Home / Recensione libri / Recensione: Pazza di te: Un amore ad alta quota (Love with altitude #2) di Daisy Prescott

Recensione: Pazza di te: Un amore ad alta quota (Love with altitude #2) di Daisy Prescott

Il mio salvatore non è il Principe Azzurro.
Non sono così fortunata.
Lui è il mio peggior incubo.
La mia avventura di una notte, di due anni fa.
E non si ricorda di me.
Quello che succede in vacanza non sempre resta in vacanza. E questo vale soprattutto per una località come Aspen. Mi sono trasferita tra le montagne per svolgere il lavoro dei miei sogni, come veterinaria. Non mi sarei mai aspettata di imbattermi nell’uomo dei miei sogni. Di nuovo.
***
Non avrei mai pensato di rivederla.
La mia Cenerentola non mi aveva lasciato nessuna scarpetta affinché la potessi ritrovare.
Non che mi sarebbe servita una calzatura per riconoscerla.
Il suo bacio è stato qualcosa che non dimenticherò mai.
Lavoro duro. Gioco duro. Vengo pagato per fare il mio dovere sulle piste, ma ciò che faccio nel mio tempo libero non è sempre… la scelta migliore. È questo il bello di vivere in una città sciistica. Io resto, mentre le donne vanno e vengono.
Pazza di te è una commedia romantica autoconclusiva ambientata ad alta quota.

 

Mi piace essere noioso e sto bene da solo. O stavo. Mara ha cambiato quella parte. La vita non riguarda ingannare la morte o nascondersi da essa. Siamo qui per godercela e, se siamo fortunati, condividerla con qualcun altro. Mara è la mia persona.” Torniamo nell’incantevole cittadina di Aspen, nella stagione che più di tutte l’ha resa celebre e che io adoro: l’inverno! Lunghe piste da sci innevate, cani da soccorso, slitte che scivolano lungo paesaggi ghiacciati e quel silenzio magico e rarefatto delle fredde serate invernali contrapposto alla vivacità turistica delle poche ore di luce; l’atmosfera si tinge d’incanto! Protagonisti, stavolta, sono il soccorritore alpino (e rugbista per hobby) Jesse e il nuovo “acquisto” cittadino, la veterinaria Mara! Così come i protagonisti del primo volume, anche Jesse e Mara hanno un passato comune, ma non si tratta di un’amicizia di anni, quanto di un’unica notte di passione, seguita da due anni di silenzio. Nessuno dei due ha dimenticato quella notte (anche se solo uno di loro la ricorda per com’è andata davvero!) ma, mentre Jesse è ben deciso a riportare a galla il suo rapporto con Mara, colpito dal suo “fascino farneticante”, oggi come allora, lei cerca in ogni modo di sfuggire al confronto… Cosa è successo quella famosa notte? Tranquilli, anche il lettore ne verrà presto a conoscenza, con un bel flashback che ci riporta al momento più divertente e imbarazzante della loro storia d’amore! In effetti, la loro storia può essere decisamente descritta con questi due termini: divertente e imbarazzante. Jesse è pazzo di Mara, lei come viene più volte ripetuto, sia da lei stessa che da Jesse, è decisamente fuori di testa e, se a volte la sua immaginazione e i suoi monologhi interiori e non danno vita a scene divertenti e/o imbarazzanti, a volte risultano invece frustranti per il povero Jesse e quasi fastidiosi per il lettore. Il mio rapporto di amore/odio con il personaggio di Mara non si è esteso a Jesse, che invece rappresenta il tipico e affascinante playboy pentito: è adorabile il modo in cui si appoccia e interagisce con questa donna stramba, ma per lui bellissima e indimenticabile. Come coppia i due funzionano molto bene, si equilibrano tra loro e si supportano, e mi è piaciuto molto il modo in cui Mara si integra nel gruppo di amici che già abbiamo avuto modo di conoscere nel volume precedente. Lo stile di scrittura è frizzante e pieno di ironia, eppure rimane in un certo senso una storia quasi “pacata”, dai ritmi quotidiani e poco serrati; Il doppio POV ci dà una buona panoramica tanto del lavoro di Jesse e della sua famiglia, quanto dell’adattamento di Mara alla sua nuova vita da veterinaria ad Aspen e alle sue nuove amicizie… oltre ovviamente alla loro storia d’amore! Continuerò sicuramente a seguire questa serie, per soddisfare il mio bisogno di letture divertenti e rilassanti!

«L’amore non dimora nel passato. Vive nel presente, nei nostri cuori e nei ricordi che portiamo con noi. Risiede nel sole e nelle risate. Ovunque guardiamo, in ogni meraviglioso panorama, sentiamo l’amore.»

 

 

 

 

 

Claudia

Avatar
x

Check Also

Recensione: “L’UOMO PERFETTO E’ UN BASTARDO” di Jessica Clare Serie: Roughneck Billionaires #3

Knox Price è sempre stato convinto di non ...