Home / Recensione libri / Recensione: “Nodi d’amore” di Lisa Kleypas

Recensione: “Nodi d’amore” di Lisa Kleypas

Trama

Lydia Craven ha deciso di sposarsi seguendo la ragione, non il cuore. Ma il bacio che le ruba il dottor Jake Linley risveglia in lei sentimenti che pensava di aver dimenticato. Potrà davvero sposare un uomo che non ama? Dopo Infine, tu e Sognando te , Lisa Kleypas ci regala il racconto Nodi d’amore, legato anch’esso alla serie dei Giocatori.

Il fresco ombroso interno della cantina li racchiudeva come in un bozzolo, isolandoli dal mondo esterno, dove le ragazze da marito non discutevano di argomenti indecenti con viziosi libertini. Lydia sapeva che non avrebbe mai più avuto l’opportunità di parlare intimamente con l’uomo che l’aveva tormentata e affascinata per tutti quegli anni.

Recensione

Questa frase non è l’incipit del romanzo, ma leggetela bene perché racchiude e forse cela molto più di quello che possa già sembrare esplicito. Ci troviamo in una favolosa Inghilterra, in un’epoca in cui le donne, assorte nel loro compito di donne da marito perfette, volte ad attività confacenti e convenienti al ruolo per cui la società stessa le ha cresciute, mai oserebbero sognare l’amore senza compromessi, né un lavoro da uomo, tantomeno una quasi sfacciata intraprendenza e volitività. Infatti, Lydia Cravan, figlia di uno degli uomini più ricchi e potenti della città, non è certo lo stereotipo della giovane donna promessa, tutta pizzi, merletti e chiacchiere. Lei è ben altro: volitiva, forte, anticonvenzionale e determinata, ama la matematica, la fisica, si trincera nella solitudine dei suoi numeri, perdendosi nei mondi astratti della sue formule, fuggendo, seppur con leggiadra educazione, a tutti gli stereotipi che la società esige, impone e chiede. Ciononostante, decide, guidata da fredda razionalità e dimentica di avere lei stessa un cuore pronto a scalpitare per il vero amore, di sposare un uomo, di cui, pur nutrendo infinita stima e rispetto, non è affatto innamorata. Tuttavia, a dispetto anche di Sara sua madre, da sempre innamorata del marito ed assolutamente fedele all’idea di un’unione solo nell’amore, Lydia sembra decisamente a suo agio nel concentrarsi, anche se poco, in un imminente matrimonio che, oltre a darle garanzie di benessere e rispetto, non le provoca il minimo turbamento né un guizzo, tantomeno il risveglio del cuore. Ma galeotto sarà un bacio, quasi sussurrato, ma turbolento quanto passionale, che il dottor Jake Linley le ruberà la sera stessa del suo fidanzamento. Bacio che Lydia inizialmente archivierà nei meandri razionali della sua mente, non permettendo al cuore di afferrarne l’ardore e cercando, sebbene faticosamente, di cancellarne ogni ricordo. Ma si sa, un cuore arido può divampare ardentemente quando meno te lo aspetti e senza nessun preavviso, prendere il controllo su di noi – su Lydia – offuscandone ogni razionalità, prevalendo sulla ragione.

Era uno splendido maschio, un libertino con una grande tristezza negli occhi.

Una donna che dell’amore conosce così poco, in procinto di unirsi in matrimonio con un uomo che non ama, restia alle faziosità dell’alta società a cui appartiene ma non partecipa, comunque fedele alle sue origini, alla sua educazione, ligia alle buone maniere e al senso del dovere, Lydia è un personaggio sui generis, apparentemente soave e indifesa, mostra un carattere forte, una passione che mal si confà alla sua razionalità matematica, alla ricerca continua di dare una risposta concreta a ogni cosa. Come in un deserto al sole anche nel suo cuore divamperà un incendio indomabile, l’amore quello vero, prepotente, al quale non si può sfuggire, al quale non si vuole sfuggire…

Avrebbe potuto alzarsi in piedi e appoggiarsi all’invitante spazio tra le sue cosce, afferrargli il capo per trarlo verso di sé. Voleva baciarlo di nuovo, esplorare la sua bocca, sentire le sue mani accarezzarle il corpo. Invece rimase seduta…

Una trama in cui può sembrare evidente prevalere un triangolo, ma che in fondo, se parliamo di AMORE, il vero amore, esclude senza chiedere il permesso colui che mai farà battere il cuore di Lydia.
Un romanzo appassionante, seppur breve, in cui la fiamma del desiderio divampa e dilaga oltre anche i protagonisti che, vinti da questo amore, si arrenderanno a esso. Lydia e Jake saranno poderosi nel loro allontanarsi, cercarsi e infine amarsi, così come si perderanno nella tenerezza dei loro sentimenti, azzerando ogni inibizione. Non pensiate però che sia tutto così scontato perché l’amore è strano, a volte duro, altre giocoso e spesso ha bisogno di una piccola spinta. Spinta che non tarderà ad arrivare da mani che vi lasceranno il sorriso sulle labbra, per mezzo di un personaggio che, anche se non protagonista, illuminerà questa trama, spargendo un pizzico di pepe capace di rendere questa ricetta d’amore assolutamente perfetta.
Questo è il primo romanzo che leggo della Kleypas, di cui ammetto non amare il genere, ma che riconosco essere scritto con uno stile narrativo dirompente, privo di veli, audace ma non spinto, in cui un solo bacio riesce ad infiammare ogni senso, ad emozionare e coinvolgere il lettore oltre ogni immaginazione possibile. Una scrittura moderna che si contrappone all’epoca in cui si svolge il romanzo, ma che concorre a fare di esso un connubio perfetto tra passato e modernità, in cui l’amore esiste da sempre e sempre sfocerà come un fiume in piena, i cui argini mai potranno essere contenuti né adesso, nemmeno ieri e mai domani.

 Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

LadyLightmoon

Editing a cura di:

Babila

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: Blood Type di K.A. Linde Blood Type Series #1

A meno di un mese dall’uscita del secondo ...