Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Lettere di un libertino” di Cathlin B.

Recensione: “Lettere di un libertino” di Cathlin B.

Buongiorno Fenici, Ipanema è pronta a raccontarci cosa ne pensa del nuovo libro di Cathlin B., “Lettere di un libertino” 

Ogni tanto il passato ci restituisce storie dimenticate o volutamente cadute in oblio. Le lettere segrete di Casanova, che avrebbero dovuto essere bruciate dalla marchesa a cui erano destinate, casualmente ritrovate da un rigattiere, svelano ciò che il seduttore più famoso al mondo tenne nascosto durante la sua vita. Ora potrete leggere alcune avventure inedite, restaurate per quanto possibile, della vita del famoso Casanova, che non si dilettò solo con ricche dame e attraenti fanciulle ma anche con avvenenti uomini. Nella prefazione della sua “Storia della mia vita” Casanova scrisse: “Non si troveranno in queste Memorie tutte le mie avventure: ho omesso quelle che potevano dispiacere alle persone che vi presero parte”.

In questo libro l’autrice ha immaginato le storie che lui, per riserbo, non trascrisse.

 

Lo confesso: non amo i romanzi storici scritti da contemporanei. In particolare non mi piacciono i Regency Romance, per cui li affronto raramente e in genere solo quelli scritti da autrici e autori di comprovata bravura. Se poi parliamo di MM storici, tendo a evitarli anche se conosco la professionalità dell’autore che li ha scritti. Ma Casanova è sempre stato un personaggio storico capace di solleticare la mia curiosità in più di un modo e avevo già avuto modo di dare una sbirciatina a qualche estratto di Lettere di un Libertino, auto-prodotto di Cathlin Bo, sul web e ne ero rimasta positivamente sorpresa. La lettura completa di questo romanzo non mi ha delusa.

Le avventure libertine di Casanova vengono portate all’attenzione del lettore attraverso un carteggio epistolare tra il famoso “esperto dell’arte amatoria” e una sua carissima amica che tutto conosce dell’uomo e non se ne fa meraviglia. Cathlin è stata bravissima a rendere il racconto delle varie situazioni – a volte avventurose, altre altamente imbarazzanti – piacevole e stuzzicante attraverso un linguaggio leggero ma non superficiale mostrando, tra l’altro, una grande ricercatezza riguardo l’ambientazione, usi e costumi dell’epoca. Casanova, che in questi carteggi scopriamo essere amante appassionato e lussurioso anche nei confronti degli uomini, ne esce se possibile, ancor più intrigante e affascinante. I riferimenti storici sono puntuali e precisi ma non annoiano, non inquinano la narrazione ma arricchiscono il testo che è curato e scorrevole.

Un’ottima prova, questa della scrittrice Cathlin Bo, una lettura consigliata agli amanti dei romanzi storici e delle letture non scontate.

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “Royals” di Rachel Hawkins (serie Royals #1)

Care Fenici, oggi Dada ci parla di un libro spassosissimo: “Royals” di Rachel ...