Home / Emozioni in tartan / Recensione: “Lord Sin” di Karen Hawkins

Recensione: “Lord Sin” di Karen Hawkins

Trama

Scozia, 1812 – Bello come il peccato, Alton Sinclair, detto Lord Sin, è sempre stato il sogno di ogni donna. L’unica che non ha avuto e che, anzi, ha osato umiliarlo pubblicamente, è stata Rose Balfour. E così sei anni dopo, quando intravede l’occasione di vendicarsi, decide di renderle la pariglia e prendersi ciò che lei gli ha negato. Ma la donna che si trova di fronte è uno sconcertante miscuglio di sensualità e senso pratico che lo incanta, e benché non si possa definire bella nel senso canonico del termine esercita sul suo corpo un richiamo irresistibile. Per giunta, anche Rose sembra incapace di resistere al fascino della sfida, cosa che promette di rendere la sua campagna di seduzione ancor più stuzzicante…

Recensione

Primo libro della serie I diari della Duchessa nonostante sia il classico romance storico con il lieto fine, (ma in fondo ci piace leggerli proprio per questo), è anche un libro molto divertente in cui le situazioni esilaranti si susseguono una dietro l’altra.
Ma non poteva essere altrimenti visto che i due protagonisti, Lord Sin e Rose, sono due personaggi che non sanno rifiutare una sfida.
Se poi tutto parte dalla sete di rivalsa di Sin nei confronti di una Rose che lui considera sfrontata e manipolatrice, (a proposito non può più essere lontano dalla verità), non possono che vedersene delle belle.
Ma tutto questo non basta, se dietro le quinte ad orchestrare il tutto, ci si mette una Duchessa più che mai decisa a trovare una moglie al suo nipote scapestrato, vi potete solo immaginare quello che viene fuori.
Ma prima di tutto voglio presentarvi i protagonisti, per prima giusto per cavalleria, Rose Balfour.

Appariva così fuori posto quella ragazzina dall’aria ingenua, con il suo naso lentigginoso, i riccioli neri e gli occhi azzurri, che tracannava calici di champagne con un totale disprezzo del concetto di decoro del bel mondo. Non ricordava di essersi mai sentito tanto affascinato.

E poi Lord Alton Sinclair, detto Lord Sin un impenitente donnaiolo decisamente allergico al matrimonio e totalmente disincantato sull’amore tanto da non riconoscerlo quando ci sbatte il naso.

Lord Alton Sinclair era noto nel bel mondo come Lord Sin per diversi motivi, nessuno dei quali avrebbe dovuto essere nominato in presenza di una signora.
Era ancora alto, le sue spalle erano ancora larghe, i suoi capelli ancora di un dorato biondo scuro. Le folte ciglia scure conferivano ai suoi occhi una seducente espressione assonnata, ma i tratti che più attiravano lo sguardo erano la linea forte della mascella e il naso da imperatore romano. In piedi sulla soglia della biblioteca la stava fissando come se volesse incenerirla.

Come ho detto prima, Sin vuole rivalersi di un umiliazione subita in seguito a uno scandalo in cui era coinvolta anche Rose, e decide così che il modo per vendicarsi sia quello di sedurla, ma come scoprirà ben presto questa si dimostrerà un’arma a doppio taglio.

Lui, che poteva avere tutte le donne che voleva, desiderava quella insignificante e goffa ragazza con una sete quasi dolorosa. Era ridicolo.

Perché più tempo passa in compagnia di Rose più si rende conto di quanto la desideri e soprattutto di quanto siano simili.

Ama il brivido dell’ignoto quanto me. Siamo simili in questo, noi due.
Si era sempre sentito attratto dalle donne prosperose, quel tipo di donna che non permetteva mai a un uomo di dimenticare che era esattamente quello, vale a dire una donna. Tuttavia, malgrado la magrezza e la mancanza di curve di Rose, non era mai stato più consapevole di una donna.

Confesso che non avevo mai letto niente della Hawkins, ed è stata una piacevole scoperta, una scrittura che scorre fluida un ironia pungente che personalmente amo trovare nei libri, quindi consiglio a tutte di leggerla.
Anzi io provvederò a leggere al più presto anche gli altri due della serie Una sposa per due su Lily e Il visconte cerca moglie su Dahlia ogni libro è su una delle sorelle Balfour.

Fiamme Sensualità Medio

Recensione a cura di:

LadyEryn

Editing a cura di:

Tayla

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Le frecce e i dardi dell’amorosa fortuna (Avvocati innamorati Vol. 2)” di Ari McKay

Gli avvocati di successo Dane Coulter e Cal ...