Home / Recensione libri / Recensione: “Le promesse della terra” di Mirta Drake serie Norse Love Trilogy Vol. 4

Recensione: “Le promesse della terra” di Mirta Drake serie Norse Love Trilogy Vol. 4

Sigrid e Nix sono promessi sposi dalla nascita e la giovane coppia più bella e invidiata di Svartis. Ma poco prima delle nozze succede l’imprevisto: uno spiacevole incidente, di cui Nix è parzialmente responsabile, priva Sigrid della vista. Niente è più come prima e le strade dei due innamorati sembrano separarsi per sempre, finché il destino li fa incontrare di nuovo nell’oscura e violenta cittadina di Skeld. Sigrid si è lasciata rapire dagli uomini di Morten il Carnefice fingendosi la figlia del conte di Svartis. Nix, sotto mentite spoglie, proprio lì è diventato un guerriero. Tra bugie e insidie, mentre uno spietato sovrano gioca con le loro vite, la passione tra i due si riaccende così come l’amore che li ha sempre uniti…

Note:

LE PROMESSE DELLA TERRA è un romanzo di spin-off della trilogia di ambientazione vichinga ‘Norse Love Trilogy’, che comprende LA SEDUZIONE DEL GHIACCIO, IL FASCINO DEL FUOCO e LA TENTAZIONE DELL’ARIA, già pubblicati nella collana I Romanzi Extra Passion

(trama e note dell’editore)

Bentornate, Fenici!

Oggi vi parlerò del nuovo libro di Mirta Drake, “Le promesse della terra”, slegato dalla Norse Trilogy, ma di cui è una degna conclusione.
Questo libro narra le vicende dei figli dei protagonisti dei precedenti libri, e si concentra su due giovani innamorati: Sigrid, figlia di Ossian e Liv, e Niklim, detto Nix, figlio di Niklas e Smilla.

Piccola nota personale:
Mirta, ammetto di aver invertito i nomi, quando ho letto la sinossi, perdonami! Credevo che Sigrid fosse maschio e Nix femmina!

I due giovani sono promessi sposi, prima ancora della loro nascita, in modo che la discendenza di Liv possa aver seguito attraverso il matrimonio con il figlio dello jarl.
Sigrid ama Nix e lo seguirebbe ovunque. Sa che quando sarà sua moglie, e diventerà madre dei suoi figli, il suo destino sarà quello di aspettare. Nix, invece, si rivela uno scapestrato, un ribelle. Un immaturo.
Quando uno stupido incidente, causato da Nix, priva Sigrid della vista, il loro rapporto si incrina, così come quello di lui con i genitori di lei – con Ossian che vorrebbe farlo a pezzi -, ma soprattutto portando burrasca tra Niklas e suo figlio.
I due, troppo simili e testardi, non sentono ragione alcuna.
Sigrid caccia via l’amato, adducendo di non amarlo più e il ragazzo accetta questa sua decisione a malincuore. L’amore diventa odio. Nix viene rinnegato da suo padre, il popolo lo chiama reietto e così va via da Svartis. Arrivato a Skeld, si mette al servizio di jarl Morten, il Carnefice.

Facciamo un salto di cinque anni e troviamo Vaetki; così ora si chiama Nix.
Vaetki, ovvero: Nessuno.
Il nostro protagonista è diventato un guerriero di Morten, che lo ha distrutto fisicamente e psicologicamente con torture, privazioni e umiliazioni, trasformandolo al tempo stesso in qualcun altro.
Forgiandolo. Cambiandolo. Così come volevaNix.
A Svartis, intanto, arriva una delegazione per trattare un’alleanza con Skeld. È solo un inganno. Distratti da questa “alleanza”, gli uomini di Skeld rapiscono quella che credono sia Aughild ma che in realtà è Sigrid.
Una volta giunti a Skeld, quando Nix la rivede, è incredulo. Il passato torna e bussa prepotentemente alle porte del suo cuore e della sua anima. Lei diventerà la moglie dello jarl, che ha preso in prestito una brutta usanza inglese, in voga in tutta Europa, lo Ius primae noctis.
Morten si rivela un essere spregevole e vomitevole. Avrei voluto dargliene tante, ma tante…
Il Carnefice usa donne e schiave per spargere il proprio seme, le usa come oggetti.
Nix, per salvare la vita della sua amata, svela il suo inganno. Morten le risparmia la vita, per il momento, e la dà a lui dicendogli che può farne ciò che vuole. La giovane non ha riconosciuto, in Vaetki, Nix e lui non vuole dirle la verità.
Per lei è solo Nessuno, il suo guardiano, e lei è unicamente un bottino.
Durante la prigionia, Nix/Vaetki e Sigrid hanno una seconda possibilità. Lei è cieca e non ha riconosciuto l’amore della sua vita, anzi, prova una forte attrazione per il suo carceriere, mentre Nix, be’, lui finge con lei, anche se il suo corpo e il suo cuore si sono risvegliati e i bei ricordi, l’amore e la passione si rivelano mai morti, ma solo sopiti fino ad allora.
E mentre si confidano l’un l’altro, riscoppia la passione.
Per Morten, i suoi guerrieri sono morti dentro, affinché possano adempiere ai loro compiti, ma per Nix non è così. Lui lo aveva creduto, tuttavia, fin quando la sua dolce Sigrid non è ritornata nella sua esistenza, riportando anche lui alla vita.
Morten vuole sacrificare la “cieca” prima di andare in guerra contro Svartis, Nix così decide che è giunto il momento di far evadere Sigrid e di andarsene da lui.
Pianifica il modo migliore per fuggire da lì e si imbatte in Lars, Ulf e Rebeka. I tre sono lì per salvare Sigrid e insieme uniscono le forze per tirar fuori la giovane dalla prigione e scappare da Skeld.

“Come la terra e il sole… e le loro promesse”

Sigrid scopre la verità grazie anche alla spada nascosta nella sua cella, forgiata da Finnlars, che era stata nascosta da Nix e che lei riconosce al tatto. I due amanti si ritrovano e la passione riesplode devastante.
Riescono a scappare da Skeld, ma Morten e i suoi uomini li trovano e inizia lo scontro. Nix vuole uccidere Morten e ci riesce grazie all’aiuto di Sigrid. In una notte di eclissi, il Carnefice muore e Sigrid riacquista la vista.
La profezia si avvera.
Sigrid sposa un conte, Nikilm, signore di Skeld.

Considerazioni.

Allora… ALLORA!
Cara Mirta, non mi aspettavo un altro gioiellino come questo.
Ho amato TUTTO!!
Ho amato la caratterizzazione dei personaggi, mettendo anche in evidenza le loro debolezze e rendendoli così umani. Non tutti avrebbero fatto un libro sui figli dei protagonisti principali e… WOW!
Niklim è uguale a Niklas, ma diverso allo stesso tempo. Ciò che ha subito, sopportato e fatto lo ha reso più maturo e anche l’amore per Sigrid, che credeva perduto, era lì, sotto la terra che dormiva per l’inverno e aspettava il ritorno del sole.
Sigrid, invece, ha sempre creduto nell’amore e in Nix e ha fatto quel che ha fatto per dargli una “spinta” e farlo maturare, rischiando la sua stessa vita.
Sono personaggi che ti entrano dentro, tutti, in un modo o nell’altro. Anche Morten. Eh sì, il Carnefice è uno di quei villain che lasciano il segno e, si sa, in una buona storia ci deve essere un cattivo di spessore che faccia da contraltare all’eroe, al buono della situazione.
Ho adorato la sua follia logica. Pazzia intelligente o, come avrebbe detto la mia professoressa di italiano, “un pazzo savio”. Sono i peggiori quelli come lui, perché non sai mai cosa pensano realmente.
Nix cerca la redenzione e la ottiene, perché la redenzione esiste. Possiamo definire Nix un antieroe?? Sì.
E più di tutti lui ha bisogno di quella redenzione partendo da Sigrid, passando per i suoi amici, i suoi genitori e quelli di Sigrid, fino ad arrivare al popolo di Svartis.
Ammetto di aver versato qualche lacrima quando Niklas e Niklim si sono ritrovati dopo tutto quel tempo, alla fine, e… credo di aver immaginato Niklas come Ragnar in Vikings, per come lo hai descritto.

Menzione speciale alla “nonna delle mele”: eh sì, sospettavo che avesse un ruolo importante in tutta la storia.


È la nonna di Nix.

Le guardie di Morten mi hanno ricordato le Praetorian Guards di Star Wars episodio VIII, immote dietro al loro sovrano, ma subito in armi appena il pericolo di avvicina.
Con questo libro si concludono gli elementi, iniziati con il ghiaccio, ovvero Acqua, Fuoco, Aria e Terra.
Cara Mirta, perché non pensare al quinto elemento, ovvero il Metallo, come descrivono i cinesi? E io avrei già una coppia perfetta che rappresenterebbe quell’elemento, tu sai chi…
Metallo o Spirito, se ti basi sulla Wiccan.

“Come la terra e il sole… e le loro promesse”
“Due amanti che non riescono a staccarsi l’una all’altro, a tratti, hanno bisogno di tempo. Lei per capire quanto lo ama e lui per ricordarselo”

Perché la terra aspetterà sempre il sole e, quando tornerà, essa lo accoglierà e i suoi raggi benefici la riscalderanno e i frutti saranno abbondanti… SEMPRE.

Libro consigliato cinque stelle più!!
Alla prossima.
Un saluto dalla vostra Mal.

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Borrowing Blue – Serie: Made Marian #1” di Lucy Lennox

Blue: Quando il mio ex entra nel bar ...