Home » Recensione libri » Recensione: “La Regina Imperatrice” di Antonio Caprarica

Recensione: “La Regina Imperatrice” di Antonio Caprarica

Titolo: La regina imperatrice
Autore: Antonio Caprarica
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Romanzo Storico
Collana: Varia
Formato: eBook, Rilegato
Pagine: 416
Data di Pubblicazione: 15 ottobre 2019

Intrighi, delitti, passioni alla Corte di Victoria

Londra, 1870. La capitale inglese ribolle di scontento e sedizione. Sono passati trentatré anni da quando Victoria è salita al trono, nel tripudio popolare, il 20 giugno 1837: una diciottenne non bella, così piccola e rotondetta, gli occhi blu un po’ sporgenti, ma vivace, intelligente e con modi accattivanti. E soprattutto, un temperamento volitivo. Le doti che, insieme al sostegno dell’adorato marito Albert, ne hanno fatto a lungo una sovrana ammirata. Chi la riconoscerebbe oggi nella tozza dama infagottata negli abiti neri del lutto, che dalla morte di Albert vive ritirata sull’isola di Wight o in Scozia, e si rifiuta ostinatamente di mostrarsi al suo popolo e di presenziare alle cerimonie nella capitale? Così, mentre il figlio ed erede Bertie consuma le notti al tavolo del baccarat o nel letto della demi-mondaine di turno, il prestigio della Corona affonda e il trono vacilla sotto i colpi dei repubblicani. Sarà questo l’epilogo di un regno iniziato magnificamente? In un romanzo di grande respiro, dove trovano spazio scandali e passioni erotiche, i fasti delle dimore nobiliari londinesi e le sanguinose lotte dei comunardi parigini, le trame di Corte e gli intrighi dei politici – Melbourne, Gladstone, Disraeli – che hanno fatto la storia britannica, Antonio Caprarica compone attorno al complesso personaggio di Victoria l’affresco di un’epoca. Con l’aiuto di un’ambientazione accuratissima e di una scrittura brillante, mette in scena l’eccitazione di serate scintillanti e banchetti sontuosi, le ricchezze dissipate dai cortigiani e la miseria abietta degli slum e, sopra tutto ciò, la determinazione di una donna capace di risollevarsi a ogni caduta, di sfidare pregiudizi e critiche, di fare del proprio Paese una potenza coloniale, e di conquistare infine la corona di imperatrice.

Libro consigliato agli adulti

Care Fenici ben trovate, quest’oggi parleremo di un romanzo storico molto particolare che racchiude nelle sue pagine un significativo spaccato della Londra del 1800, con le sue contraddizioni e le sue problematiche; un’epoca che ha conosciuto una grande donna che, combattendo strenuamente per se stessa, la sua famiglia e il suo paese, ha conquistato lo status d’Imperatrice: la Regina Victoria.

Guidata da saldi mentori e sostenuta da un principe consorte lungimirante, Victoria ha conquistato sin dal principio le masse, non per la sua grande beltà o il suo fascino ma per la sua sagacia, la sua intelligenza e la sua grande energia. Il suo matrimonio, fonte di ispirazione per il popolo, è sempre stato la base della sua felicità e del suo potere. Dopo la precoce morte del suo adorato marito, Victoria si rinchiude in se stessa e si isola dal mondo. Il paese, così, diviene preda dei politicanti mentre Bertie, il suo primogenito ed erede al trono, si dà alla vita dissoluta, denigrando se stesso, il paese e la corona. Ma la regina è una donna forte e, nonostante tutto, ne esce sempre a testa alta.

Un libro molto significativo, in grado di mettere in risalto l’umanità della casa reale che, nel dolore e nella gioia, ha sempre cercato di guidare il paese con mano ferma e lungimiranza.

Rispetto a molti romanzi storici, questo manoscritto mi ha intrigato sicuramente per il punto di vista originale dal quale parte per narrare gli eventi. Apparentemente, sembra più una biografia del principe ereditario che della Regina Victoria. Le due personalità s’intrecciano e si confondono in una cacofonia di eventi, descritti con scene pittoresche di grande impatto. La dissoluzione del periodo storico e le tematiche sociali e culturali vengono riportate con chiarezza e drammaticità, in contrasto ai fasti e all’opulenza delle caste nobiliari. Un romanzo forte ma ironico, che sa comunicare nel profondo il messaggio dell’autore: Victoria è sì una regina, ma prima di tutto è una donna.

Così, come donna vive e s’innamora, piange e ride, vive i suoi lutti e gioisce nel dimenarsi in danze sfrenate e liberatorie. Come essere umano ha simpatie e dà favori, pone il broncio e si lamenta. Ma come regina e poi come imperatrice guida le masse, innamorate della sua saggia guida.

Consigliato per un pubblico dai sedici anni in su.

A presto!

 

Titolo: La regina imperatrice Autore: Antonio Caprarica Editore: Sperling & Kupfer Genere: Romanzo Storico Collana: Varia Formato: eBook, Rilegato Pagine: 416 Data di Pubblicazione: 15 ottobre 2019 Intrighi, delitti, passioni alla Corte di Victoria Londra, 1870. La capitale inglese ribolle di scontento e sedizione. Sono passati trentatré anni da quando Victoria è salita al trono, nel tripudio popolare, il 20 giugno 1837: una diciottenne non bella, così piccola e rotondetta, gli occhi blu un po' sporgenti, ma vivace, intelligente e con modi accattivanti. E soprattutto, un temperamento volitivo. Le doti che, insieme al sostegno dell'adorato marito Albert, ne hanno fatto a lungo una sovrana ammirata. Chi la…

Score

Voto Utenti : 4.85 ( 1 voti)

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Consegna notturna – Serie: Pinx Video Mystery #1” di Marshall Thornton

Titolo: Consegna notturna #1 Serie: Pinx Video Mystery ...