Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Irriducibile” di Adele Vieri Castellano (Legio Patria Nostra vol. 2)

Recensione: “Irriducibile” di Adele Vieri Castellano (Legio Patria Nostra vol. 2)

Tre come i moschettieri. Pericolo, avventura, missioni speciali, a volte senza ritorno. Eppure loro, i tre legionari, ce l’hanno fatta. Ora hanno fama, denaro, donne, una palestra a Roma in cui insegnano arti marziali. E quando un amico chiede un favore non si può che assecondarlo, anche perché in quanto ex soldati, che hanno vissuto più vite in una sola, perseguono un unico obiettivo: proteggere i deboli. Per questo Riccardo Gardini, il più irriducibile dei tre, accetta di diventare la guardia del corpo di Elena Verri Pallavicini, avvocato milanese dagli occhi e dal carattere raggelanti. Comincia come un favore l’avventura che diventerà ben presto qualcosa di profondamente diverso, che lo costringerà a guardare al passato e ad affrontare il dolore di una perdita di cui ancora porta le stigmate. L’avventura che cambierà la sua vita. Per sempre.

Oh ragazze, finalmente ci siamo! È stata dura aspettare tanto, ma l’attesa è stata soddisfatta in maniera eccellente.

Il secondo volume della serie Legio Patria Nostra è dedicato a Riccardo Gardini: tenebroso e affascinante, impeccabile con un’arma di precisione tra le mani, esperto di arti marziali, autoritario, dispotico anche tra le lenzuola e protettivo con le persone che ama, al punto che le sue manie di controllo rischiano di rendere impossibile la vita di Sara, l’adorata sorella. Riccardo custodisce un doloroso ricordo, per questo rifugge qualsiasi legame sentimentale; i suoi rapporti con le donne si limitano a conoscenze occasionali di scarso significato e incontri sessuali appaganti, ma mai reiterati. Purtroppo, o per fortuna, le cose si complicano quando viene contattato da Valerio Corvino, capitano dell’Arma e stimato amico di vecchia data, per fare da guardia del corpo ad un prestigioso avvocato divorzista milanese, Elena Verri Pallavicini. Donna intelligente e volitiva, dalla bellezza algida e perfetta, nasconde in realtà un animo segnato da delusioni recenti, oltre ad un passato fatto di difficoltà a relazionarsi con i coetanei.

Elena e Valerio sono legati da una profonda amicizia, per tale motivo lui non esita ad offrirle il suo aiuto, quando l’avvocato si trova coinvolta nel divorzio di un rinomato uomo d’affari e ammirato filantropo dalla moglie, ex modella che tenta di far perdere le proprie tracce, rimanendo invischiata in un gioco troppo grande che rischia di schiacciarla. Riccardo dovrà proteggerla dalle conseguenze di una rete di ricatti, traffici illeciti e terribili crimini, in cui le parti coinvolte non esiteranno a compromettere chiunque possa essere loro utile, anche se ciò significasse metterne in pericolo la vita. Ma niente è semplice come sembra, perché l’avvocato è determinata a difendere la propria libertà e non è certo il tipo di donna che accetta ordini su cosa fare o dove andare. A complicare ulteriormente il lavoro di Gardini e la vita di Elena si insinua, poi, un’attrazione irresistibile, nuova e intrigante, che metterà a dura prova il cuore dell’avvocato e l’autocontrollo della sua guardia del corpo.    

Nell’indagine che prende vita e si intreccia in maniere entusiasmante alla storia d’amore, si inseriscono Ivan Conti, Irina De Carlo, Katashi Himaru Martini, Sara Gardini, personaggi secondari solo per definizione convenzionale ma determinanti nelle vicende della narrazione, alcune delle quali ad alto tasso adrenalinico.

Mi sono chiesta perché i romanzi della Castellano riescano ad affascinarmi e a lasciarmi sempre tanto soddisfatta. Lo stile è fluido e coinvolgente ma quello che mi tiene avvinta alla lettura, in maniera così serrata da impedirmi di interromperla prima di essere arrivata alla fine di ogni libro, è la sua abilità nella caratterizzazione dei personaggi, che risultano vivi, reali, sfaccettati e accattivanti, dettagliati con cura e preparazione. In questo romanzo, ad esempio, ho trovato nozioni su armi da fuoco e sulle procedure da seguire nelle missioni d’assalto e dettagli su come neutralizzare un avversario, mettendolo al tappeto ma senza finirlo, con il solo uso delle mani. Spesso ho avuto la nitida impressione di trovarmi davanti alle scene di un film piuttosto che immersa nelle pagine di un libro. I dialoghi poi sono eccellenti, calzanti, parte imprescindibile e determinante nella creazione sia della storia che dei singoli protagonisti.

Probabilmente ho un debole per questa autrice o semplicemente sono capace di apprezzare un ottimo romanzo, in ogni caso non posso fare altro che consigliarvi di leggerlo.

A cura di:

Tre come i moschettieri. Pericolo, avventura, missioni speciali, a volte senza ritorno. Eppure loro, i tre legionari, ce l’hanno fatta. Ora hanno fama, denaro, donne, una palestra a Roma in cui insegnano arti marziali. E quando un amico chiede un favore non si può che assecondarlo, anche perché in quanto ex soldati, che hanno vissuto più vite in una sola, perseguono un unico obiettivo: proteggere i deboli. Per questo Riccardo Gardini, il più irriducibile dei tre, accetta di diventare la guardia del corpo di Elena Verri Pallavicini, avvocato milanese dagli occhi e dal carattere raggelanti. Comincia come un favore l’avventura…

Score

Voto Lady Kei 5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

baby.ladykira

Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

Review Party: “Il prezzo della redenzione” di Kate McCarthy

Care Fenici, oggi grazie alla recensione di Kiki ospitiamo il Review Party ...

error: Contenuti di proprietà di RFS