Home / Spazio bimbi. Crescendo con i libri, i cartoni e il film e telefilm / Recensione: “L’avvento del Lupo” di Barbara Repetto (Serie L’Alba di un Nuovo Giorno Vol. 1)

Recensione: “L’avvento del Lupo” di Barbara Repetto (Serie L’Alba di un Nuovo Giorno Vol. 1)

Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform

Collana: Il Ciclo dei Guerrieri del Sole

Genere: Fantasy per bambini, dai 12 anni

Formato: e-book, copertina flessibile

Pagine: 232

Età di lettura: dai 12 anni

Della stessa serie: L’Onore del Drago (Vol. 2), Un Sogno di Giustizia (Vol. 3)

La Terra del Vespro è in guerra, e la guerra non risparmia nessuno. Cederik, privato dei suoi cari e dei suoi beni, dovrà fare i conti con questa dura realtà, ritrovandosi a soli tredici anni catapultato in un mondo estraneo e violento. Malgrado la difficile condizione, non si darà per vinto e, accanto a Ser Nemo, suo padrone e futuro mentore, troverà lo spirito del guerriero che è in lui, forgiando un nuovo destino…

“L’avvento del lupo” è il primo volume della trilogia per ragazzi di Barbara Repetto, un’avventura che trasporterà il giovane Cederik –rimasto orfano- nella Terra del Vespro insieme a Ser Nemo ed al suo destriero Argo.

Cederik ha quattordici anni e vive a Kien, è di nobili origini e vive come tale, quando i suoi genitori vengono uccisi, così come il suo popolo, e lui viene catturato e fatto schiavo. Una vita piena di agi e lussi, di amore dai propri genitori, ma anche di bugie raccontategli per farlo sentire più forte ed in gamba durante gli allenamenti. Cadere in disgrazia, sentendosi in colpa per la morte dei propri cari, farà crescere in lui la rabbia e l’orgoglio lo dilanierà.

Sarà Ser Nemo, in sella al suo impareggiabile bianco destriero Argo, ad acquistarlo come schiavo vedendo “le fiamme di un re nei suoi occhi”. Cederik inizierà a seguire il cavaliere fra le strade, le colline e le foreste della Terra del Vespro, affrontando molte avventure ed incontrando persone degne della sua stima, come Ninì e Pepo.

“Non devi lasciarti sopraffare dall’angoscia.”, seguitò, “la morte fa parte della vita, come accettiamo di vivere dobbiamo accettare di morire, ma non per questo dobbiamo abbandonare la speranza.”

 Con il tempo, Cederik imparerà a non farsi abbattere dalle difficoltà, a credere in sé stesso, e ad abbandonare l’orgoglio che lo tiene incatenato alla sua rabbia. Evento dopo evento crescerà e sarà pronto ad addestrarsi, anche solo con il bastone, per meglio difendersi da eventuali ladruncoli.

“La spada” chiarì, “è la migliore amica di un guerriero, è lei che lo difende, è lei che abbatte i suoi nemici, senza di essa un combattente deve considerarsi tale solo per metà.”

Pagina dopo pagina si potranno imparare molte cose su di lui, ma anche su sua madre che proveniva dal regno di Arienan, conosceva l’antica lingua e seguiva la Dea.

“Come saggiamente ti disse tua madre, è la Bianca Dea che sceglie i suoi discepoli tra gli uomini più giusti e puri: Ella è la Madre di tutto ciò che esiste, la salvatrice e la custode di tutte le anime della Terra del Vespro, i Suoi poteri sono infiniti, la Sua saggezza non conosce eguali, il Suo stesso esistere rifugge la misera comprensione di noi mortali. Non esiste un modo in cui io possa riuscire, nella lingua degli uomini, a farti comprendere ciò che Ella è realmente.”

Riuscirà il giovane Cederik ad affrontare il proprio destino? A obbedire al proprio padrone per non essere punito ed a non farsi uccidere dai ladri durante i loro spostamenti? Cosa imparerà non soltanto dal cavaliere, ma da tutto ciò che li circonda? E soprattutto le fiamme che il cavaliere ha visto nei suoi occhi esistono davvero?

“Certo, ero stremato e sconfitto, ma la vera forza non risiede nel non cadere mai, la vera forza si mostra quando si cade e, nonostante la sofferenza, si trova il coraggio di risollevarsi.”

Un libro interessante, che parla di un percorso di crescita personale: dal perdonarsi, all’apprendimento, al coraggio ed al sapersi risollevare. Utili la cartina all’inizio del libro ed il calendario delle Terre del Vespro per seguire i personaggi durante i loro spostamenti. Purtroppo non sono stata una grande fan di Ser Nemo, nonostante sia un grande e valoroso cavaliere.

Cosa accadrà nel prossimo libro, tra prove da superare ed orrori subiti?

A cura di:

 

Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform Collana: Il Ciclo dei Guerrieri del Sole Genere: Fantasy per bambini, dai 12 anni Formato: e-book, copertina flessibile Pagine: 232 Età di lettura: dai 12 anni Della stessa serie: L’Onore del Drago (Vol. 2), Un Sogno di Giustizia (Vol. 3) La Terra del Vespro è in guerra, e la guerra non risparmia nessuno. Cederik, privato dei suoi cari e dei suoi beni, dovrà fare i conti con questa dura realtà, ritrovandosi a soli tredici anni catapultato in un mondo estraneo e violento. Malgrado la difficile condizione, non si darà per vinto e, accanto a Ser…

Score

Voto Nivienne 3,5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Ilaria

x

Check Also

Recensione: “Il principe dei draghi”

Autore: Aaron Ehasz Justin Richmond Regia: Villads Spangsberg e Giancarlo Volpe Studio: ...