Da non perdere
Home / Recensioni MM / Recensione: “Persi e Ritrovati” di Lucy Lennox & Sloane Kennedy (serie Twist of Fate #1)

Recensione: “Persi e Ritrovati” di Lucy Lennox & Sloane Kennedy (serie Twist of Fate #1)

Care Fenici, oggi Kiki ci parla di “Persi e Ritrovati” di Lucy Lennox & Sloane Kennedy (serie Twist of Fate #1)

Aveva promesso di non lasciarmi mai. Ma, quando avevo avuto più bisogno di lui, è stato esattamente ciò che ha fatto.
La guida escursionistica Xander Reed ha passato quindici anni a cercare di dimenticare la notte in cui, nel momento più difficile della sua vita, si era rivolto al suo migliore amico, solo per scoprire che il ragazzino che gli aveva promesso di stare sempre dalla sua parte gli stava voltando le spalle. Tremila chilometri e quindici anni dopo, si è costruito una nuova vita in un luogo tranquillo ai piedi delle Montagne Rocciose. Dovrebbe essere abbastanza per togliersi dalla mente il ricordo di Bennett Crawford, ma le vecchie ferite sono dure a rimarginarsi e, quando Bennett riappare all’improvviso in quanto membro della spedizione che lui dovrebbe capeggiare, le cicatrici si riaprono.
Avevo sempre e solo desiderato proteggere Xander da altri dolori. Non avevo mai pensato che dovesse essere difeso proprio da me…
Bennett Crawford ha dovuto affrontare una scelta impossibile la notte in cui il suo migliore amico gli ha chiesto aiuto. E ha preso quella sbagliata.
In qualità di unico erede di una delle famiglie più abbienti del New England, avrebbe dovuto avere il mondo ai suoi piedi, ma perdere il suo migliore amico alla giovane età di quattordici anni ha cambiato tutto. E benché Bennett sia riuscito a nascondersi dietro una maschera di contentezza e abbia preso posto accanto al padre alla guida dell’azienda di famiglia, dentro di sé sta cercando quella parte che è andata persa la notte in cui Xander Reed è uscito dalla sua vita. L’unica ancora di salvezza di Bennett è il suo lavoro con un gruppo di ragazzini di città e, quando gli viene data la possibilità di mostrare loro che esiste un mondo molto più vasto ad attenderli là fuori, se hanno il coraggio di farsi avanti, la sfrutta.
Ma quando scende dal pullman, per una settimana che avrebbe dovuto essere di solo divertimento e avventura, viene catapultato nel passato non appena scopre che la loro guida altri non è che il ragazzino che ha lasciato andare così tanti anni prima. Solo che il ragazzo insicuro e dall’animo dolce che conosceva non esiste più e, al suo posto, c’è un uomo amareggiato e ombroso che non è interessato a offrire seconde possibilità.
Le persone se ne vanno. Adesso lo so, e nulla di ciò che Bennett ha da dirmi cambierà qualcosa…
Tutto ciò che Bennett desidera è mostrare a Xander che la loro amicizia era solo l’inizio. Ma quando questi si rifiuta di ascoltarlo, si rende conto che dovrà giocare sporco.
Perché ora che lo ha ritrovato, non lo lascerà andare una seconda volta…

 Il libro di cui vi parlo oggi è Persi e Ritrovati di Lucy Lennox & Sloane Kennedy, primo volume della nuovissima serie Twist of Fate, pubblicata in Italia da Triskell Edizioni.

Care Fenici, che bellissima sorpresa, questo libro! Me lo sono goduta dalla prima all’ultima riga, con un crescendo di apprezzamento verso i personaggi e l’ambientazione in cui si svolge la trama. Per essere un romanzo scritto a quattro mani ha una fluidità estrema, tanto da non far capire al lettore il cambio di penna da un capitolo all’altro.

Persi e Ritrovati ha tutti quei punti di forza che lo rendono un libro delizioso: protagonisti interessanti e dalle storie verosimili, coprotagonisti che fanno ben sperare per i prossimi volumi, narrazione spedita e un’ambientazione da favola ai piedi delle Montagne Rocciose.

Xander Reed e Bennet Crawford non si vedono dalla sera di quindici anni prima, quando gli eventi in cui rimangono coinvolti li separano in maniera definitiva. Il destino, richiamato nel nome della serie, mette a dura prova i quindicenni di allora, amici per la pelle e confidenti. Ne escono entrambi con le ossa spezzate, Xander più di tutti. Credeva, infatti, che nel momento di estremo bisogno Bennet non lo avrebbe mai lasciato solo, ma purtroppo non è così. Rancore e dolore lo allontanano per sempre, rendendolo un uomo schivo, arrabbiato e sempre sul chi va là. Diventa una guida escursionistica e vive la sua vita tra le montagne, luogo capace di infondergli grande serenità.

Tutto si aspetta, Xander, tranne che di incontrare di nuovo Bennet. E invece se lo trova di fronte, a capo di un gruppo di adolescenti in una settimana di camping in montagna, a cui proprio lui deve fare da guida.

Benché non facesse più parte della mia vita da molti anni, sapevo che nel profondo del mio cuore, dove da tempo non mi permettevo più di entrare, non era cambiato nulla. Bennett Crawford era mio. Lo era da tanto e lo sarebbe rimasto per il resto delle nostre vite. Ma ciò non voleva dire che potessimo stare insieme. Perché lui mi aveva tolto la terra da sotto i piedi, e io non sarei mai più riuscito ad affidargli il mio cuore.

Inizia così, di malavoglia, un viaggio che i due uomini devono fare assieme. Non solo un viaggio fisico attraverso un panorama mozzafiato, ma uno fatto nei ricordi, alla ricerca dei motivi che li hanno allontanati. Sono brave, le autrici, a dare al lettore a poco a poco le informazioni che servono a capire cosa sia veramente successo, senza appesantire la lettura.

Il tema fondamentale di tutta la narrazione è il senso di colpa, ovviamente. Bennet è un uomo pieno di rimpianti, che rivolge lo sguardo al passato e vede il ragazzino che era, e vorrebbe poterselo dimenticare. Sa che con le sue azioni ha spezzato il cuore a Xander, e porta con sé la consapevolezza di non poter essere perdonato. Xander, dal canto suo, deve capire che cosa vuole: è vero che con le sue azioni Bennet lo ha ferito, ma forse è ora di voltare pagina e andare avanti, perché anche il cuore di Bennet non è mai più stato completo senza di lui. Il grande bisogno di riavere l’amico accanto a sé lo aiuterà a superare il passato, attraverso un viaggio malinconico e taumaturgico. I due amici, che presto diventano amanti, capiscono in fretta l’origine del vincolo che li lega: solo Bennet sa riempire il cuore di Xander e solo quest’ultimo è in grado di renderlo completo.

Ciò che rende speciale questo libro sono anche i personaggi secondari, uno più bello dell’altro. Primo fra tutti Aiden, l’amico di Bennet, che come lui accompagna i ragazzi: sbruffone, playboy, affascinante… Sarà il protagonista del prossimo libro, e io non vedo l’ora di leggerlo. Menzione d’onore per i ragazzi del gruppo camping: le autrici ne descrivono le storie e le interazioni in maniera favolosa, arricchendo la narrazione con tante piccole finestre sulle loro vite.

Un romanzo che non posso non raccomandare a tutti. Grazie Triskell di avercelo fatto leggere!

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Guardia e Ladri – Serie Delitti e Disastri #2” di Rhys Ford

Buongiorno Fenici, oggi Lucia ci parla di “Guardia e Ladri – Serie ...