Da non perdere
Home / Recensioni MM / Recensione in Anteprima: “Rincorrendo la Felicità” di Autumn Saper (serie Wildfire #2)

Recensione in Anteprima: “Rincorrendo la Felicità” di Autumn Saper (serie Wildfire #2)

Care Fenici, oggi Kiki ci parla in anteprima di “Rincorrendo la Felicità” di Autumn Saper (serie Wildfire #2)

 Chester Wood per tutti è un tipo sopra le righe, sempre pronto a divertirsi. Questa opinione si basa su una conoscenza superficiale che non rende giustizia all’animo sensibile del ragazzo. Le ferite del passato e il rapporto difficile con la madre assente lo spingono a difendersi mostrandosi sempre allegro, così da non correre il rischio di essere ferito ancora una volta. Pochi si prendono la briga di conoscerlo davvero e a Chester questo è sempre andato bene. Ma adesso che è innamorato vorrebbe che il pompiere che ha conquistato il suo cuore vedesse anche il Chester nascosto… Ma a che pro, visto che Patrick Ross è etero?
Complice una richiesta di sua madre e un soggiorno forzato a New York, Chester sarà costretto a fare i conti con vecchie ferite, rincorrendo una felicità che non ha mai sfiorato prima e che spera porti dritto tra le braccia di quell’armadio tutto muscoli e dolci sorrisi che è Patrick Ross.

Ero. Dannatamente. Felice. Felice per davvero per la prima volta. Non più ossessionato dal mio aspetto, non più terrorizzato di essere abbandonato, non più preoccupato di non piacere e non essere accettato. 

Ero solo… Io. E non ero mai stato amato così tanto.

Il libro di cui vi parlo oggi si intitola Rincorrendo la felicità ed è il secondo volume della serie Wildfire di Autumn Saper, pubblicata in Italia da Triskell Edizioni.

Non avevo ancora letto nulla di questa autrice italiana, pubblicata per la prima volta da Triskell a fine 2017, ma ora comprerò tutti i suoi libri. Partirò ovviamente dal primo volume di questa serie, perché, sebbene i due volumi siano autoconclusivi, alcuni dei personaggi passano da un romanzo all’altro a fare una comparsata.

Avrete già capito che Rincorrendo la felicità mi è proprio piaciuto. Non fraintendetemi, non è stato amore a prima vista. I personaggi principali sono particolari e la loro diversissima caratterizzazione mi ha lasciata perplessa. Ma poi, lo stile della narrazione e la trama fluida mi hanno rapita, ed eccomi qui a decantarvi le lodi di questo bel romanzo male to male e a raccontarvi le vicende di Chester Wood e Patrick Ross.

Chester Wood mi ha fatto sudare le proverbiali sette camicie. Un ragazzo sopra le righe, l’anima della festa, sempre su di giri, sempre pronto a fare bisboccia. All’inizio mi ha strappato più di un sorriso, ma temevo che con lo scorrere delle righe quel suo modo di fare mi avrebbe annoiato a morte. Troppo frizzante, sempre votato all’eccesso verbale. Invece la Saper ha saputo creare uno di quei rari personaggi “tridimensionali”, dotati di tanti strati tutti da scoprire, che finiscono per far innamorare anche un lettore scafato come me. Tutta la sua ostentata follia appare, capitolo dopo capitolo, il paravento dietro cui nasconde paure e insicurezze. Non si è mai creduto capace di essere felice e veleggia in un mare di superficialità per non rimanere ferito da una relazione più profonda. Sembra un motorino costretto ad andare sempre a pieni giri nel terrore di non reggere il minimo e spegnersi. Quel suo essere una Principessa melodrammatica, che a prima vista me lo aveva reso antipatico, assume un significato profondamente diverso, velato di angosciosa malinconia. Ditemi, si può essere così vivi ma aver paura di vivere?

Patrick è… beh, non potrei definirlo che l’esatto opposto di Chester. In maniera inquietante, oltretutto. Quieto, sobrio, serio… un pilastro della comunità che con il suo lavoro si mette al servizio degli altri. Sembra un uomo ingenuo e Chester stesso lo definisce così. Ma sotto quella che sembra mancanza di intelligenza, Patrick nasconde la rara capacità di capire il suo prossimo al primo sguardo. Intuisce che l’uomo che ama si nasconde dietro a una maschera e lo aiuta, con la sua calma e gentilezza, a ritrovare la felicità. È un uomo forte e coraggioso, pronto a sorreggere Ches in qualsiasi momento: lui che si butta nel fuoco per salvare la gente non ha certo paura di esporsi per l’amore della sua vita.

Insomma, Fenici, troviamo una morale a questa storia dolce e folle: le coppie più riuscite sono quelle con partner diversi, che con le rispettive forze sanno colmare le mancanze di chi amano. Come le pere col formaggio, o il prosciutto col melone.

Non vi resta che correre a leggere la storia di Patrick il Forte e della Principessa del melodramma, sono sicura che la adorerete come ho fatto io!

#1 Numero Sconosciuto

#2 Rincorrere la Felicità

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Guardia e Ladri – Serie Delitti e Disastri #2” di Rhys Ford

Buongiorno Fenici, oggi Lucia ci parla di “Guardia e Ladri – Serie ...