Home / New Adults / Recensione: “Oltre noi l’infinito” di Jay Crownover

Recensione: “Oltre noi l’infinito” di Jay Crownover

Trama

Con i suoi pantaloni di pelle aderenti, un profilo tagliente e un’aria misteriosa, Jet Keller è il protagonista delle fantasie più sfrenate di ogni ragazza. Ayden Cross è cresciuta accanto a tipi poco raccomandabili e di certo non ha intenzione di farsi abbindolare dagli occhi scuri e ipnotici di Jet. Ha paura di bruciarsi, ma, nonostante tutto, anche solo essere sfiorata da lui la accende. Jet non riesce a resistere alle gambe chilometriche di Ayden, infilate in quegli stivali da cowboy, che sembrano sfidarlo. Eppure, più gli sembra di esserle vicino, tanto più è forte la sensazione di non conoscerla. E nel momento in cui capirà di volerla a qualsiasi costo, dovrà fare i conti con qualcuno che ha un’idea di relazione completamente diversa dalla sua. La fiamma iniziale lascerà il posto a un amore duraturo, o consumerà i loro sogni lasciando solo cenere?

Recensione

Jet e Ayden si attraggono in maniera folle, ma entrambi hanno idee diverse sul futuro e per questo si evitano, sentimentalmente parlando, come la peste! Jet vive la vita giorno per giorno, non fa e non vuole fare progetti a lungo raggio, perché non sa bene come si svilupperà il suo futuro a causa del padre, mentre Ayd ha un passato senza sicurezze e certezze e, quindi, cerca la sicurezza economica e sentimentale. Come dicevo due poli opposti: ma si sa che gli opposti si attraggono. Entrambi cercano di vivere la loro vita in maniera normale e, visto che sono coinquilini insieme a Cora, capirete che diventa sempre più pesante la vicinanza tra loro. Infatti Jet, ogni sera, si porta a casa una ragazza diversa, mentre Ayd frequenta Adam, ragazzo posato, serio, tranquillo, tutto ciò che lei vuole. Ma non c’è passione, niente, nada, neanche una piccola scintilla.
Tutto sembra scorrere in modo tranquillo fino al giorno in cui Asa, fratello di Ayd, si presenta alla sua porta per farsi togliere dai guai: eh sì, perché il passato irrequieto di Ayd di cui accennavo prima, è colpa al 90% di Asa, che non è propriamente una personcina a modo. Quindi, fra padri disastrosi e fratelli meglio perderli che trovarli, Ayd e Adam tentano di avere una storia senza correre troppo. Ma per riuscire ad avere il loro lieto fine, dovranno superare tutti gli ostacoli che i due familiari gli metteranno davanti, anche grazie all’aiuto dei loro amici. Un gran bel libro (e se lo dico io che non amo il genere!) che ti tiene incollata alle pagine per sapere come, cosa, dove e quando succederà un patatrac oppure una bella avventura: fa anche riflettere su come, tante volte, sia la paura di sbagliare a far commettere più errori madornali che il non tentare. Scopriamo che tutti i personaggi maschili presenti nei due libri hanno piercing in posti molto hot, e rimani talmente tanto coinvolta nella lettura che ti sembra di essere parte integrante della storia con una voglia pazza di picchiare entrambe i protagonisti! Libro consigliato a chi vuole leggere bella storia d’amore incasinata, dolce e hot .

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

Tayla

Editing a cura di:

AleLale

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “La Ragazza di Cracovia” di Pam Jenoff

In una Cracovia sconvolta dall’occupazione nazista, Emma e ...