e infatti, il team in segreto, protegge questa donna e indaga sul misterioso cecchino.

E … rullo di tamburi … chi è? Il Vigilante!

Mi spiace moltissimo per chi come me pensava al ritorno di Segarra come Vigilante e come fratello gemello del “fu” Chase, ci siamo sbagliati alla grande. Durante uno scontro con Dinah in abiti civili, si scopre che quest’ultimo, altri non è che il suo compagno, il suo partner nella polizia di Capital City.

È un Metaumano anche lui, immortale e con fattore rigenerante. Lei lo lascia andare.

Altra questione, l’agente dell’Fbi, Samanda Watson (errata corrige, avevo capito Samantha, ma davvero, Samanda?? Oddio, ma che razza di nome è?) è un mastino che sta alle costole del team e che ormai ha capito tutto e li interroga uno ad uno. Io mi chiedo, quand’è che agirà?

Sta addosso a Dig, non è stupida, francamente mi piace un sacco come personaggio. Sospetta di Dinah come Black Canary (signori miei, ormai lo sanno tutti chi sono i Vigilanti di Star City)

Ma veniamo all’altra parte della trama, al nocciolo.

Slade ha chiesto ad Oliver di aiutarlo a trovare suo figlio. Ha perso le sue tracce dopo aver girato mezzo mondo, al momento è riuscito solo a scoprire che si trova nella repubblica di Kesnia, in prigione e condannato a morte. Non vuole l’aiuto di Green Arrow ma del sindaco, della diplomazia di Oliver Queen e ovviamente, dei soldi che fanno girare tutto.

Piccolo momento Olicity

Qui vediamo la maturità del rapporto tra i due. In un primo momento avrebbe voluto sbottare, ma poi capisce la situazione. Slade non le piace come persona, ma si tratta di suo figlio e del suo essere padre. Capisce e supporta il suo uomo.

Repubblica di Kesnia

Primo approccio con i militari del posto dopo che Slade riceve un fascicolo da un suo contatto con le informazioni su suo figlio. Se sai oliare gli ingranaggi giusti, puoi avere tutto.

Ad Oliver viene detto che “Kane”, il nome falso del figlio di Slade, è morto durante una rissa tra carcerati.

Quando torna da Slade gli dice “Is gone” è morto.

E io qui, lacrimuccia.

Evidente lo strazio di un genitore, di un padre che vuole solo ritrovare suo figlio e avere la possibilità di rimediare agli errori del passato.

Flashback

Vediamo Slade con il figlio ragazzino in campeggio, Joe non crede al lavoro ufficiale del padre e fa bene! In realtà si trovava lì sotto copertura, proprio perché avrebbe trovato il suo obbiettivo (il quale gli dirà dove si trova Yao Fei, primo collegamento con l’isola di Lian Yu).

Un rumore li interrompe e lui è costretto ad uccidere l’uomo.

Che fosse il piccolo Joe?

Spoiler: Sì.

Gioca a rugby con il figlio come se non fosse successo nulla. Sul serio?

Ok, Manu Bennett è neozelandese, la patria del rugby, degli All Blacks e della Haka. Il rugby è sport nazionale. Vederlo così fa una certa impressione.

La vostra Mal ha un debole per Slade/Manu fin dai tempi di Spartacus dove era Crisso o Crixus, l’indomito gallo.

Credo di essere morta per una paio di volte in quel pezzo di flashback.

Torno seria per la seconda volta.

Grazie all’aiuto di Felicity, si scopre che Joe non è morto.

Slade gli chiede “Come hai fatto ad avere una così al tuo fianco??” e lui “Me lo chiedo ogni giorno”

Slade indossa i panni di Deathstroke (spettacolo assoluto) e discute ancora con Oliver, una discussione molto animata.

“Loro sono assassini a sangue freddo”

“Perche, io cosa sono?” qui ci fa capire che c’è sempre una parte di oscurità.

Slade cosa fa? Per tenerlo al sicuro, lo droga.

Testosterone mio vivente, ti drogano sempre? (Vedi puntata 3×20)

Si dirige dagli Sciacalli, i mercenari che tengono prigioniero il figlio. E Slade esplode.

Welcome back Deathstroke!!

Una macchina da guerra.

Uno schiacciasassi.

Una mattanza.

Una scena che avrò visto almeno 5 volte e che forse rivedrò ancora. Mi chiedo come riesca a muoversi con tutto quello che ha addosso, è uno spettacolo per gli occhi. Quando si toglie la maschera … epico!

Si guarda attorno dopo aver compiuto la carneficina.

Ma deve arrendersi, sono troppi.

“L’amico”, il suo contatto falso e bugiardo gli chiede “E ora cosa vuoi fare? Ucciderci tutti e salvare tuo figlio?”  Lui, sicuro di se, dice solo sì.

Era quello il suo piano fin dall’inizio.

“Voglio parlare con il tuo capo”

E… reggetevi. Il capo altri non è che il suo caro figliolo. Joe Wilson.

Lo stupore di Slade è palpabile mentre vede arrivare il figlio. Praticamente una sua copia più giovane, con tanto di katana e pistole.

Il figlio è come il padre. E adesso?

Mentre succede tutto questo, Oliver si riprende, segue Slade e nascosto ascolta tutto.

Team

Continuano con Dig come Green Arrow. Ma non disperate, Oliver riprenderà l’Arrow suit. Abbiamo ora il problema Vigilante/compagno di Dinah. Penso che questa storyline, se sviluppata bene, ci darà delle soddisfazioni. Magari lo vedremo nella stagione sette?

William

Ha accettato Fel in toto e abbiamo un bel dialogo padre/figlio tramite cellulare, il loro rapporto sta cambiando e molto presto lui lo chiamerà papà e non più Oliver.

Dig/Dinah??

Ma siete sicuri che stiamo guardando lo stesso telefilm?? Non c’è nessuna ship, nulla. Sono solo amici. Basta pensare che vogliamo mettere Dig con Dinah solo perché non si è ancora vista Lyla.

Slade

Sarò noiosa e ripetitiva ma ho amato questo approfondimento del suo personaggio. L’ho visto spezzato. Distrutto.

Il figlio poteva essere la luce che avrebbe illuminato la sua oscurità?

Ritrovare il figlio per ricominciare. Un figlio che, come abbiamo visto, non mi sembra tanto luce. Anzi, è molto intriso di oscurità, senza alcuna via d’uscita.

Parallelismo

Come avevo detto prima, gli autori vogliono farci ragionare sulle due coppie, Slade/Joe e Oliver/William. La prima, un rapporto che c’era, ma che si è perso per via delle bugie e dei segreti di Slade. La seconda, un rapporto che non c’è mai stato, ma che sta nascendo e sta decisamente viaggiando nella direzione giusta.

Cosa sarebbe successo se Oliver non avesse mai incontrato Diggle e Felicity? Se non avesse intessuto nuove amicizie e fosse rimasto nell’oscurità?? Si sarebbe perso, cosa che sta accadendo a Slade, ma che sta lottando per non affogare.

Dal promo dell’episodio sei, ne vedremo delle belle. Seconda parte dei due episodi inerenti a Slade e, come avevo previsto, sono iniziati i vari flashback sui personaggi.

Piccole chicche.

La voce di Bennett. Sfido chiunque a non rimanere sconvolta sentendola. È bassa, profonda e roca. Qualcosa che ti fa venire le caldane. Aggiungeteci quella di Amell e io sono morta!! Devo ringraziare le mie amiche per avermi “iniziata” a vederli in lingua senza sottotitoli.

E io so già, che quando lo rivedrò in italiano, piangerò per il doppiaggio. Per carità, abbiamo i migliori doppiatori al mondo, però, Pasquale Anselmo, voce italiana di Slade/Bennett, nun’ se po’ sentì!!

Frase di Oliver al capo dei militari in Kesnia “Non faccia arrabbiare quest’uomo” riferendosi a Slade. E sappiamo che se si incazza sono guai.

Slade/Oliver

Possiamo definirla una Brotp. Amore e odio. In fin dei conti Slade lo ha plasmato o almeno, è stato in parte fautore della nascita di Hooded e in seguito tutto il resto. Ma la vera metamorfosi è dovuta a chi ha trovato sul suo cammino portandolo alla luce e ora Oliver è egli stesso luce per gli altri.

Slade avrà mai la sua redenzione? Io dico di sì e non perché sono di parte.

Alla fine, un cattivo non è mai veramente cattivo, è solo molto incazzato con il mondo.

Slade è complesso come personaggio e starei delle ore a parlarvene.

Action, OMG!! La scena più bella d’azione di Slade secondo me. Epica.

A Slaughter. Una Carneficina.

L’episodio è stato incredibile!!

5 stelle più!

Al prossimo episodio “Promises kept”

Un saluto dalla vostra Mal

Recensione Serie TV: Arrow 6×05 Deathstroke returns
5 su 2 voti

Gaia

x

Check Also

Una serata al cinema: Recensione cinquanta sfumature di rosso di James Foley

Cinquanta sfumature di Rosso Scheda tecnica: Data uscita: 08 febbraio 2018 Genere: Drammatico, Erotico, Sentimentale Anno: 2018 ...

error: Contenuti di proprietà di RFS