Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “La sposa oscura: I guardiani degli inferi” di Daniela Ruggero

Recensione: “La sposa oscura: I guardiani degli inferi” di Daniela Ruggero

Trama

Marcus il figlio di Lucifero viene incatenato nella dimensione umana dalla madre Annia, la prima Eletta che con l’aiuto di sei donne pure di cuore crea i Sigilli di Luce capaci d’incarcerare i demoni negli Inferi. Dopo cinquecento anni Selene, una Novizia ignara delle sue origini mistiche, incontra Marcus che a causa di un giuramento di sangue dovrebbe proteggerla, ma che attratto dal suo potere la lega a sé attraverso il marchio del possesso. Demoni degli Inferi, stregoni, Novizie e Gran Maestri mescolano le loro vite in una cascata di eventi che esplode accecandoli. Il bene e il male, la luce e il buio cambiano pelle. I buoni saranno i carnefici e le vittime troveranno conforto tra le fiamme dell’inferno. In una sequenza di eventi che toglie il fiato colei che sola può causare l’Apocalisse si ritroverà ad amare ciò che, tutti temono.

Recensione

Premetto che il dark fantasy era un genere che ancora mancava nella mia vita di lettrice. Ma sempre di Daniela, avevo letto “POISON” un dark, però romance. Ecco perché ho iniziato a leggere “La sposa oscura” con moltissima curiosità, e come capirete dalle prossime righe ho davvero apprezzato il suo lavoro. Peccato per qualche refuso di troppo, rimasto ancora nonostante io sia certa che il libro è stato riletto più volte, unico punto leggermente a sfavore per un romanzo che ha davvero invece molti punti forti.
Selene è una giovane novizia, cresciuta ed educata dai Gran Maestri per servire e vivere nella luce, da molti anni innamorata di Sandro, giovane maestro con mire di potere all’interno della congregazione. Il matrimonio fra i due giovani sembra imminente, il consiglio degli anziani e dei gran Maestri spinge perché questo accada e la ragazza, innamoratissima del suo fidanzato, non vede l’ora.
Febe per Selene amica sincera e punto di riferimento, ha un ruolo centrale e importantissimo in tutta la storia ed è innamorata (neppure tanto segretamente) di Adrian, un Maestro che ha abbandonato la Congregazione. Se Selene è dolce, ligia alle regole al punto di non metterle nemmeno mai in discussione, fin troppo ingenua e educata, Febe è ribelle e curiosa, poco incline a non approfondire le cose e ad accettare i dogmi a scatola chiusa. E sarà proprio a causa di questa sua curiosità che le cose si complicheranno per tutti.
Per chiudere la carrellata delle presentazioni, vorrei parlarvi un attimo di Marcus. Figlio di Lucifero e dell’eletta Annia, proprio dalla madre è stato “maledetto”. Con un sortilegio, praticato da lei e altre sei novizie, nell’anima del demone c’è una piccola scintilla di luce, un punto accessibile al bene.
Quando Marcus e Selene si incontrano, la sintonia fra i due è immediata e gli eventi a cui andranno incontro nella storia, li uniranno sempre più rendendoli, una cosa sola.
Non posso non menzionare i guardiani di Marcus, un piccolo, potente e fighissimo esercito personale del demone che non potrete fare a meno di amare.
Non vi dico altro perché non voglio rischiare di rovinarvi niente di questo bel romanzo. Voglio però raccontarvi di come mi piaccia il modo in cui scrive Daniela.
La trama tiene e la storia è curata nei dettagli, a tratti forse un po’ complicata, ma resa chiara dalla scrittura fluida e piacevole dell’autrice. I protagonisti hanno preso vita nella mia testa, e questo significa che sono descritti e curati bene. Siamo di fronte al primo libro di una serie e inevitabilmente rimarranno situazioni in sospeso, ma niente che celi il senso del romanzo, e perché, a dire il vero, nel momento in cui questa recensione viene scritta, ho già a disposizione il secondo libro (XD). Non so, non essendo una conoscitrice del genere, se è questo quello che ci si aspetta da un dark fantasy, ma in generale la storia è cupa, resa carica di aspettative per il modo in cui Daniela crea la suspense per ciò che succederà poi. Tutto questo lasciar intendere che si è a un passo da una tragedia, o che le vite dei protagonisti saranno presto stravolte, o che le scelte che stanno compiendo o compiranno modificheranno in maniera catastrofica il loro destino…. Ecco, tutto questo anticipare dà al libro il giusto ritmo, impedendoti di fare qualcosa di diverso dal proseguire la lettura, perché devi sapere come va a finire. Ti trovi di fronte a un testo in cui tutto sembra rovesciato; quelli che notoriamente immaginiamo buoni saranno i cattivi e viceversa.
Insomma, mi sono trovata fra le mani un buon libro, che ho letto con molto piacere e sono curiosa di andare a scoprire come la storia proseguirà. Spero che dalla fantasia di Daniela continuino a uscire personaggi e storie di questo spessore, perché si leggono volentieri e tutte d’un fiato.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione a cura di:

Liz

Editing a cura di:

LadyLightmoon1

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione: “Un adorabile bugiardo” di Lauren Rowe (serie Morgan Brothers #1)

Care Fenici, Kiki oggi ci parla di “Un adorabile bugiardo” di Lauren Rowe ...

error: Contenuti di proprietà di RFS