Da non perdere
Home / Recensioni MM / Recensione “Perfect Stranger” di Runny Magma

Recensione “Perfect Stranger” di Runny Magma

TramaUn gay musical. Una metal band. E due uomini più simili di quello che pensano…

Una compagnia teatrale sta allestendo uno spettacolo che racconta in musica una storia d’amore tra due ragazzi. Andrea, in qualità di regista e interprete, ci sta mettendo tutto se stesso, anche perché potrebbe trattarsi dell’occasione giusta per continuare a fantasticare su Samuele, il rocker piovuto nella compagnia solo per migliorare l’interpretazione e la presenza sul palco. I due mondi appaiono lontanissimi. Samuele non solo è rozzo e scontroso, ma pure sciupafemmine. E questo dovrebbe togliere ogni speranza ad Andrea, se non fosse che Samuele comincia a provare un certo gusto nello studiarsi la parte…

Recensione

Perfect  Stranger è il titolo più azzeccato per questa storia, perfetti estranei sono infatti i due protagonisti , nonostante partecipino allo stesso musical che devono mettere in scena e trascorrano molto tempo insieme; vivono infatti, una vita diametralmente opposta, quasi  inconciliabile.

Andrea, regista ed interprete dello spettacolo, gay dichiarato è una persona, seppur dall’aspetto delicato, estremamente forte e seria, reduce da una brutta storia con Massimo, disabile, ma soprattutto alcolizzato; al contrario, Samuele è un  farfallone, con un gran brutto carattere ed etero convinto, almeno fino a quando, per esigenze di copione, create ad hoc dalla sceneggiatrice, ben consapevole della passione di Andrea per Samuele, si vede costretto a baciarlo.

Da questo momento iniziano per Samuele i problemi e le domande sulla propria sessualità.

Mi è piaciuta molto la sua evoluzione, su cui si incentra la storia a mio parere, il suo passare da un’avventura all’altra, senza provare empatia o vero trasporto per le occasionali compagne, uscendone sempre insoddisfatto, avvertendo la mancanza di una connessione, che riesce a trovare, anche se lo nega, solo con Andrea.

Per una sorta di sfida i due iniziano a frequentarsi come amici per cercare di comprendere le loro diverse realtà.

Andrea partecipa ad una serata di musica con diverse band metal, ed è quello che dimostra aver meno problemi ad adattarsi, al contrario di Samuele, quando si reca in giro per locali insieme ad Andrea. Proprio durante questo giro un certo tipo in leather munito di frustino (da tenere sotto controllo) suscita in Samuele una vena di sana gelosia.

La storia tra i due procede tra alti e bassi fino a concludersi con lo sperato lieto fine, ma se questa storia si conclude, un’altra fa intravedere il suo inizio e spero di non attendere molto per saperne di più.

Complimenti all’autrice, una bella narrazione, scorrevole, divertente, che non vi deluderà sicuramente, tra parentesi ho molto apprezzato che si svolga a pochi chilometri dalla mia città ed anche l’uso del dialetto toscano, che io amo moltissimo.

Un personaggio secondario sono convinta che vi conquisterà: Corinna, la nonna di Samuele, una vera forza della natura e toscanaccia fino al midollo!

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione di Mirtilla66 nuova

Editing di LadyLeonorNUOVA

Recensione “Perfect Stranger” di Runny Magma
Vota qui L\'articolo.

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione: “Panni sporchi” di Heidi Cullinan (Serie Tucker Springs n. 3)

Il vero amore non sempre scorre dritto come un fiume limpido. Ma ...

error: Contenuti di proprietà di RFS