Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Incantevole Dannazione” di October Avalon (serie Bloody Cinderella #3)

Recensione: “Incantevole Dannazione” di October Avalon (serie Bloody Cinderella #3)

Buongiorno Fenici, oggi Maljka ci parla di “Incantevole Dannazione” di October Avalon (serie Bloody Cinderella #3)

Un Re cerca sempre la sua Regina.
Bianca è una strega naturale molto potente. La magia scorre nelle sue vene attraverso generazioni di streghe che si sono succedute fino a lei, la sua stirpe infatti discende dalla Strega di Endor, la strega che predisse la morte di Re Saul secondo quanto narrato nella bibbia. La sua famiglia è custode di un potente talismano che rende possibile l’evocazione degli spiriti. Di qualsiasi spirito.

Dylan è un cacciatore di vampiri, musicista, per alcuni anni ha lavorato nell’ombra, facendo l’osservatore di giovani leve, ma ora è tornato sul campo nella battaglia contro gli esseri sovrannaturali fuori controllo per conto dell’Ordine del Dragone Rosso.
C’era una volta…
Se pensate che questo sia l’iniziò di una favola romantica vi sbagliate.
Streghe nere, specchi magici che si aprono su altri mondi, alleanze tra esseri sovrannaturali, buio e luce in eterno conflitto, ma irrimediabilmente attirati l’uno verso l’altro.
Solo chi si ribella al buio trova la forza di domare i propri demoni.

Per una donna, lo specchio può essere il miglior amico… o il suo peggiore incubo!

Lei è Bianca, una cacciatrice di vampiri e una strega bianca, discendente dalla stirpe delle streghe di Endor, coloro che secondo la Bibbia predissero la morte di Re Saul.

Lui è Dylan, un ragazzo con un fisico da far invidia, cacciatore di vampiri, musicista e con un Io nero come la pece.

I grandi capi dell’Ordine hanno deciso di farli lavorare insieme data la loro forza sul campo, ma qualcosa lavora nell’ombra, nel vero senso della parola. Qui non si parla più di demoni e vampiri che probabilmente hanno creato un’alleanza, ma di demoni superiori rinchiusi all’interno di porte segrete nella famiglia Endor e streghe nere che cercano il buio dove prima c’era la luce.

Per tutto il romanzo c’è un continuo battibeccarsi tra i due, anche nelle situazioni più difficili che mi ha fatto sorridere. Si capisce fin da subito che tra i due c’è del tenero e chissà, forse nascerà anche qualcosa.

La linea tra bene e male è sempre molto sottile, in ognuno di noi c’è un’anima luminosa e una oscura, ed è proprio questo il fulcro principale di questo capitolo: chi è luce e chi è ombra?

Avvincenti sono i continui colpi di scena che mi auguro continuino nel quarto e ultimo capitolo della serie, dove anche molti punti lasciati fino ad ora in sospeso spero trovino una valida conclusione.

Molto interessanti anche i due personaggi su cui verte la storia, con i loro segreti e conflitti interiori che fanno riflettere, forse, anche i più giovani su verità e bugie.

I dialoghi sono brevi ma intensi e veloci e permettono al lettore di arrivare alla fine in un batter d’occhio, che poi è anche quello che si vuole fare per vedere come va a finire… per poi pentirsene perché ci si affeziona.

È una serie che ho conosciuto per caso, ma che sto amando e che consiglio vivamente agli amanti del genere young adult o a chi, come me, legge un po’ di tutto.

1- Bloody Cinderella

2- La Carezza del Dragone

3- Incantevole Dannazione

4- Sposa Gotica

 

 

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “L’assassino che donava girasoli ai cadaveri” di Giorgia Vasaperna

Care Fenici, oggi Lucia ci presenta la recensione di “L’assassino che donava girasoli ...