Home / Gay Romance / Recensione: “Logan” di Veronica Scalmazzi (Serie Spin-Off : Destini Incrociati n. 2)

Recensione: “Logan” di Veronica Scalmazzi (Serie Spin-Off : Destini Incrociati n. 2)

Sono Logan Collins e sono sempre stato alle regole, ho vissuto la mia intera esistenza indossando una maschera. Mai mostrarsi, mai cedere alla voglia di essere me stesso, ma poi è arrivato lui e tutto è cambiato. 

Jay Carter ha sconvolto il mio lato nascosto, mi ha sfidato e ha preso a pugni le mie bugie. 

Ho lottato, giuro. Ma era un match già perso in partenza. 

Lui era la parte nascosta di me. La mia sfida più grande. 

E adesso siamo fuoco che divampa fra segreti e demoni del passato.

L’incontro è iniziato, la sfida aperta.

Doverosissima premessa: questa è in assoluto la mia prima recensione di un libro M/M ed è da quando sono arrivata alla fine che mi sto chiedendo perché cavolo ero così reticente su questo genere. La risposta proprio non so darmela.

Ciò che invece so per certo è che ho amato alla follia questo libro di Veronica Scalmazzi, il suo modo di rendere questa storia, ai miei occhi, come un perfetto agglomerato di dolcezza, paura, passionalità, senso di sfida, mi ha reso impossibile non innamorarmi perdutamente di Logan e Jay.

Veniamo proprio ai due protagonisti, due uomini belli da paura, così fisicamente perfetti da scatenare una danza delle ovaie solo al loro passaggio, così desiderabili e meravigliosi eppure psicologicamente così tormentati, fragili e bisognosi l’uno dell’altro.

Logan Collins è un ex pugile che gestisce una palestra, è il classico ragazzo che non riesce ad ammettere a se stesso la sua omosessualità, che all’inizio combatte con questa sua natura, ma quando avrà la fortuna di trovare l’anima gemella, tutti i castelli di bugie che avrà sapientemente costruito crolleranno, e non potrà far altro che accettare questi sentimenti, prendere il coraggio a due mani e viverli.

«Io ti voglio, Logan, e a differenza tua non scappo davanti a quello che sono.»

Jay Carter è un poliziotto che lavora sotto copertura; torna a Weston con una sola missione, riconquistare il cuore e la fiducia di Logan, e fargli capire che la felicità vera possono raggiungerla solo stando insieme, ma tutti questi bei propositi non saranno facili da perseguire, perché Logan è un osso duro, si sente ferito ed è arrabbiato con Jay, e farà di tutto per sottrarsi alle sue attenzioni.  Ma una passione innegabile che li travolge ogni volta che sono insieme e la fragilità di Jay legata al suo passato lo porteranno a capitolare, abbandonando quell’aura di paura che lo ha contraddistinto fino a quel momento, dandogli il coraggio necessario per amare e lasciarsi amare da un uomo come Jay.

Logan è come un addestramento mirato: ti spinge a lottare, correre, anticipare le mosse. Diventa il tuo unico scopo, il fine a quel qualcosa che vuoi con tutto te stesso. Lo agogni, lo cerchi. Lo pretendi per quanto ti si insidia sotto pelle, fino a trasformarsi in una continua sfida. Ti porta dove tornare indietro è impossibile.

Molte saranno le scene di sesso tra loro due e, credetemi, tra un capitolo e l’altro avrete bisogno anche voi di una bella rinfrescata, perché i loro momenti d’intimità sono passione allo stato puro, le loro docce saranno per voi come cascate scroscianti di ormoni in subbuglio, soprattutto perché ogni loro singola interazione non è mai resa volgare, anzi sembra così giusta e appropriata che al lettore non resta altro che augurarsi che accada.

Non esistono vie di fuga, esistiamo solo io e lui, e questa passione così dannatamente sbagliata, eppure così fottutamente vera.

Veronica Scalmazzi è riuscita a rendere questi due personaggi due Uomini con tutti gli attributi perfettamente al loro posto e, tralasciando il fattore fisico che è pur sempre un bel punto da cui partire, li ha creati caratterialmente così diversi, eppure così complementari, che non potrete non amarli in ogni loro più piccola sfaccettatura.

La trama è avvincente e mai banale, Logan e Jay non faranno altro che sfidarsi per tutto il tempo, e saranno proprio i loro continui battibecchi che ve li faranno apprezzare di più, combatteranno i loro sentimenti a suon di battutine nemmeno troppo velate, a colpi di baci strappati e di carezze per nulla timide; la passione che provano l’uno per l’altro è tangibile a tal punto che la vostra immaginazione a volte correrà più veloce dei vostri occhi nel leggere scena dopo scena.

«Perché mi stai facendo questo?»

Stringo i fogli che tengo fra le mani con forza e trattengo il fiato.

«Perché quando voglio una cosa, io me la prendo. E io voglio te.»

In questo romanzo ritroverete alcuni personaggi già conosciuti nei libri e nella serie precedentemente scritta da Veronica, saranno lì a fare il tifo per questa coppia, che agli occhi di tutti sembra assolutamente ben assortita; io mi permetto di dire che, per quello che mi riguarda, la loro è assolutamente un’accoppiata da dieci e lode.

Insomma, se siete amanti del genere M/M, o semplicemente se siete amanti delle storie d’amore, quelle tormentate, quelle in cui si scappa per essere rincorsi e ci si nasconde perché inconsciamente si vuol essere trovati, LOGAN e JAY sono i protagonisti che fanno al caso vostro, un perfetto connubio di testosterone e dolcezza, di buoni sentimenti e carnalità che vi appagheranno e vi stupiranno sotto tutti i punti di vista!

A cura di:

Recensione: “Logan” di Veronica Scalmazzi (Serie Spin-Off : Destini Incrociati n. 2)
Vota qui L\'articolo.

Sono Logan Collins e sono sempre stato alle regole, ho vissuto la mia intera esistenza indossando una maschera. Mai mostrarsi, mai cedere alla voglia di essere me stesso, ma poi è arrivato lui e tutto è cambiato.  Jay Carter ha sconvolto il mio lato nascosto, mi ha sfidato e ha preso a pugni le mie bugie.  Ho lottato, giuro. Ma era un match già perso in partenza.  Lui era la parte nascosta di me. La mia sfida più grande.  E adesso siamo fuoco che divampa fra segreti e demoni del passato. L'incontro è iniziato, la sfida aperta. Doverosissima premessa: questa…

Score

Voto Chicca 5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

katrin

x

Check Also

Recensione: “Moto perenne” di Gene Gant

Dopo essersi svegliato all’improvviso nel bel mezzo di un bosco, Jason Barrett ...

error: Contenuti di proprietà di RFS