Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Amazing Stories – 1×02 – “The Heat”

Recensione Serie Tv: Amazing Stories – 1×02 – “The Heat”

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Recensione con spoiler

Seconda puntata della serie diretta da Sylvain White.

Le protagoniste di questo episodio sono due liceali di colore Tuka e Sterling. Amiche fin dall’infanzia, la loro vita ruota tutto attorno al torneo/esibizione che si terrà da lì a due settimane al quale parteciperanno dei reclutatori.

Tuka è la più veloce, e incita l’amica a raggiungerla in una corsa a perdifiato per le strade di un sobborgo di una grande città americana.

Le due corrono quasi avessero le ali ai piedi fino a raggiungere il loro posto segreto, il tetto di un edificio che dà sulla pista multifunzionale, e insieme sognano la borsa di studio che le porterà al college e da lì alle gare internazionali fino alla fama.

Alla sera Tuka convince Sterling a raggiungerla alla “giostra”, uno spiazzo sotto un cavalcavia dove si riuniscono i ragazzi del quartiere per fare festa e assistere alle gare di velocità clandestine.

Quando Sterling se ne va, Tuka la insegue. Un’incomprensione, una macchina, un guidatore distratto e la realtà e i sogni vanno in frantumi.

Tuka si risveglia in mezzo alla strada con il sole alto nel cielo non sapendo che giorno sia.

Il quartiere è sempre lo stesso e Tuka cammina lungo strade conosciute fino ad arrivare alla chiesa dove si sta svolgendo un funerale. Cammina ancora lungo la navata, senza che nessuno la veda, raggiunge il pulpito dove Sterling, vestita di nero e con le lacrime agli occhi è appena salita per la commemorazione funebre. La sua.

Suo infatti è il cadavere che giace nella bara.

Tuka sconvolta fugge lontano dalla chiesa, via dalle persone verso l’unico posto dove crede di poter trovare conforto, il loro angolo segreto, e dopo aver versato tutte le sue lacrime si fa coraggio e scende per trovare un senso a quello che le sta succedendo.

Raggiunge Sterling, suo unico punto di riferimento e scopre che sebbene non possa vederla almeno la può sentire e immagina che il suo rimanere nel limbo abbia un significato: aiutare l’amica, almeno lei, a raggiungere la meta sognata.

Ma appena prima della gara Sterling viene ferita al ginocchio, non potrebbe gareggiare, ma lei è testarda, si impunta, corre e perde la gara, ma chissà cosa le riserva il finale.

Questo episodio scorre lento, come l’acqua di un placido fiume, a volte forse troppo, ma Steven ci sta accompagnando su un piano diverso, sconosciuto, a volte cupo sicuramente silenzioso e rallenta noi e la narrazione fino a un epilogo non scontato.

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione Serie Tv: Coroner – 2×05 – “One Drum”

Salve, Fenici! In questo episodio il caso sul ...