Home / Recensione libri / Recensione: “La mia strada sei tu” di Isabelle Broom

Recensione: “La mia strada sei tu” di Isabelle Broom

Trama rosa

Holly fa di tutto perché la sua vita sia perfetta: vive a Londra, nel cuore del mondo, e ha un lavoro come copywriter per un sito di moda. La sua infanzia drammatica e solitaria, segnata dalla tragica morte di sua madre, fa ormai parte del passato e lei è più decisa che mai ad essere la fidanzata ideale per Rupert, un ragazzo affascinante, che fa soldi a palate lavorando nella City. Sarebbe da stupide farselo scappare. Ma un’improvvisa lettera sconvolge le poche certezze di Holly sulla sua vita. Le viene infatti comunicato di aver appena ereditato una grande casa a Zacinto da una zia che nemmeno sapeva di avere. Dopo qualche esitazione, Holly decide di partire per l’isola e tutto cambia colore: perché sua madre non le ha mai parlato della zia? Perché quella casa ha un aspetto così familiare? E chi è quel ragazzo che abita vicino e che sembra sapere molte cose di lei?

Recensione rosa

Solitamente non sono una grande estimatrice dei libri scritti in terza persona, perché faccio fatica a mantenere viva l’attenzione dal principio alla fine, salvo poche eccezioni.
Eccezioni come questa. Perché la penna di Isabelle Broom ha compiuto una piccola magia ed io sono rimasta rapita da questo romanzo così intenso ed emozionante.
A partire dalla misteriosa lettera che spinge Holly, ventinovenne con un lavoro di critica di moda e una tiepida relazione con un uomo di nome Rupert, a lasciare Londra per trasferirsi per due settimane nell’isola greca di Zacinto, nella casa ricevuta in eredità da una zia da poco deceduta e di cui ignorava persino l’esistenza. Ed è proprio qui che incontra Aidan, l’affascinante veterinario irlandese che vive nell’abitazione accanto alla sua, l’unico uomo che riesce a vedere la vera Holly, quella che da anni si nasconde dietro una maschera di indifferenza e a cavarle fuori quelle emozioni che non è mai riuscita a provare dopo la morte di sua madre. Nemmeno con Rupert.
Perché Aidan, con quelle sue lentiggini e l’aspetto trasandato, col suo amore per gli animali e i suoi modi un po’ sfacciati, è un ragazzo unico e speciale. E Holly non ci metterà molto a capirlo, anche se a un certo punto tra sensi di colpa, gravi errori commessi da entrambe le parti, stupidi malintesi e segreti a lungo taciuti, ho avuto seriamente paura che quei due zucconi rinunciassero a un sentimento stupendo capace di completarli come non gli era mai accaduto prima d’ora.
Soprattutto quando Rupert stupisce tutti mostrandosi molto più maturo e sensibile di quanto avrei mai creduto. E lì ho davvero provato pena per lui, perché il tradimento è sempre una gran brutta bestia, che non ammette giustificazioni, persino quando porta due anime complementari a scoprirsi e viversi in modo così intenso come è accaduto a Holly e Aidan.
E’ proprio con gli occhi di questa ragazza un po’ turbata e confusa, che scopriamo le piccole meraviglie di un’isola incantevole, tra scorci di spiagge sabbiose e un mare limpido e sconfinato, tra villaggi di casette bianche in muratura e graziosi locali tipici, in mezzo a colori, profumi e sapori di una terra che sa di passione e tradizioni, di ricordi passati e sogni futuri.
Ed è proprio tra i suoi abitanti, così cordiali e pacifici, che conosciamo gli adorabili personaggi secondari di questa storia, tutti alleati preziosi che aiuteranno Holly a rendere più leggero il cammino che conduce alla conoscenza di se stessa e alla verità sul suo passato. Ma soprattutto che la porterà ad amare quest’isola che nel suo cuore comincia già a chiamare “casa”. Il tutto descritto con una delicatezza davvero esemplare.
Consiglio a tutte voi di perdervi tra le pagine emozionanti di questo libro per vivere in prima persona un profondo viaggio introspettivo, quello di una ragazza un po’ smarrita costretta a percorrere un sentiero tortuoso prima di trovare finalmente la strada di casa.
E di gustarvi questa tenera e toccante storia che parla di amore, di perdono e di riscoperta di se stessi. Perché ne vale davvero la pena.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione a cura di:

Nikky

Editing a cura di:

Gioggi

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Signore d’ Inverno, il bacio mortale – SERIE: #2 Neubourg” di Chiara Mineo

TITOLO: Signore D’inverno. Il bacio mortale AUTORE: Chiara Mineo SERIE: #2 ...