Home / M//M / Recensione: “In sella col diavolo” di K.A. Merikan ♦ Coffin Nails MC #1 * Sex & Mayhem #2

Recensione: “In sella col diavolo” di K.A. Merikan ♦ Coffin Nails MC #1 * Sex & Mayhem #2

 

♦ Traduzione a cura di Martina Nealli.

Acerbi & Villani ltd, Acquistabile qui 

Trama azzurro

 Quale idiota metterebbe le mani addosso al figlio del presidente?

Denti. Vice presidente del Coffin Nails Motorcycle Club. Votato alla vendetta. L’ultima cosa che gli occorre è una marchetta a cui fare da babysitter.

Lucifer. Caduto. Smarrito. Solo.

Dopo un’infanzia desolata e all’insegna degli abusi, seguita dal suicidio della madre, Lucifer si è ritrovato solo al mondo, costretto ad arrabattarsi per andare avanti giorno dopo giorno. Suo padre, presidente del Coffin Nails Motorcycle Club, non gli ha mai prestato né attenzioni né affetto. Per questo, quando i Nails si presentano al locale dove lavora come spogliarellista e tuttofare, l’ultima cosa che Lucifer si aspetta è di finire sotto la custodia di Denti, il vice presidente del club, famoso per i suoi spietati interrogatori. L’uomo è la bestia più sexy che il ragazzo abbia mai visto, ma è anche più vecchio ed eterosessuale – insomma, un prurito che Lucifer non ha speranze di grattare.

La vita di Denti è finita dodici anni fa, col brutale omicidio del suo ragazzo. La polizia non ha mai trovato i colpevoli, e tutte le piste si sono rivelate vicoli ciechi; ostinato nel perseguire la propria giustizia, e intenzionato a ritrovare la pace, l’uomo si è unito ai Coffin Nails. Peccato che ad anni di distanza, il caso rimanga aperto, e il fuoco della vendetta continui a consumarlo.

Finché di punto in bianco, Denti non si ritrova a fare da babysitter a un adolescente che nasconde ferite profonde e ha un talento per la fuga. Si è ripromesso di non affezionarsi mai più a nessuno, ma il ragazzino, così sfacciatamente gay, ha bisogno della sua protezione per sopravvivere nel club dei Nails. E ogni giorno che passa, Denti si sente più attratto da quegli occhioni blu… Ma è fuori questione andare a letto col figlio del presidente, anche quando diventa evidente che quella fra loro non è una semplice attrazione fisica.

Quello che Denti non sa è che Lucifer potrebbe anche essere la chiave per trovare la pace mentale che tanto disperatamente insegue.

ATTENZIONE – Dark contemporaneo –  Contenuti espliciti: versamenti di sangue, sesso, parolacce, violenze di vario tipo. Uso inappropriato di strumenti dentistici e latte.

Temi: prostituzione, centauri fuorilegge, crimine organizzato, omofobia, problemi famigliari, coming-out, punizioni corporali, trafficanti d’organi, differenza d’età, ferite da guarire.

 Recensione azzurroPrima di tutto non lasciatevi intimorire e sviare da tutti gli avvertimenti al termine della trama: sì, il linguaggio di questo libro può essere colorito ed esplicito, così come possono esserlo le scene di sesso, ma non siamo di fronte a un dark romance di quelli estremi, pieno di violenza che può essere disturbante.

Letta tutta quella sfilza di cose ho pensato: “E che cavolo?!” – non proprio in questi termini 😉 – ma da tanto tempo una mia cara amica, conoscendo la mia passione per il genere MC (Moto Club) mi aveva caldamente consigliato questa serie.

Questo lo dico perché quella di Lucifer e Denti è una storia molto bella, scritta bene e loro due insieme sono veramente splendidi, per certi versi il loro rapporto è quasi romantico e non vorrei che molte persone rinunciassero a priori a leggere questo racconto. Ho letto libri MC molto più “pesanti”. Di solito i contenuti in questo genere di libri sui biker che creano opinioni contrastanti sono soprattutto per il loro atteggiamento verso le donne – ma essendo questo un libro M/M questa cosa viene saltata a pie’ pari –  e poi sicuramente anche il fatto che i protagonisti hanno un codice morale e delle regole ben diverse dal “resto del mondo”: per loro prima vengono il Moto Club e gli interessi che girano intorno a esso, non sempre leciti, e la fratellanza che unisce tra loro in modo indissolubile i suoi componenti.

“In sella col diavolo”, a differenza di queste storie, è invece incentrato molto su Luci e Denti, sulla loro storia,  su quello che provano e succede tra di loro, i Nails che li circondano creano un contesto particolare, che fa nascere per loro delle difficoltà a causa della mentalità piuttosto chiusa e un po’ omofoba degli altri biker, ma dopotutto Luci è il figlio del Presidente dell’MC e Denti il Vice-presidente, quindi tutto è relativo.
Mi sono piaciute un sacco di cose in questa storia.
Prima di tutto i due protagonisti, così diversi, in tutto e per tutto, ma al tempo stesso perfetti insieme.
Il passato non è stato clemente né con Denti né con Luci. Il primo ha trovato una nuova famiglia nei Nails, dopo aver vissuto a contatto con una realtà abbastanza dura e pericolosa, a causa della quale ha perso l’unica persona che amava e a cui era legato, Tracy, un ragazzo gay che si prostituiva. Il suo caso di omicidio è rimasto irrisolto nel tempo e continua a tormentare Denti nel profondo dell’anima, che non riesce a superare la sua perdita e i sensi di colpa.
k-a-merikan-sex-mayhem-series-rfsDenti è un uomo adulto, ha un fisico imponente, è diretto, leale, sa essere brutale quando serve: il suo soprannome infatti gli è stato affibbiato grazie alla sua capacità di estorcere informazioni utili ai Nails, durante gli interrogatori a cui sottopone le persone.
Luci invece è un ragazzino, giovane, bello, anzi bellissimo, molto sveglio e secondo me molto tosto, anche se lui pensa il contrario di se stesso. È cresciuto senza un padre e con una madre che non si è mai occupata di lui, arrivando addirittura a suicidarsi. Senza nessuno a cui appoggiarsi è riuscito ad andare avanti, a sopravvivere, mettendosi a lavorare in un locale, facendo un po’ di tutto, arrivando a usare anche il suo corpo come strumento, facendo lap dance per clienti gay oppure arrivando a offrire anche qualcosa di più.
La sua non è certo una vita facile o che si augurerebbe alla persona amata, ma in qualche modo è riuscito a darsi delle regole e gestirla in modo da renderla il più sicuro possibile. È furbo, smaliziato e sempre comunque se stesso, ostentando la sua omosessualità, anche in modo provocatorio. Dentro di sé prova mille insicurezze, non riuscendo a percepire la sua vera forza.
Spinto da non si sa quale rimorso di coscienza, di punto in bianco appare il padre nel locale dove lavora Luci e lo obbliga ad andare a vivere con i Nails, affidandolo alla sorveglianza ravvicinata di Denti per non farlo scappare.
Questa è stata la parte del racconto che ho amato di più, vedere Denti e Luci cominciare a conoscersi e studiarsi mentre vivono insieme e senza volerlo,  vedere come la presenza di uno nella vita dell’altro faccia nascere tra loro un legame e un equilibrio naturale, nonostante Lucifer creda che Denti sia etero.
Denti è un uomo nato per proteggere, la sua vicinanza riesce a trasmettere a Luci la calma e la sicurezza di cui ha bisogno. Si prende veramente cura di lui e mi è piaciuta molto la “fisicità” del loro rapporto. Denti ha una natura da vero Dom, il BDSM fa parte della sua vita e predilige avere il controllo.  Luci, al contrario, è più incline alla sottomissione, anche se la sua impertinenza lo porta sempre a sfidare e pungolare Denti per ottenere quello che vuole.
La loro storia mette in mostra così tante sfaccettature di un rapporto che è impossibile non amarli: passione, carnalità, affetto, dolcezza, calore, amore.
Un amore che mette a rischio tutto quello che Denti ha costruito negli anni, il legame che lo unisce agli altri biker dei Nails, ma questo per lui non è mai stato fonte di incertezze nell’accettare i sentimenti che prova per Luci, mai una volta l’ho visto negare o dissimulare quello che prova per Lucifer.

Oltre a loro due come protagonisti, mi sono piaciuti molto anche gli altri personaggi del libro, con i loro difetti e i lati positivi, le indecisioni e le loro mancanze. La trama di “In sella col diavolo” è veramente buona, romance a parte, abbastanza movimentata e ricca di colpi di scena e molto di questo lo si deve anche al resto dei Nails.
Insomma mi è piaciuto tutto il “pacchetto” che ci hanno regalato le due autrici e non vedo l’ora di leggere altre loro storie.

Fiamme-Sensualità-Super-Hot NUOVA

Asce-voto-2

 

Recensione: Ayliss72

 

Editing a cura di: Bettina

 

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione:”Escort” (sinners & saints #1) di F.V. Estyer

care Fenici,appuntamento con con una serie bollente,Sinners & ...