Home / Fantasy / Recensione: “La leggendaria Guerriera: rinascita di una dea – Vol. 1” di Aurora Ballarin

Recensione: “La leggendaria Guerriera: rinascita di una dea – Vol. 1” di Aurora Ballarin

Trama

Venezia 1896

Ainwen Carnelio, giovane rampolla di una delle famiglie più in vista della città, non ha mai capito la ragione del suo strano aspetto.
Cresciuta da un ammiraglio, che l’ha addestrata all’arte della spada fin da bambina e da una madre insolitamente attenta a farle apprendere la magia, la giovane passa le sue giornate divisa tra due realtà: quella diurna, la vita apparentemente normale di una ragazza della sua età; e quella notturna tra duelli, visioni di cui non conosce il significato e incubi che infestano le sue notti.
Tutto evolve all’improvviso il giorno in cui conosce il nuovo istitutore, Barahir. Un uomo enigmatico, di una bellezza unica e fin troppo interessato a lei.
Con il suo arrivo le visioni aumentano, facendosi via via più terrificanti.
Ogni volta che i loro sguardi si incrociano è come se lei vivesse l’esistenza di un’altra persona.
La mente viene travolta da ricordi non suoi e perfino la vita arriva quasi a non appartenerle più, confondendosi con quella di un’altra donna di cui a malapena conosce il nome.
Fino a quando, spossata nell’animo e nelle carni decide di voler sbrogliare la matassa dei misteri di tutta una vita.
Solo un nome dalla sua parte. Un unico fievole indizio a ricollegare ogni sua visione: Urwen.
Il nome della dea degli elfi.
Il nome della donna che, cinquecento anni prima salvò il mondo dall’apocalisse…
Questa ricerca la porterà a riscoprire il suo passato e un destino dannato, da cui non potrà scappare. Una guerra spietata l’attende alle porte del suo domani.
Una battaglia insensata e crudele da cui dipenderà non solo la sua salvezza ma anche il destino di chi ama e del mondo che Urwen, prima di lei, era stata chiamata a proteggere.
Vecchi legami la richiameranno all’esistenza che ancora in fasce aveva gettato alle spalle e dalle stesse ceneri del dolore che comporterà la conoscenza del futuro che l’attende, dovrà ricostruire non solo un mondo, evitandone la fine, ma anche e soprattutto la sua stessa vita…

QUESTO VOLUME È IL PRIMO DI UNA TRILOGIA CHE COMPRENDERÀ:
1) Rinascita di una dea
2) I Guardiani dell’adhandel
3) L’occhio della dea degli elfi

Recensione

Scrivere la recensione di questo libro è stato veramente difficile.
La scrittura è scorrevole e tranquilla, la trama è ricca di colpi di scena ed a tratti imprevedibile.
Questi sono decisamente i pregi maggiori di questo racconto, insieme alla descrizione della città di Venezia da cui traspare in ogni riga l’amore della scrittrice. Si ha infatti quasi la sensazione di annusare il suo profumo caratteristico, e percepire lo sciabordio incessante e dolce delle sue acque calme.
Ma purtroppo in questo racconto, insieme ai pregi ci sono anche dei punti che mi hanno lasciato parecchio perplessa.
Mescolare la Venezia del 1800 con gli elfi mi ha lasciato sorpresa ed a tratti infastidita. Non è ben spiegato infatti il rapporto tra la Serenissima e il popolo silvano per eccellenza, senza contare che suona strano la presenza di questi ultimi nascosti ed inseriti in una città degli uomini “reale” con tanto di monumenti di cui chiunque ha sentito parlare. E’ quindi un fantasy o un Urban Fantasy??  Non so darvi la risposta, solo l’impressione che qualcosa suoni profondamente anomalo e sbagliato, dal momento che i riferimenti fantasy sono più che evidenti come la presenza di draghi, della magia o delle ninfee, senza contare la citazione del materiale mithril (inventato e appartenente alla storia del Signore degli Anelli).
Ma questo sarebbe il male minore se l’intera storia non risultasse noiosa, malgrado gli accadimenti continui, e i suoi personaggi non solo antipatici a tratti, ma pure superficiali.
Se si esclude la protagonista decisamente infantile, e con talmente tanti dubbi e ansie da risultare pesante, noiosa e stupida per tutto il libro, gli altri comprimari veramente troppi, risultano non solo abbozzati superficialmente e privi di carattere ma spesso inutili ai fini narrativi, così come molta parte del racconto di cui si perde l’utilità nella storia. Un racconto lungo, troppo lungo e sbrodolato da risultare estenuante, ma soprattutto privo della capacità di immedesimarsi, lottare e soffrire con i personaggi che restano lontani e scostanti. Non c’è emozione nemmeno nelle scene che dovrebbero essere tragiche e toccanti, non si resta in ansia o non ci si sente partecipi della loro storia. Solo nell’ultima ventina di pagine si inizia a provare una certa simpatia e feeling per i protagonisti, e questo fa ben sperare per i due libri successivi che l’autrice ha informato completeranno la serie.
So di non essere stata molto tenera, ma malgrado le mie critiche invito i lettori e coloro che riescono ad apprezzare un racconto, senza attenersi ai classici canoni che caratterizzano i Fantasy, a leggere questo libro perché le potenzialità per piacere a chi ama un determinato modo di scrivere, ci sono tutte.
Concludo solo avvisando che al contrario di quanto ci si potrebbe aspettare da un racconto che sembra presentarsi come un fantasy classico, è accennata, in maniera superficiale una storia d’amore tra due protagoniste di sesso femminile. Storia che potrebbe evolversi nei volumi successivi, facendo magari storcere il naso a qualche lettore o a qualche genitore che può non gradire certe tematiche.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Asce-voto-2

Recensione a cura di:

LaDamadelBosco

Editing a cura di:

Tayla

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione:Ruckus – senza regole di L.J.Shen serie The Saints #2

Autore: L.J. Shen Editore: Always Publishing Genere: Contemporary ...