Home / Recensione libri / Recensioni MM / Recensione: “Una sensuale ribellione” di K.J. Charles * Consorzio di gentiluomini #2

Recensione: “Una sensuale ribellione” di K.J. Charles * Consorzio di gentiluomini #2

 

♦ traduzione a cura di Claudia Milani

Triskell Edizioni, acquistabile qui ♦

 

Trama viola

Silas Mason non nutre illusioni riguardo a se stesso. Non è socievole e neanche attraente. Idealista aggressivo, libraio radicale e autore di libelli sediziosi vive per la rivoluzione… e per i mercoledì. Ogni settimana si incontra anonimamente con lo stesso uomo, nel quale Silas ha scoperto la giusta combinazione di affinità intellettuale e assoluta obbedienza alla sua dominazione sessuale. Ma senza che Silas lo sappia, il suo più caro amico è anche il suo peggior nemico, con il potere di farlo impiccare o risparmiargli la vita.

Funzionario del Governo leale e di nobili natali, Dominic Frey è lacerato dalla sua storia con Silas. Alla luce del giorno non riesce a comprendere il desiderio inebriante che settimana dopo settimana lo spinge a incontrare il radicale. In camera da letto, ogni altra considerazione svanisce. I loro bisogni collimano e i due uomini sono uniti dalla comprensione per le rispettive debolezze. Ma quando l’impegno politico di Silas gli fa guadagnare una condanna a morte, il desiderio si scontra col senso del dovere e Dominic si trova nella condizione di fare tutto ciò che è un suo potere per salvare l’uomo che gli ha rubato il cuore.

Recensione viola

“Una sensuale ribellione” è il secondo libro nella serie “Consorzio di gentiluomini” di K.J.Charles. Il primo libro lo avevo considerato come l’inizio promettente di una bella serie di romanzi romance storici M/M, con questo secondo racconto, mi sento di poter dire con tutto il cuore che l’autrice ha scritto la storia perfetta.

È uno dei romanzi migliori che ho letto in questo genere. Il momento storico scelto per l’ambientazione di questo racconto è tra uno dei più delicati della storia della monarchia britannica, in cui non solo troviamo una forte tensione tra aristocrazia e borghesia, ma si arriva a una vera e propria forma di repressione violenta, che fa aumentare ancora di più il malcontento nella gente comune.

In questo contesto viene raccontata una delle storie d’amore più belle ed emozionanti che io abbia letto, che mostra come un’avventura occasionale tra due sconosciuti possa rivelarsi l’incontro più importante della loro vita.

Due uomini profondamente diversi: Dominic il gentiluomo che lavora per gli Affari Interni e tenta di far rispettare la legge e Silas, il ribelle, l’uomo del popolo, che con la sua passione e i suoi principi, tenta di aprire gli occhi alla gente comune per spingerla a ribellarsi contro le ingiustizie che ne  condizionano la vita.
Due mondi diversi che collidono, in un primo momento inconsapevolmente, non sapendo la reale identità l’uno dell’altro.

I loro incontri settimanali si rivelano per entrambi “un’oasi” in cui poter mettere da parte la dura realtà e trovare la forza per continuare ad andare avanti.
Dominic scopre in Silas l’unica persona che sembra capire il suo bisogno di sottomissione, la sua ricerca dell’umiliazione. Silas, con una naturalezza sorprendente e  senza bisogno di parole sembra capire tutto quello di cui ha bisogno Dominic, tanto che per la prima volta quest’ultimo sente di poter cedere il controllo a qualcuno che di cui si può fidare. Qualcuno che non lo giudica, che si prende cura di lui e finalmente Dominic si sente libero di essere se stesso.

Mercoledì dopo mercoledì il loro rapporto cambia, non è più solo un incontro tra due persone che hanno bisogno di sfogare la propria passione, ma l’incontro e lo scontro tra due menti e due anime che hanno principi molto diversi, due uomini che comunque rispettano le idee l’uno  dell’altro e che si parlano anche attraverso il loro amore per i libri.

Nel momento in cui la verità sulle loro vite viene allo scoperto forse dovrebbero odiarsi, ma invece si trovano davanti a un conflitto diverso, perché nonostante le differenze, hanno cominciato a capire cosa sta dietro le loro motivazioni, a stimarle, anche se la loro lealtà rimane legata a cause profondamente diverse.

«Silas?»
«Dom.» La sua voce era roca. «Ah, diavolo. Penso a te tutto il tempo.»
All’improvviso sembrò che nella stanza ci fosse meno aria, meno luce e che lo spazio si stesse restringendo attorno a loro. «Pensi a me,» ripeté Dominic.
«A te. Ero a un incontro e avevo solo te in testa. Cosa avresti detto, cosa avresti pensato.» Gli passò le dita fra i capelli, sulla nuca, strappandogli un brivido. «È con te che voglio parlare, non con gli altri. Sono nella mischia da venticinque anni e non ho mai dubitato nemmeno per un minuto, e poi arrivi tu…»

Leggendo il primo libro avevo già intuito le potenzialità della storia di Dominic e Silas, ero sicura mi sarebbero piaciuti. Quello che non mi sarei aspettata, invece, era di scoprire a questo punto, dopo tanti anni dalla rottura tra Dominic e Richard, quanto sia ancora forte legame tra i due, quanto entrambi stiano ancora soffrendo per una loro rottura che era inevitabile, vista la loro incompatibilità.

«Io e Richard non siamo più amanti da molto tempo…»
«Ma ognuno di voi è da sempre l’amore della vita dell’altro,» lo interruppe Julius. «Oh, per l’amor del Cielo, Dominic. Avete pianto sulla fine della vostra storia per oltre un decennio, e nessuno ha mai preso il posto dell’altro nei rispettivi cuori. Quando sono andato con Richard, avresti benissimo potuto essere nella stanza, per quanto il letto mi sembrava affollato.»

Richard ha un codice morale ferreo, che applica nei confronti di tutti, senza nessuna esclusione. I suoi atteggiamenti sono così rigidi, senza capacità di giungere a compromessi, da creare intorno a lui una vera e propria gabbia, una prigione che lo porta verso l’infelicità.  In questo caso, però il suo rifiuto e le sue convinzioni lo hanno portato a ferire in modo irrevocabile Dominic.

D’altra parte in lui c’è anche un forte istinto protettivo verso i suoi amici e la sua lealtà nei loro confronti lo rendono unico, quindi è un po’ difficile nutrire sentimenti completamente negativi per lui. Ho già una mezza idea su chi potrebbe essere in futuro l’uomo che cambierà la sua vita, o almeno spero che la cambi, e dopo aver letto questa storia non posso che aspettarmi un altro libro altrettanto meraviglioso, ma ci sarà da aspettare ancora un po’.

Mi sono innamorata di Silas e Dominic, per il tipo di amore che rappresentano, per gli uomini che sono e per quello che sono stati in grado di dare l’uno all’altro: tutto.

“…Mercoledì dopo mercoledì, settimana dopo settimana, sono diventato tuo.”

Consiglio a tutti di leggere questo romanzo, che siate amanti dei romance storici o meno, perché alcune storie d’amore vanno al di là del tempo in cui vengono raccontate e mostrano una bellezza e una purezza di sentimenti che, anche solo leggendole, fanno sognare e fanno stare bene.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

 

Recensione Ayliss72

 

Editing a cura di MagaMagò

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Forza e Coraggio – Serie: Armi e Bagagli #2” di Abigail Roux e Madeleine Urban

Titolo: Forza e Coraggio Serie: Armi e Bagagli ...