Da non perdere
Home / Recensioni libri cult / Recensione: “Seduzione Demoniaca” di Nadine Mutas (serie Love and Magic #1)

Recensione: “Seduzione Demoniaca” di Nadine Mutas (serie Love and Magic #1)

Care Fenici, una entusiasta Dada ci parla di “Seduzione Demoniaca” di Nadine Mutas (serie Love and Magic #1)

Attenzione: il romanzo include parecchie battute salaci e molto umorismo feroce, per non parlare di un eroe demone dal fascino dissacratore in grado di sciogliere le mutande con lo sguardo.

Quando l’incantesimo della seduzione è più potente della magia…

Nel tentativo disperato di salvare sua sorella, rapita da un demone, la strega Merle MacKenna infrange la legge delle Anziane. Come ultima risorsa per rintracciare il rapitore, Merle libera un altro demone, Rhun, dalla prigione magica delle Ombre. Decisa a vincolare nuovamente Rhun dopo che egli l’avrà aiutata, Merle si ripromette di tenerlo sotto stretto controllo. Il che si rivela più facile a dirsi che a farsi, quando il suo demone personale è deciso a insinuarsi col proprio fascino fin nelle sue mutandine… e nel suo cuore.
Dopo aver passato vent’anni nelle Ombre, vincolato per un crimine che non ha commesso, a Rhun importa ormai solo di se stesso. Il suo piano è semplice: sedurre la bella streghetta, rubarle i poteri, rompere il legame magico che lo vincola a lei e vivere felice. Ma quando un orribile tradimento tra le fila delle streghe costringe Merle e Rhun a lavorare ancora più a stretto contatto, il piano di Rhun gli si ritorce contro… e lui finisce con l’affezionarsi alla strega che aveva intenzione di raggirare. Mentre i suoi sentimenti non voluti per Merle vanno a cozzare contro il suo bisogno di essere libero, Rhun giunge faticosamente a una conclusione amara: essere un bastardo arrogante è molto più difficile quando c’è di mezzo l’amore.

«Nella fame, nel dolore e nelle tenebre profonde, nascosto dalla luce» mormorò, «ti vincolo nelle Ombre, nella notte eterna e truce». Le Ombre giunsero rapide, serpeggiando attorno alle gambe di Rhun e risalendo verso l’alto. «In catene e impotente, languirai esangue…» La sua voce si incrinò. Rhun sostenne il suo sguardo, l’aura ferma, colma di affetto e di fiducia. «… per sempre prigioniero della magia del mio sangue.»

Salve Fenici!

Oggi vi parlo di Seduzione Demoniaca, primo libro della serie Love and Magic, che dopo una iniziale pubblicazione nel maggio del 2015, è tornato negli store nel luglio di quest’anno grazie alla CreateSpace Independent Publishing Platform.

Inizio col dirvi che questo paranormal romance è stata una scoperta sorprendente e consiglio a tutte le lettrici di dare una possibilità ai personaggi accattivanti e alla trama coinvolgente che la Mutas è stata in grado di creare.

Il nostro protagonista maschile è Rhun, demone bluotezzer dal corpo scolpito e dalla voce profonda. Rappresenta il pericolo nascosto da una pelle di velluto, si nutre di dolore, piacere e sangue ed è l’unico che può aiutare Merle a ritrovare la sua adorata sorella, Maeve. È questo il motivo per cui la giovane strega è costretta a liberarlo dalle Ombre, un luogo di dolore e pena senza fine, in cui il demone è stato rinchiuso proprio dalla nonna di Merle. In cambio il demone otterrà la possibilità di riassaporare la vita, ma solo il tempo necessario a catturare il colpevole, perché, adempiuto il suo dovere, verrà rispedito nelle Ombre. Ma per un do ut des, Rhun pone la condizione che sia Merle a sfamarlo.

La nostra protagonista appartiene, invece, alla stirpe delle MacKenna, una delle famiglie di streghe più antiche e potenti. Dopo la morte di sua nonna, sua madre e sua sorella maggiore, tocca a Merle rivendicare il proprio posto nel consiglio delle Anziane, cosa che ancora non si sente all’altezza di fare. Maeve rappresenta per Merle ciò che resta della sua famiglia e per ritrovarla è disposta a tutto, anche ad affidare la propria vita (e ahimè, il proprio cuore) a un demone.

Merle non si era mai, mai sentita così maledettamente nuda e vulnerabile. Rhun le aveva strappato la parte più importante della sua identità, l’aveva lasciata con la sensazione che le avessero amputato l’anima. Faceva male. Molto. Male.

Sono la paura e il fascino di Rhun, in pari misura, ad attrarre Merle e l’incontra tra i due protagonisti è un’esplosione per i sensi, condita da un po’ di sarcasmo.

Quel bastardo doppiogiochista di un demone. L’aveva molestata, l’aveva quasi uccisa, l’aveva lasciata quasi distrutta sul pavimento. Peggio ancora, aveva avuto l’ardire di baciarla… e di far sì che le piacesse. Gli avrebbe fatto il culo per questo.

Ritrovare Maeve non sarà, però, un’impresa semplice. I tradimenti sono dietro l’angolo e, forse, non saranno sufficienti le capacità di Rhun… Qualcuno di più potente dovrà dare una mano, chiedendo in cambio qualcosa a cui la nostra Merle non intende rinunciare.

Non si tratta della solita storia trita e ritrita. Il mondo creato dalla scrittrice è pregno di incantesimi e di magia, buona e cattiva. Ci sono i demoni, con i loro poteri e le streghe, con i loro grimori. A dominare su tutti, le Potenze, a cui spetta il compito di mantenere l’equilibrio e di richiedere il pagamento di un “prezzo” per ristabilirlo, ogni qualvolta un essere ricorre alla magia. E poi c’è l’amore…

L’amore pensò, è sentire il dolore di un’altra persona più del proprio.

Lo stile narrativo è fluido, coinvolgente e i personaggi arguti e ben caratterizzati. Mi riferisco non solo ai protagonisti di questo primo volume, ma anche alle “comparse”, alle quali spero saranno dedicati gli altri volumi della serie.

Consigliatissimo!

#1  Seduzione Demoniaca

#2  Desiderio Demoniaco

#3  Tentazione Demoniaca

#4  Passione Demoniaca

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “Rossa d’Irlanda” di Theresa Melville

Buongiorno Fenici, oggi Dada ci parla di “Rossa d’Irlanda” di Theresa Melville Irlanda, ...