Home / Recensioni MM / M//M / Recensione: Perfette imperfezioni, di Cardeno C.

Recensione: Perfette imperfezioni, di Cardeno C.

♦ Traduzione a cura di Barbara Cinelli.

Triskell Edizioni, acquistabile qui ♦

trama-rfs-viola

Jeremy Jameson, star di Hollywood, ha condotto una vita protetta, con la musica come suo unico scopo e sua unica amica. Prima di intraprendere un altro tour internazionale di concerti, entra in un bar, in un luogo nel bel mezzo del nulla, e incontra un uomo che lo conquista con il suo sorriso amichevole e il modo di fare accomodante.

Il contabile/barista/uomo in cerca di avventura Reg Moore si diverte a parlare e bere con Jeremy Jameson, e non sa dire di no quando la rock star, presunto eterosessuale, gli fa un’offerta che capita una volta sola nella vita, chiedendogli di tenergli compagnia durante il tour e di interpretare la parte del suo fidanzato.

Ascoltare musica, viaggiare per il mondo e fare cose pazze è divertente. Innamorarsi è ancora meglio. Ma per poter stare con Jeremy anche dopo che le luci si sono spente, Reg dovrà aiutarlo a capire che non c’è niente di finto nella loro relazione.

recensione-rfs-viola

Il binomio Cardeno C e romanticismo è inscindibile, ancora una volta confermato da questa splendida storia.

L’ambientazione è quella musicale e il protagonista è una famosa rock star, Jeremy Jameson. Figlio d’arte con un notevole talento, Jeremy ha da sempre vissuto nel lusso e viaggiato in lungo e in largo spesso circondato da donne bellissime a sua disposizione, e da PR che si sono sempre presi cura di tutto lasciandolo unicamente ad occuparsi del suo unico e vero amore: la musica. Arrivato all’età di trent’anni però si sente stanco di questa vita e, quando gli è possibile, cerca di allontanarsi da tutto ciò che la notorietà implica, vale a dire la completa mancanza di privacy e l’essere sempre sotto i riflettori. Durante una di queste fughe entra in un bar e conosce Reggie, il barista, che pur riconoscendo in lui il famoso cantante, lo tratta come un qualsiasi altro cliente, quasi da amico, cosa che a JJ non è mai successa.

Da qui la proposta di Jeremy al ragazzo: partire con lui in tournée e fingersi il suo fidanzato.

«Dimmi che verrai in tour con me.»
«Vediamo, ascolterei musica, vedrei il mondo, berrei buona birra e me ne andrei in giro.» Reg fece una pausa, cercando di pensare se mancava qualcosa e visto che non gli sovveniva nulla, disse: «Perché non dovrei farlo?»

«Vedi? È questo che intendo.» Jeremy diede un morso alla banana e continuò a parlare mentre masticava. «Tutti quelli con cui sono uscito volevano venire in tour per stare con me, ma sai perfette-imperfezioni-cardeno-ccosa? Non era vero. Ciò che vogliono è fare le cose che gli piacciono. Gli piace il fatto del tappeto rosso, ma il resto li annoia e stare soli con me gli dà fastidio, e poi si incazzano e si risentono, e io non ho certo bisogno di quello mentre sto lavorando. È già abbastanza difficile stare sul palco sera dopo sera, okay? Quando devo fare le cose che odio, ho bisogno di aver con me qualcuno che mi aiuti, non qualcuno a cui devo badare o con cui mi devo scusare. E ho bisogno di relax nei miei momenti di pausa.»

Quello che immediatamente colpisce è l’estrema solitudine di Jeremy. Potrà essere ricco e famoso, permettersi tutto ciò che vuole e avere orde di fan che vanno in visibilio per lui, ma non ha nemmeno un amico. Non una sola persona che lo conosca realmente, che lo abbracci quando ne ha bisogno, che lo tranquillizzi, che lo faccia divertire, che lo capisca e lo faccia sentire veramente se stesso. Anzi è giunto quasi al punto da essere uno sconosciuto persino a sé stesso.

Per fortuna il destino ha pensato bene di mettere Reg sulla sua strada. Anche se più giovane, con il suo carattere solare, dolce e sincero, Reggie lo comprende come nessuno ha mai fatto.

Durante la tournée però i sentimenti di Reg virano velocemente dalla semplice amicizia all’amore.

Nelle sue più stravaganti fantasie, era vero. Quando Jeremy gli aveva offerto la possibilità di andare in tour e vedere il mondo, non ci aveva visto alcun fattore negativo. Viaggiare, l’avventura, la musica e un ragazzo divertente con cui  passare tutto il suo tempo. Tutte cose buone. perfette-imperfezioni-cardeno-cMa mentre i giorni e le settimane e i mesi passavano, Reg si era reso conto che non aveva considerato una cosa: di sviluppare dei sentimenti per Jeremy che andavano al di là dell’amicizia. Il modo in cui il suo cuore aveva pulsato quella mattina, quando era riuscito a tenere Jeremy fra le braccia e a respirare il suo odore, gli aveva confermato ciò che in fondo sapeva già: da parte sua, l’unica cosa finta che stava facendo in quella relazione era fingere di fingere. Perché i suoi sentimenti per Jeremy erano reali.

Reggie con infinita pazienza e delicatezza, con spensieratezza e un velo di follia, porta Jeremy a far emergere il suo io più profondo e a passare da quella relazione amorosa iniziata come finzione a una splendida realtà.

Nessun altro lo avrebbe sopportato, figuriamoci se gli sarebbe piaciuto. Nessuno eccetto quel bellissimo, divertente, intelligente uomo sotto di lui. Jeremy non era ingenuo: sapeva che le relazioni raramente duravano a lungo nel suo mondo. Ma sapeva anche che non si era mai sentito così completo, più sicuro e più in pace di come si sentiva da quanto Reg era entrato nella sua vita. E sapeva quanto quello fosse raro e prezioso.
perfette-imperfezioni-cardeno-c«Non lasciare che ti spinga via,» implorò. «I miei genitori non erano come i tuoi.» Deglutì la densità che percepiva in gola. «Non ho mai conosciuto nessuno così nella vita reale. Ma penso, se vuoi, forse… ma dovrai aiutarmi perché non so come.» Guardò Reg con aria implorante. «Mi aiuterai a tenerti?»
«A volte mi spezzi il cuore,» sussurrò Reg. «Mi uccide il pensiero di quanto tu sia stato solo.» Tirò Jeremy verso il basso, si infilò la sua testa sotto il mento e lo strinse. «Sono così felice di averti trovato.»

Ho amato molto i protagonisti, in particolare Reg perché… beh, è Reg!
Jeremy… non che lo abbia amato di meno, ma alcune volte il suo atteggiamento capriccioso – tanto amato da Reggie – mi ha fatto venir voglia di prenderlo a schiaffi. Perdonato? Si, certo, il non aver mai ricevuto calore umano e il suo gran bisogno d’amore hanno fatto breccia anche nel mio cuore.

Cosa posso dirvi a questo punto? Se volete una storia romantica, divertente, fresca, frizzante e sexy, dovete assolutamente leggere questo libro, fa proprio al caso vostro.

Non lasciatevelo scappare.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Recensione a cura di:

Mirtilla66 nuova

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: Per volere dei cieli di N. J. Lysk

Titolo: Per volere dei cieli Autore: N. J. ...