Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Seri Tv: Amazing Stories – 1×03 – “Dynoman and the Volt”

Recensione Seri Tv: Amazing Stories – 1×03 – “Dynoman and the Volt”

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Recensione con spoiler

Avviso alle naviganti. Guardate questa puntata solo se siete grandissime fan del retrò, vintage, e del… c’era una volta, non inteso come favola.

Per tutte le altre il mio consiglio è, saltatela a piè pari, tanto è auto conclusiva e vi assicuro, non vi perdete nulla.

Come confezionare un polpettone melenso, cuoca e regista Susanna Fogel.

Ricetta:

  • prendete una villetta nella periferia di una qualsiasi città americana, una di quelle col prato perfettamente curato e il sole che entra da tutte le finestre,
  • aggiungete la famiglia del mulino bianco, ma con una microscopica punta di nero per dare quella leggerissima velatura di grigio nel tentativo di uscire dal banale che però rende le cose ancor più banali: il piccolo di casa, solo, sfigato e adoratore dei fumetti di supereroi,
  • piazzateci in cima, tipo ciliegina sulla torta il vecchio nonno: burbero, stronzo, antipatico come un gatto appeso alle braccia da lavandaia et voilà, la torta farcita di sagra dello scontato è pronta.

Il nonno burbero ed egoista, ma che in fondo in fondo, quando glielo fanno notare e lo costringono a rispolveralo, ha anche un cuore d’oro, ha un incidente che lo costringe ad indossare un tutore per il ginocchio malandato e di conseguenza deve trascorrere la degenza in casa del figlio.

Il nipotino sfigato e bullizzato, per carità non facciamoci mancare nulla, all’inizio gli cede la camera di malavoglia, ma quando scopre che anche il vecchiaccio era un superhero fan, diventa il suo migliore amico.

Quindi, essendo Halloween, il pargolo vuole andare a fare dolcetto o scherzetto con il nonnino che nel mentre, entrato in possesso in modo misterioso di un anello che gli conferisce i poteri del super eroe citato nel titolo, si fa bellamente i fatti suoi al lavoro e dimentica, non per l’alzheimer, l’appuntamento.

Per non farci mancare nulla, ricordate la sopraccitata torta?

Il figlio nonché padre del pargolo, fa una ramanzina al nonno sul suo essere stato un pessimo genitore ed essere un terribile nonno.

La glassa, che non poteva mancare, è data dalla madre/nuora che fa la psicologa.

Ed eccoci giunti al finale; mente negli episodi precedenti c’era stata dell’inventiva, in questo si resta invischiati nella melassa melensa del buonismo fino alla fine.

Un avvertimento: dimenticate la verticalità, qui i personaggi hanno lo stesso spessore della carta velina.

La parte tecnica è ovviamente e assolutamente ineccepibile quindi se volete guardare per forza le puntate, il mio consiglio è: i primi dieci minuti e gli ultimi dieci, tutto il resto potete tranquillamente saltarlo, a meno che non siate delle amanti del genere, allora, come ho detto all’inizio, godeteveli, li adorerete di certo.

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Chase 1x04 RFS

Recensione serie Tv: Run – 1×06 – “Tell”

Bentornate fenici, devo confessarvi che alla fine della ...