Da non perdere
Home / Recensioni libri cult / Recensione “La notte degli angeli caduti” di Heather Killough-Walden (Lost Angels #1)

Recensione “La notte degli angeli caduti” di Heather Killough-Walden (Lost Angels #1)

20

In un tempo assai lontano, il Vecchio chiamò a raccolta i suoi quattro Arcangeli prediletti: Michele, Gabriele, Uriel e Azrael, e indicò loro quattro stelle del firmamento che brillavano più delle altre. Disse agli Arcangeli che desiderava ricompensarli della loro lealtà e che in dono avrebbero ricevuto delle anime gemelle. Fu così che il Vecchio creò quattro femmine perfette, che chiamò cherubine. Tuttavia, prima che gli Arcangeli potessero rivendicare le loro compagne, le quattro cherubine furono allontanate dal Regno e disperse dal vento. Gli Arcangeli decisero quindi di abbandonare il proprio mondo, per scendere sulla Terra e ritrovarle. Per migliaia di anni gli Arcangeli le hanno cercate, ma non sono stati gli unici a raggiungere il regno dei mortali per dare la caccia alle cherubine. Qualcuno li aveva seguiti.

Oggi vorrei parlarvi del primo volume della serie Lost Angels, di Heather Killough-Walden, dal titolo La notte degli Angeli Caduti.

In questa serie, uscita in lingua originale da un po’ di tempo, facciamo la conoscenza di quattro meravigliosi protagonisti maschili: Uriel, l’Arcangelo della Vendetta, Azrael, l’Arcangelo della Morte, Gabriele, l’Arcangelo Messaggero e Michele, l’Arcangelo Guerriero. Ad essi si va a sommare Samael, figura misteriosissima che tiene in scacco il lettore per tutta la saga. Purtroppo il suo libro non è stato ancora tradotto, e noi di RFS speriamo con forza che la casa editrice decida di tradurre anche il suo volume!

Il lettore curioso potrà leggere anche il prequel della saga, L’Angelo Eterno, che però aggiunge molto poco alla storia originale.

La genesi della storia è molto semplice, e presente nella trama del libro: Dio, per premiare i suoi Arcangeli favoriti, dona loro quattro Cherubine, compagne perfette che completano la loro anima. Ma per proteggerle da una minaccia mortale  è costretto a disperderle sulla terra. Ogni libro narra le peripezie che ognuno degli Arcangeli deve affrontare per trovare e conquistare la sua anima gemella.

Nel primo volume, La notte degli angeli caduti, facciamo la conoscenza di Uriel e della sua Eleanore.

L’autrice riesce con abile maestria a presentare tutti i personaggi, anche quelli secondari e a delinearne aspetto fisico e carattere senza risultare noiosa, dando comunque maggior spazio alla storia centrale, ovvero quella dell’Arcangelo della Vendetta, Uriel e della sua Cherubina, Eleanore. Tutti gli angeli, compreso Uriel, sono riusciti a integrarsi perfettamente con la società: Azrael è un famosissimo cantante, Michele fa il poliziotto e Gabriele il pompiere, mentre, lo stesso Uriel è un attore di grande successo.

Il primo incontro tra Uriel ed Eleanore avviene proprio grazie al lavoro di lui, infatti l’angelo si trova a dover firmare autografi nella libreria dove lavora la ragazza. Sin dal primo sguardo, Uriel la riconosce come la sua Cherubina e tenta subito di avvicinarsi a lei.

Uriel sentì il cuore smettere di battere e rimase a bocca aperta.

Non poteva credere ai suoi occhi.

Non poteva credere a quello che stava provando.

Non adesso.

Non qui, in un bagno pubblico, dopo duemila anni.

Forse fuori, sotto la pioggia, era scivolato e aveva battuto la testa. No, era impossibile. Uriel era praticamente invincibile. Un colpo alla testa non gli avrebbe fatto niente, se non irritarlo un po’. Eppure lei era proprio lì, in piedi davanti a lui. Ed era reale; poteva vederla, sentirla parlare, perfino sentire il suo odore. Profumava di shampoo, sapone e lavanda. Gesù, pensò, incapace di toglierle gli occhi di dosso. Era esattamente come se l’era immaginata, alta, slanciata, capelli corvini, e gli occhi color indaco come una notte illuminata dalla Via Lattea. La sua pelle sembrava di porcellana. Le labbra rosa e morbide avevano una forma perfetta, i denti erano bianchi.

Sembrava un angelo.

Era la sua cherubina.

E lo stava guardando… in cagnesco?”

Il pericolo però è dietro l’angolo: Samael il Caduto (ex Arcangelo preferito del Vecchio) è anch’esso alla ricerca delle Cherubine, ma quale sarà il suo piano? E chi è veramente Samael?

Samael spinge Uriel a stipulare un contratto per poter corteggiare Eleanore… chi vincerà? Beh, la risposta non è ovvia come sembra; Samael ha molti assi nella manica.

Non è finita qui: mentre la lotta per il cuore di Eleonore incalza, un’altra battaglia si profila all’orizzonte. Un gruppo di uomini spietati cerca, infatti, di catturare la dolce Cherubina. Questa nuova minaccia viene dal passato ed è forte e potente come nessuno. Perfino Samael e gli Arcangeli ne sono spaventati. La verità sarà molto dura da scoprire e difficile da accettare, ribalterà ogni certezza degli angeli. Forse persino il Vecchio non è sincero fino in fondo.

Lo stile è scorrevole, semplice ma molto accattivante. Le scene di sesso sono spinte, ma risultano sempre calzanti con i personaggi e con la storia; l’alternarsi di esse con colpi di scena ben equilibrati e incessanti crea un perfetto mix e una storyline favolosa. Le pagine volano una dopo l’altra e decisamente non c’è il rischio di annoiarsi. C’è ritmo, azione, avventura, c’è amore e sensualità, non manca nulla, insomma. Non voglio annoiarvi oltre, ne raccontarvi troppo per non rovinarvi la lettura. Vi lascio ai vostri libri e spero di avere presto il vostro parere.

recensione a cura di

Recensione “La notte degli angeli caduti” di Heather Killough-Walden (Lost Angels #1)
5 su 2 voti

20 In un tempo assai lontano, il Vecchio chiamò a raccolta i suoi quattro Arcangeli prediletti: Michele, Gabriele, Uriel e Azrael, e indicò loro quattro stelle del firmamento che brillavano più delle altre. Disse agli Arcangeli che desiderava ricompensarli della loro lealtà e che in dono avrebbero ricevuto delle anime gemelle. Fu così che il Vecchio creò quattro femmine perfette, che chiamò cherubine. Tuttavia, prima che gli Arcangeli potessero rivendicare le loro compagne, le quattro cherubine furono allontanate dal Regno e disperse dal vento. Gli Arcangeli decisero quindi di abbandonare il proprio mondo, per scendere sulla Terra e ritrovarle. Per…

Score

Voto di Tirry 4

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Kiki

x

Check Also

Fredda e calcolatrice, la bellissima Naphré ha venduto la propria anima a ...

error: Contenuti di proprietà di RFS