Da non perdere
Home / spazio bimbi / Recensione “La Stanza delle Meraviglie” Brian Selznick

Recensione “La Stanza delle Meraviglie” Brian Selznick

 

Lauren Blakely

 

Autore: Brian Selznick

Editore: Mondadori

Genere: Romanzo

Formato:  cartaceo

Pagine: 649

Prezzo: € 16.00

Lauren Blakely

Ben e Rose hanno un sogno in comune: avere una vita completamente diversa da quella che si ritrovano. Ben vorrebbe riunirsi al padre che non ha mai incontrato. Rose colleziona articoli di giornale e foto di una misteriosa attrice che sogna di conoscere. Quando entrambi trovano un pezzettino di puzzle che potrebbe aiutarli a ricostruire il quadro delle loro vite, partono alla ricerca di quello che hanno perso. Due storie lontane cinquant’anni, una raccontata in parole, l’altra in immagini, procedono parallele per poi incontrarsi in maniera inaspettata, in un gioco di simmetrie. Età di lettura: da 12 anni.

 

Un bellissimo libro, un’avventura illustrata dal notissimo autore, scrittore ed illustratore di grande talento Brian Selznick, creatore della storia di Hugo Cabret dal quale è stato tratto un famoso film.

Il 14 giugno ’18 potremmo correre tutti al cinema per la prima visione del film “La Stanza delle meraviglie tratto” dall’omonimo libro di cui vi parlerò oggi.

La caratteristica principale di questo voluminoso tomo è la ricchezza delle illustrazioni sviluppate in bianco e nero e sequenziali, come fotogrammi cinematografici, che raccontano la storia di una ragazzina nell’America degli anni 20, l’epoca in cui il film muto lasciò il passo al sonoro, dove  la città di New York era in piena espansione: sin da subito appare chiaramente come il destino della giovane sia collegato con quello di Ben, la cui storia triste scorre nelle pagine che lasciano spazio al testo scritto e ci raccontano di uno sfortunato ragazzino privato dell’udito da un brutto incidente, orfano di madre e alla ricerca di un padre misterioso che non ha mai conosciuto.

L’attenzione dedicata all’autore alla psicologia di entrambi i giovani è come sempre molto profonda ed è ben resa sia nel testo scritto sia nelle illustrazioni disegnate con grande perizia e delicatezza.

Interessanti tutti i personaggi di contorno su cui spicca il giovane Jamie, che aiuterà Ben nella sua permanenza nascosta al Museo, figura rappresentativa di tutti quei bambini i cui genitori sono vivi ma li rendono orfani con la loro distrazione e disinteresse.

Nella storia troviamo tanta avventura e sentimenti che piaceranno molto ai giovani lettori ed una vicenda appassionante ricca di intrecci, con una strizzatina d’occhio alla storia recente; particolare attenzione è destinata al mondo dei non udenti sui quali è sviluppata gran parte della storia.

Sarà interessante vedere se nella trasposizione cinematografica verrà rispettata questa bella atmosfera che permea il libro e cattura chi legge senza mollarlo sino alla fine.

 

A cura di:

 

Francesca

x

Check Also

Iniziativa “Io Leggo perchè”

  Scopo del progetto “#ioleggoperché” è quello di promuovere una grande raccolta ...

error: Contenuti di proprietà di RFS