Home / Contemporary Romance / Recensione “Sensuale e seducente” di Christina Lauren (serie Wild Seasons #3)

Recensione “Sensuale e seducente” di Christina Lauren (serie Wild Seasons #3)

Care Fenici, ecco la recensione di Nayeli per un libro divertente e molto sexy: Sensuale e seducente di Christina Lauren

Progetto grafico a cura di MariHel

Lola e Oliver sono certi che se avessero consumato il loro matrimonio, quella notte a Las Vegas, completamente ubriachi, se ne sarebbero pentiti amaramente. Sarebbe stato un grosso errore, certo, dopotutto ora la loro amicizia va a gonfie vele… Già, questo almeno è quello che amano raccontarsi.
In realtà Lola ha desiderato Oliver fin dal primo momento, è innamorata pazza del suo accento australiano e del suo modo così naturale di farla sentire bene. Oliver, da parte sua, non riesce a non pensare a quanto sarebbe stato bello commettere l’errore che quella notte hanno deciso di evitare. Lui sa cosa vuole da lei, più di ogni altra cosa, e non è la sua amicizia. Quando il libro che Lola ha scritto conosce un successo travolgente, Oliver capisce che è l’occasione giusta per starle vicino e proteggerla da tutte le attenzioni che la circondano e la mettono a disagio.
Chissà, forse questa volta aver fatto la cosa giusta non è stata la scelta migliore, perché anche una notte di divertimento sfrenato può essere l’inizio di una nuova ed emozionante vita…

Sensuale e seducente, terzo volume della serie Wild Seasons, ci parla di un amore vissuto su un piano più razionale e consapevole degli altri (pur non mancando ottime e variegate scene di sesso, tranquille!) e della difficoltà di gestire le emozioni troppo forti a causa della paura dell’abbandono. Parla di un amore che deve uscire dalla Friendzone, rischiando di rovinare un rapporto di amicizia praticamente perfetto.

«Siete diventati così amici che avete quasi sviluppato un linguaggio segreto. Il sesso tra voi sarà un’esperienza spirituale.»

Oliver è un nerd, il classico ragazzo con gli occhiali e con gusti particolari come i fumetti. È australiano, affascinante e con un accento intrigante, sa leggere gli altri in modo acuto, e tuttavia indossa una “poker face” costante che maschera perfettamente ciò che prova, in particolare a Lola, che è del tutto incapace di cogliere le sfumature emozionali e che quindi non riesce a interpretarlo.

Non ci sono momenti in cui Oliver si lascia prendere dall’irrazionalità o dall’istinto; lui “è tranquillo ma deciso; rilassato, ma sempre attento”; valuta dietro la sua faccia priva di espressione e poi (molto poi…) esplicita a voce, in modo molto diretto.

Solo nell’intimità si lascia andare con un fuoco e una passione inaspettati, che ovviamente travolgono Lola in pieno.

«Sssh» sussurra lui. «Niente panico, ok? Voglio solo essere sincero. Ti amo. Ti voglio.»

 Oliver è la controparte perfetta per una ragazza come Lola, ansiosa e terrorizzata dalle emozioni perché non è in grado di gestirle nella loro impetuosità. La sua fiducia nella forza di Lola, la sua capacità di attendere, di incentivarla a fare il primo passo, di lasciarle spazio, le daranno modo di acquisire sicurezza e di capire che non è sempre necessario fare una scelta tra passione per il lavoro e passione sentimentale, che è possibile trovare degli equilibri.

Il mio cuore si gonfia
si gonfia
si gonfia
e scoppia.

Lola è un po’ tutte noi quando ci abbandoniamo alle nostre passioni letterarie cambiando mondo e fingendo che la realtà sia solo una cosa complicata che affronteremo più tardi… mi ha fatto molta tenerezza. Ho trovato adeguato, nei suoi confronti, l’atteggiamento remissivo di Oliver. Più che passivo, l’ho trovato rispettoso e fiducioso, ma anche determinato nello stabilire il limite inaccettabile di essere trattato come una cosa che si può prendere e lasciare a piacimento.

«Non ho ben capito se tu eri davvero preoccupata che questo rapporto potesse interferire con la tua carriera o se stavi cercando di prendere tempo prima di lasciarti andare all’amore. In entrambi i casi, non so che farci. Entrambe le alternative mi fanno schifo.»

Ho adorato Sensuale e seducente come tutti gli altri della serie, sia per la trama tutt’altro che banale e la profondità della caratterizzazione dei personaggi, sia per la qualità dello stile delle due autrici che pubblicano con lo pseudonimo di Christina Lauren, in particolare nelle scene erotiche dettagliate e sensuali, mai volgari.

Lui si muove, cioè non si sta solo muovendo, mi sta scopando di brutto, ed è Oliver, ed è già dentro di me, e si muove con forza dentro e fuori, gemendo contro il mio collo.

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Lady O” di Charlotte Lays

Buongiorno fenici oggi la nostra Aina ha recensito ...