Home / Recensione libri / Recensione in anteprima: “Un cimitero pieno di sorprese.” di Roberta Martinetti I racconti di Spaventino. Vol. 1

Recensione in anteprima: “Un cimitero pieno di sorprese.” di Roberta Martinetti I racconti di Spaventino. Vol. 1

Scheletri irriverenti, fantasmini e zombie attaccabrighe… Questo e molto altro in “Un cimitero pieno di sorprese”, la prima delle avventure di Spaventino, scheletrino ancora legato al “terrorifico mondo dei vivi” da una storia tramandata di generazione in generazione, attorno alla quale si apre un mistero tutto da scoprire.

Età di lettura: da 7 anni.

Fenici vi presento un meraviglioso libro di favole.

La lettura è consigliata a bambini dai sette anni in su.

Scritto molto bene e comprensibile a tutti grandi e piccini, ho apprezzato l’accortezza di porre uno spazio tra le righe e l’uso di un carattere che possa facilitare la lettura anche a bambini dislessici.

Una bellissima iniziativa e uno spirito di inclusione per questo vasto mondo di tesori che faticano a inserirsi nel magico mondo della lettura.

Una nota di merito va ai disegni che ho trovato molto carini, originali e perfettamente incastonati nel susseguirsi della trama, scoprire la giovane età dell’artista mi ha lasciato stupefatta.

Veniamo a noi!

Il libro ci racconta la prima avventura di Spaventino, un bambino di circa dieci anni morto più di duecento anni prima. Dopo cento anni dalla sepoltura si sveglia ed esce dalla sua cripta. È uno scheletrino, e per nascondere le sue ossa, si mette un mantello con cappuccio arancione, così da non rischiare di spaventare nessuno.

Nel cimitero non tutti escono dalle loro sepolture e scheletrino non è ancora riuscito a capire il perché. Tutto il suo mondo è cambiato oramai.

Ma cosa sarà successo dopo la sua morte? Quali avventure attendono il nostro Spaventino? A voi, piccoli e grandi lettori, lascio il piacere di leggere questa favola moderna con gli occhi di un bambino e con lo spirito giocoso.

Una storia emozionante e ben scritta, peccato non  vi sia una conclusione vera e propria, ma questo sarà un pregio o un difetto? Sarete in trepidante attesa della sua prossima avventura?

Forse i bambini saranno meno ansiosi di me nel voler vedere come andrà a finire.

La loro fantasia li porterà a creare finali diversi ogni volta che leggeranno questa storia.

Io me li immagino così, persi nel loro mondo cercando sempre nuove avventure e finali caramboleschi per il nostro Spaventino.

Cosa mi è piaciuto?

Il protagonista lascia il segno, con la sua semplicità e ironia.

L’idea di scrivere in rosso le parole che poi a piè pagina vengono spiegate è bellissima, si riesce a concludere la frase e a ritrovare subito la parola in un secondo momento.

L’autrice ha dimostrato di saper esplorare in profondità sentimenti e sensazioni, che sia questo un essere umano o uno Spaventino, non ha alcuna importanza.

Non mi resta che augurare buona lettura e voli di fantasia magici a grandi e piccini che si immergeranno nel mondo di Spaventino.

 

ladykira

ladykira
Admin founder RFS
x

Check Also

Recensione: “L’UOMO PERFETTO E’ UN BASTARDO” di Jessica Clare Serie: Roughneck Billionaires #3

Knox Price è sempre stato convinto di non ...