Home / Recensione libri / Recensione: “Lezioni Pericolose -Serie: La Signora in Giallo”di Jessica Fletcher e Jon Land

Recensione: “Lezioni Pericolose -Serie: La Signora in Giallo”di Jessica Fletcher e Jon Land

Autore: Jessica Fletcher e Jon Land
Generi:  Gialli,
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pandora
Data d pubblicazione: 03/03/2020

Come il primo amore, anche la prima indagine non si scorda mai. Lo sa bene Jessica Fletcher, che in tutti questi anni non ha mai parlato con nessuno del suo primo caso di omicidio. A quel tempo non era ancora una scrittrice di gialli, ma solo una supplente di Letteratura inglese. Viveva ad Appleton, a mezz’ora da Cabot Cove, insieme al marito Frank e al nipote Grady, che avevano cresciuto come un figlio dopo che il padre era rimasto vittima di un incidente automobilistico. A sconvolgere la sua vita ordinaria era stata la morte, in circostanze misteriose, dell’amato preside della scuola, Walter Reavis: per la prima volta Jessica si era messa sulle tracce di un assassino al fianco di un improvvisato detective, lo sceriffo Amos Tupper, dimostrando innate doti investigative e un fiuto spiccato. Sono passati venticinque anni da allora e quando, durante un’intervista per il giornale scolastico, una giovane reporter le chiede di quella vicenda, Jessica si insospettisce. Un nuovo misterioso omicidio e l’inaspettato invito alla festa di pensionamento di una vecchia collega di Appleton la convincono che i collegamenti con la sua prima indagine sono decisamente troppi per trattarsi di una coincidenza. Con solo il suo infallibile istinto a guidarla, Jessica cercherà di scoprire cosa sia davvero successo negli ultimi venticinque anni e chi sia il responsabile di quella scia di morte. C’è un conto aperto col passato, e nel crimine – come nella vita – non si finisce mai di imparare…

Benvenute care Fenici alla tavola calda di Mara, di Cabot Cove. Quest’oggi la famosa Jessica Fletcher, seduta a un tavolino con Kristi, una studentessa del giornale studentesco della Cabot Cove High, sta per rilasciare un’intervista che la riporterà indietro di vent’anni. Un tempo in cui ancora non era la famosa scrittrice di gialli che tutti noi conosciamo, ma solo una supplente di Liceo. Un’epoca in cui viveva a Appletown, in cui suo marito Frank era ancora vivo e il piccolo Grady viveva con loro. A quei tempi ancora non poteva sapere in quale luogo gli eventi l’avrebbero condotta, un periodo in cui il preside del liceo di Appletown, Reavis, suo buon amico, perse la vita in un misterioso omicidio. Sarà proprio per scoprire quel mistero, che Jessica diverrà la donna e il detective che tutti noi conosciamo. Il passato ritorna e con esso, un nuovo mistero da risolvere.

Sono sempre stata molto appassionata dei casi risolti dalla famosa “Signora in giallo”, di misteri non soltanto pieni di suspense e creatività, ma anche di storie colme di sentimento segnate dalla consacrazione dei buoni valori. Jessica, una donna brillante, energica e non solo, è un membro stimato della società che, con acume e temerarietà, collabora con le forze dell’ordine insieme al suo amico Seth, stimato medico della zona. Sempre pronta a dare il proprio contributo alla città di Cabot Cove, non teme il suo stato di donna sola e affronta con coraggio le situazioni che la vita le pone di fronte. Durante la risoluzione dei casi possiamo seguire il filo conduttore del suo processo deduttivo, attraverso i passaggi che lei compie. La sua cultura e la sua preparazione accademica sono per lei fondamentali; il suo spirito d’osservazione la conduce là, dove spesso i suoi colleghi delle forze dell’ordine, hanno difficoltà ad andare. Modesta e discreta, non si arrogherà mai il diritto di reclamare un’indagine come suo prodotto esecutivo, ma cederà volentieri il passo ai suoi amici detective e poliziotti, ben felice di apparire solo come spalla. Lei invece è la mente creativa volta alla risoluzione del caso, sebbene sia soddisfatta semplicemente di apportare un significativo contributo alla società.

Un libro adatto per lettori dai quattordici anni in su, se non altro per le implicazioni legate al tipo di delitto, nel quale l’aspetto psicologico è in questo caso prevalente e fondamentale.

A presto care Fenici, vi auguro una buona lettura con la nostra Jessica. Un caro saluto dalla bella e accogliente Cabot Cove. Restate a casa e gustatevi questo mirabile caso risolto dalla nostra abilissima detective.

Autore: Jessica Fletcher e Jon Land Generi:  Gialli, Editore: Sperling & Kupfer Collana: Pandora Data d pubblicazione: 03/03/2020 Come il primo amore, anche la prima indagine non si scorda mai. Lo sa bene Jessica Fletcher, che in tutti questi anni non ha mai parlato con nessuno del suo primo caso di omicidio. A quel tempo non era ancora una scrittrice di gialli, ma solo una supplente di Letteratura inglese. Viveva ad Appleton, a mezz'ora da Cabot Cove, insieme al marito Frank e al nipote Grady, che avevano cresciuto come un figlio dopo che il padre era rimasto vittima di un…

Score

Voto Utenti : 4.85 ( 1 voti)

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Come non innamorarsi del capo (The Coffee Series Vol. 2)” di Whitney G.

      TITOLO: Come non innamorarsi del capo ...