Home / Recensione libri / Recensione: “Mezzo Vampiro” di Belinda Laj

Recensione: “Mezzo Vampiro” di Belinda Laj

Trama

Julian Laurent non è come gli altri vampiri: lui non ha ricevuto il marchio dal Signore degli Immortali. Per questo motivo la sua permanenza all’interno della Damned Academy non sarà facile; oltre a dover affrontare il disprezzo di vampiri, angeli, demoni e mezzosangue, dovrà vedersela con Mia, una ex ragazza di cui non ricorda nulla. Julian crede che tutti i suoi problemi si riducano a questo, ma presto capirà che in gioco c’è molto di più. I trasformati gli danno la caccia per ucciderlo, e un pericoloso potere che nessuno dovrebbe avere sta crescendo dentro di lui. Grazie a Ray, un altro vampiro, scoprirà cosa è realmente il marchio: uno strumento con cui il loro Signore, Blake, tiene in proprio potere gli immortali. Liberare gli studenti dall’influenza del marchio non sarà affatto semplice, anche perché Julian crede di essere legato a Blake da un filo invisibile, e la realtà è peggio di quanto possa immaginare.

Recensione

Finalmente sono riuscita a confrontarmi con questo romanzo, che non ha disatteso le mie aspettative. La storia ha una trama accattivante ed originale, sicuramente lontana dagli stereotipi a cui siamo abituati: Julian si sveglia in una bara (il mio peggior incubo) e il lettore riesce perfettamente a calarsi nelle pagine e rimanere accanto a lui, vinto dalla confusione e dall’angoscia. Poi si ritrova nei sotterranei bui e fumosi della Damned Accademy (ma ancora lui non lo sa), dove dei giovani bellissimi sono in fremente attesa. Di cosa? Di ricevere il marchio dal Signore degli Immortali e con esso, l’immortalità. Julian, coerentemente con la costruzione del personaggio, impiega un bel po’ di tempo per capire di essere circondato da creature sovrannaturali e, soprattutto, di essere uno di loro, un vampiro. Grazie alla pazienza di Hunter (per cui ho nutrito tanta stima sin da subito, data l’ottusa ostinazione di Julian nel rifiutarsi di accettare la verità) riesce a fare un po’ di chiarezza, e quando Blake Night, Signore degli immortali, fa il suo ingresso nella storia, sembra che tutto possa filare per il verso giusto. E invece no. Perché Julian, per una misteriosa ragione che non ci è dato nemmeno intuire, non riceve il marchio.
Il primo giorno alla Damned Accademy diventa, dunque l’inizio del suo inferno personale. Non solo viene additato quale “mezzo vampiro”, nomignolo con cui vengono indicati gli immortali che non ricevono il marchio: Julian deve anche combattere con la sua sete di sangue, gli sguardi di derisione degli altri immortali e una sorta di attrazione verso Blake Night, l’unico depositario della verità. Non solo. Una irritante ragazza di nome Mia, si presenta come la sua fidanzata, di cui lui, però, non ha alcun ricordo.
Il carattere di Julian è, da subito, ben definito. Arrogante, impulsivo, a tratti estremamente irritante, sia per la sua eccessiva sicurezza di sé, sia, al contrario, per la frustrazione in cui cade.  Ma poi la narrazione, che sembra un po’ stentare perché concentrata sulle domande esistenziali che si pone Julian, subisce una accelerazione e “obbliga” il lettore a stare incollato alle pagine e a chiedersi cosa mai succederà. E ne succedono, di cotte e di crude. Sino a che il cruccio per quel marchio non apposto perde tutto il suo valore, lasciando emergere un presentimento ancora più sconcertante. E mentre Julian, grazie all’interazione di altri personaggi chiave – Hunter, Ray, Mia, Audley, lo stesso Blake Night, per citarne alcuni –  matura un’intuizione dopo l’altra, il cerchio si chiude sino all’epilogo finale che, come suggerisce la sinossi, è davvero un inaspettato colpo di scena (giuro, io non lo avrei mai immaginato).
Con uno stile fluido, una abilità innata a disseminare in ogni pagina tanti piccoli indizi, Belinda Laj ha confezionato un racconto intrigante e coinvolgente. Lo stile piacevole ed una trama non scontata sono gli ingredienti per conquistare i lettori del genere fantasy e non solo.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione a cura di:

AleLale

Editing a cura di:

Aléthéia

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione in anteprima: “Scacco matto, Vostra Grazia” di Rebecca Quasi

Buongiorno Fenici oggi la nostra Emanuela ha recensito ...