Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “La Carezza del Dragone” di October Avalon (serie Bloody Cinderella #2)

Recensione: “La Carezza del Dragone” di October Avalon (serie Bloody Cinderella #2)

Buongiorno Fenici, oggi Maljka ci parla di “La Carezza del Dragone” di October Avalon (serie Bloody Cinderella #2)

Mi chiamo Cinderella, ma per gli amici sono Cindy. Il giorno del mio diciottesimo compleanno sono diventata una cacciatrice di Vampiri ed ora sono un membro attivo dell’Ordine del Dragone Rosso, un’organizzazione di cacciatori di vampiri nata nel 1448 per contrastare Vlad III principe di Valacchia, in poche parole Dracula.
Blue Prince, il cacciatore mezzo vampiro di cui mi sono innamorata, dopo avermi fatto da precettore, ed iniziata alla caccia ai “non morti”, si è dileguato nel nulla. Uscendo dalla mia vita con la stessa facilità con cui vi è entrato.
Oh, chiaro, non mi sono concessa il tempo di piangermi addosso, al contrario sono andata avanti con la mia vita, come se nulla fosse. Senonché, all’orizzonte è comparso Dracula, che mi ha rivelato verità sconvolgenti che riguardano la morte di mio padre e il passato non proprio limpido di Blue.
Ah, dimenticavo di dirvi che Blue Prince è nientemeno che il figlio di Dracula e tra padre e figlio è in corso una faida familiare che dura da oltre cinquecento anni, in cui, mio malgrado, sono finita nel mezzo.
Vampiri e cacciatori di vampiri, un principe azzurro e una moderna principessa, e un sanguinario mostro che arriva da un passato oscuro e leggendario. La realtà si fonde con il magico mondo delle favole, e la fiaba si trasforma in una spaventosa realtà… Che la Caccia abbia inizio!

C’era una volta… 
Cinderella una ragazza un po’ nerd e un po’ ribelle, che viveva con una matrigna affetta da shopping compulsivo, e due sorellastre aspiranti attrici.
Un giorno nel suo liceo arrivò il principe azzurro a cavallo di una rombante Harley Davidson cromata di bianco, e la invitò al ballo studentesco.
Poiché un ballo deve avere un Re e una Reginetta, la fata madrina, l’insegnante di arte del liceo, e le sue migliori amiche, due topi di biblioteca, l’aiutarono a prepararsi, rendendola incantevole, ma …
Se pensate che questo sia l’iniziò di una favola romantica vi sbagliate.
Allo scoccare della mezzanotte, l’incantesimo verrà spezzato e ognuno mostrerà il suo vero volto.
Se i sogni son desideri, chiusi in fondo al cuor…
Gli incubi che cosa sono?

Tutte potremmo innamorarci dei cattivi ragazzi, soprattutto se ti salvano con una Harley e, a maggior ragione, se scopri di aver così tante cose in comune che sarebbe davvero difficile non farlo.

Cindy, alla fine del precedente capitolo della serie, si è trovata nel mezzo di una faida familiare, ha conosciuto le sue vere origini come cacciatrice di vampiri e si è innamorata di qualcuno che ha un passato non proprio limpido e con più segreti del vaso di Pandora.

Blue, dopo l’incontro con il padre, per salvare Cindy ha deciso di sparire dalla circolazione, lasciando lei in un fiume di lacrime e con una sola persona con cui sfogarsi, Dylan, il suo osservatore, per poi tornare… con un’altra ragazza!

Lei è Bianca, una brusca, odiosa, presuntuosa e alquanto gnocca strega. In realtà non è una qualunque, ma una strega bianca discendente dalla stirpe delle streghe di Endor che, secondo quanto scritto nella Bibbia, predissero la morte di Re Saul.

La canzone di Cenerentola dice: i sogni son desideri chiusi in fondo al cuor, ma qui di desideri non ce ne sono proprio. Tutti gli incubi di Cindy e Blue si manifestano!

Li vedremo di nuovo invischiati in una guerra all’ultimo paletto all’interno della sede dell’Ordine del Dragone Rosso, con Dracula, nonché padre di Blue e il ritorno nientedimeno che… Morgana! La ex di Blue, che lui credeva morta, è tornata in altre vesti e non è affatto la santarellina che si pensava.

Mi è piaciuta molto l’interazione che c’è tra i nuovi e i vecchi personaggi e soprattutto i molti rimandi storici presenti all’interno del romanzo, secondo me molto ben integrati con il resto del racconto.

Essendo un racconto young adult, i personaggi sono molto giovani, ma non per questo noioso, anzi sono ben caratterizzati così come anche le ambientazioni sono ben descritte e nulla è lasciato al caso.

È una serie che sto divorando e che consiglio a tutti gli amanti del genere!

#1  Bloody Cinderella

#2  La Carezza del Dragone

#3  Incantevole Dannazione

#4  Sposa Gotica

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “La ragazza del faro” di Alessia Coppola

Buongiorno Fenici oggi la nostra Cristiana ha recensito ...