Home / Recensione in Anteprima / Recensione in Anteprima: “Tutto per te” di Laura Gay

Recensione in Anteprima: “Tutto per te” di Laura Gay

Il matrimonio della sua amica Eva, Fiamma finisce a letto con Massimo, un affascinante agente letterario. Nessuno dei due vuole iniziare una storia, tanto più che si tratterebbe di una relazione a distanza: lei a Genova, lui a Milano. Le loro vite prendono quindi strade diverse, finché Fiamma non si presenta nell’ufficio di Massimo per dirgli che è incinta. All’inizio lui la prende male, chi gli assicura che quel figlio sia suo? Ma poi, riflettendoci, pensa di poter sfruttare la situazione a proprio favore: suo zio da tempo lo assilla perché si sposi. Massimo allora propone a Fiamma un accordo: lui la sposerà, riconoscerà il figlio in arrivo, ma lei si accontenterà di un matrimonio di facciata, in cui ciascuno di loro conserverà la propria libertà. Lei accetta e così i due partono alla volta dell’Inghilterra, per raggiungere i parenti di Massimo. Quello che Fiamma non sa è che la famiglia che sta per incontrare ha origini aristocratiche ed è tutt’altro che ben disposta ad accoglierla…

Ecco un libro da leggere tutto d’un fiato. Bellissima storia romantica che mi ricorda la trama di un bel romanzo storico, ambientato ai giorni nostri.

Fiamma è una ragazza bellissima e spregiudicata, che affronta la vita con spavalderia, ricalcando lo stereotipo della bionda tutta tette e niente cervello come arma di difesa contro la paura di essere ferita. La sua tendenza a non sentirsi meritevole dell’affetto altrui, le causerà non pochi problemi nel suo rapporto con Massimo.

Massimo è abituato ad una vita solitaria ed è cresciuto con il complesso del topo di biblioteca, quindi non riesce a credere di poter venire apprezzato per come è in realtà e non per le sue ricchezze e il titolo nobiliare. Il suo lasciarsi guidare dalle apparenze gli farà fare delle uscite non proprio felici.

Le continue incomprensioni tra i due protagonisti a volte sono un vero spasso, altre fanno venir voglia di tirare una botta in testa ad entrambi.

La trama è stupenda, ricca di suspence e colpi di scena, ambientato tra la ricca nobiltà snob dei giorni nostri, dove l’etichetta e l’apparenza regnano sovrane. Anche l’avidità e la malignità fanno la loro comparsa nella vicenda, così ricca di intrighi degni di un giallo. Alcuni momenti sono veramente tragici e confesso che mi hanno fatto piangere, altri mi hanno fatto venire si le lacrime agli occhi, ma dal troppo ridere.

Inoltre l’alternarsi dei punti di vista nel libro rende chiaro al lettore le varie sfumature di pensiero di tutti i personaggi.

Un bellissimo libro, lo consiglio caldamente: buona lettura.

baby.ladykira

Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

Recensione: “Macchine Mortali” di Philip Reeve

Buongiorno Fenici! Oggi Nayeli ci parla di “Macchine Mortali” di Philip Reeve DA ...