Home / Recensione libri / Recensione in anteprima: Piuma nera di Mirta Drake

Recensione in anteprima: Piuma nera di Mirta Drake

Titolo: Piuma nera Autore: Mirta Drake Collana: Extra passion Editore I romanzi mondadori Genere: romanzo storico romance /western rosa Formato digitale e cartaceo (solo in edicola ) Data di uscita : Marzo 2020 Victoria Foster vive da sempre a Boston, adottata da una famiglia benestante quando era ancora bambina. Nessun affetto, però, ha mai scaldato il suo cuore e in lei si è fatto strada un senso di insicurezza sempre più profondo, soprattutto nei confronti del suo corpo. Quando il padre adottivo muore, lasciandola senza il becco di un quattrino, e il fidanzato la abbandona, è costretta a trasferirsi da…

Score

Voto di Malefica

Voto Utenti : 4.9 ( 2 voti)

Titolo: Piuma nera

Autore: Mirta Drake

Collana: Extra passion

Editore I romanzi mondadori

Genere: romanzo storico romance /western rosa

Formato digitale e cartaceo (solo in edicola )

Data di uscita : Marzo 2020

Victoria Foster vive da sempre a Boston, adottata da una famiglia benestante quando era ancora bambina. Nessun affetto, però, ha mai scaldato il suo cuore e in lei si è fatto strada un senso di insicurezza sempre più profondo, soprattutto nei confronti del suo corpo. Quando il padre adottivo muore, lasciandola senza il becco di un quattrino, e il fidanzato la abbandona, è costretta a trasferirsi da uno zio paterno che vive in Wyoming. È proprio lì che la sua strada incrocia quella di Jack “Piuma Nera” Blackburn, Cheyenne cresciuto da un girovago imbonitore bianco che vive di piccole truffe. Lo scontro fra culture è destinato a diventare esplosivo, ma ancora più indomabile è la fiamma che accende i sensi…

Note:

PIUMA NERA è l’ultimo, avvincente romanzo di Mirta Drake, una delle più apprezzate nuove voci del romance italiano.

Tra le altre opere dell’autrice già pubblicate da Mondadori, ricordiamo LA SEDUZIONE DEL GHIACCIO, IL FASCINO DEL FUOCO, LA TENTAZIONE DELL’ARIA e LE PROMESSE DELLA TERRA nella collana I Romanzi Extra Passion; PER AMORE DI UN CORSARO, nella collana I Romanzi Classic.

Ambientazione:

America, Stati Uniti, Boston + Wyoming, 1858

Fonte(sito ufficiale i romanzi mondadori)

Bentornate, Fenici!
Oggi vi parlerò del nuovo libro di Mirta Drake che la vostra Mal ha letto in anteprima. Edito dalla Mondadori, Piuma Nera uscirà a marzo di quest’anno.

Boston 1858
Victoria è la nostra protagonista, cresciuta in un orfanotrofio, non ha mai avuto una vita facile e spera di sposare Matthew così da poter risollevare le finanze familiari. Ma non andrà così perché invece l’uomo prenderà in moglie Emily, la cugina. Solo in seguito si scoprirà l’esistenza di un complotto ai danni della protagonista che la costringerà a trasferirsi nel Wyoming per vivere con lo zio Ezekiel.
Wyoming, primavera 1858
Qui troviamo Jack detto Piuma Nera, il nostro protagonista maschile nonché ultimo sopravvissuto della sua tribù Cheyenne e Tobias Blackburn (Doc) un imbonitore ciarlatano che lo adotta crescendolo come fosse suo figlio.
Doc si separa dal figlio adottivo dandogli una mappa con le indicazioni per trovare il Tomahawk d’oro, un manufatto che gli permetterà di entrare in una delle tribù del territorio e avere una famiglia.
Lo sceriffo della città ricatta Jack con un accordo: Piuma Nera dovrà fingere un attacco alla diligenza sulla quale viaggia Victoria e in cambio nessuna denuncia lo colpirà. In questo modo il rappresentante della legge salverà i suoi occupanti diventando un eroe agli occhi della donna, alla cui dote è molto interessato.
Il piano però ha un imprevisto perché l’assalto avviene davvero ma per opera di veri indiani Comanche. Victoria viene gettata fuori dal veicolo e messa in salvo da Jack. Il loro incontro-scontro (a cui penso proprio ne seguiranno altri) è un mix tra l’esilarante e il rovente… questi due ci daranno grandi soddisfazioni, ne sono certa!
Approfittando della conoscenza del francese di Victoria, i due protagonisti si mettono in società per trovare il manufatto indiano. Una perfetta scappatoia per la ragazza che non ha alcun interesse a raggiungere quella sperduta città del West. Inizia il viaggio e la loro convivenza forzata dà immediati e chiari segni di attrazione reciproca. L’atmosfera si fa bollente!
Adoro il loro continuo sfidarsi e punzecchiarsi, non oso immaginare quando passeranno ai “fatti”. I due si concedono l’uno all’altra ma non nel modo che pensate: la loro è una fusione di due spiriti affini.
Anime gemelle.
Jack la chiama “Luna bianca di mezzo inverno” e molto spesso “Ne mohotatse” che significa “ti amo”. L’uomo è innamorato, ma ha paura del futuro in un’epoca in cui una coppia mista non è vista di buon occhio.
Può l’amore nascere così all’improvviso? Per i due giovani sì.
Sebbene il malvagio e pazzo cugino Ethan abbia messo una taglia sulla testa di Victoria e lo sceriffo voglia morto Jack, la caccia al tesoro prosegue e i due arrivano alla Torre dell’orso, la montagna dove dovrebbero trovare il manufatto. I protagonisti decidono di sposarsi seguendo i rituali di entrambe le loro religioni e finalmente consumano. Ah Mirta, lo voglio pure io un indiano!!
Il Tomahawk si rivela essere un falso messo lì da Doc ed Ethan trova Victoria. Ma non voglio dirvi di più, dovete leggere il libro per sapere come finisce.
Considerazioni
Da dove inizio? Ennesimo colpo riuscito della Drake che ci trasporta sapientemente nel West, nei territori selvaggi del Wyoming. E’ la prima volta che leggo un western rosa ma… AWWWW!!
Come Jack, anche Victoria ha due anime: quella più aggressiva frutto degli anni di lotta trascorsi in orfanotrofio e l’altra più ingenua legata all’idea del vero amore. Durante il viaggio dimostrerà di avere un carattere davvero notevole.
Dimmi la verità Mirta, è curvy la nostra Victoria? Perché da come l’hai descritta, me la sono immaginata così.
Cosa dire di Jack? Perfetto, è l’ennesimo personaggio maschile fatto ad hoc che aggiungo alla mia schiera di mariti “cartacei”. Ho amato sin dall’inizio Piuma Nera, questo suo sentirsi non del tutto accettato in una società per niente tollerante nei confronti dei nativi americani (che poi loro ci fossero anche prima dell’uomo bianco, è un’altra storia).
Comunque, il nostro protagonista mi ha ricordato “La Signora del West”, lo conoscete?
Leggende
Ho amato la ricerca dei particolari e delle leggende, io adoro quando si parla del folklore locale (vedi il Wendigo e l’Acchiappasogni).
Peccato non avere una copertina da analizzare, ma sono certa sarà bellissima.
Grazie Mirta per avermi dato la possibilità di leggere quest’altra chicca che ovviamente consiglio a tutte voi, alla prossima!
Un saluto dalla vostra Mal.

 

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: La Maschera dell’Highlander di Bambi Lynn Prequel della serie Gli Dèi delle Highlands

Titolo La maschera dell’highlander Autore Bambi Lynn Editore ...