Home / Recensioni MM / Recensione in anteprima: “Più di Tutto” di Cardeno C. (serie Family #3)

Recensione in anteprima: “Più di Tutto” di Cardeno C. (serie Family #3)

Care fEnici, oggi Lucia ci parla in anteprima di  “Più di Tutto” di Cardeno C. 

Da adolescente, Charlie “Chase” Rhodes, incontra Scott Boone e si innamora perdutamente del popolare, atletico ragazzo della porta accanto. Charlie pensa di vivere un sogno quando Scott dice che prova le stesse cose. Ma i suoi sogni si infrangono quando il giovane inaspettatamente si trasferisce.
Anni dopo, Charlie conosce Adan Navarro, sfacciato e sicuro di sé, che senza problemi dichiara di voler solo rotolarsi un po’ con lui tra le lenzuola. Dopo otto mesi, insieme, Charlie è convinto che Adan ricambi il suo amore. Ma quando arriva l’opportunità di essere onesti riguardo alla loro relazione, Adan non lo fa.
Il tempo passa e la vita continua, ma quando Charlie scopre che gli unici due uomini che abbia mai amato si amano a vicenda, il suo cuore va di nuovo in pezzi. Scott e Adan gli dicono che lo rivogliono, ma Charlie non sa che si può fidare di due persone che l’hanno ferito così profondamente. Il tempo forse non guarisce tutte le ferite, ma con due uomini motivati e desiderosi di averlo indietro, Charlie otterrà molto di più di quanto abbia mai creduto possibile.

Allora, che ve ne pare di Adan finora? Eh sì, a quel punto della nostra relazione non ero tanto convinto nemmeno io. Ma era innegabile che fossi attratto da lui, e da quando Scott era sparito dalla mia vita era una cosa rara, se non impossibile. E – questa è la chiave – lui non assomigliava per niente a Scott. Non avevano lo stesso aspetto: Scott aveva la pelle dorata, i capelli biondi e gli occhi nocciola, Adan aveva una tonalità olivastra abbronzata, gli occhi color cioccolato e i capelli neri. Le loro voci erano completamente diverse: quella di Scott aveva un timbro dolce e profondo, quella di Adan era un ringhio rauco. E le loro personalità? Il giorno e la notte. Scott era stato calore e sorrisi, un ragazzo alla mano, senza sorprese, che tutti amavano. Adan era freddo, duro e concentrato, un ragazzo apparentemente intento a tenere il mondo a distanza. Ma ero cresciuto molto nei dieci anni da quando avevo conosciuto Scott. A venticinque, avevo una bella cerchia di amici, la mia carriera era sulla strada giusta, le scuole superiori erano finite e non avevo più bisogno di qualcuno che mi proteggesse dal mondo o riempisse il mio tempo, altrimenti vuoto. 

Nella prima parte di questo libro davvero delizioso Charlie ci racconta il suo incontro con quello che sarà il suo primo amore: Scott, un ragazzo appena trasferito nell’appartamento a fianco al suo, che ha una famiglia davvero particolare e molto unita. Charlie, al contrario, ha visto il padre andarsene e non tornare più, e la madre caricarsi di lavoro per pagare i debiti lasciati dall’uomo, mentre la sorella, a cui è molto legato, sogna di partire; ma nonostante questo, il giovane non ha perso il suo carattere solare, adora vestirsi in modo estroso, anche se questo renderà la sua vita a scuola molto difficile, ma lui non si lascerà di certo scoraggiare.

L’arrivo di Scott da il via ad un’amicizia bellissima che poi diventerà qualcosa di più profondo: il loro è un amore dolcissimo, si confidano, fanno le prime scoperte sul sesso, e nessuno dei loro genitori è contrario al loro rapporto. Ma, purtroppo, sono ragazzi giovanissimi, e durante il College nella vita di Scott accadrà qualcosa che lo porterà lontano, e ciò farà sì che il loro rapporto si logorerà sempre più, e sarà Charlie stesso che dopo qualche tempo chiederà a Scott di non cercarlo più.

Per Charlie saranno anni dolorosi, eppure non si perderà mai d’animo: la sua carriera di ballerino non lo ha reso particolarmente famoso, ma gli permette di vivere facendo ciò che ama più al mondo. Le sue storie durano poco perché nessuno riesce a competere con il ricordo di Scott, fino a quando non incontra Adam, un ragazzo scorbutico, che pensa solo di volerselo portare a letto.

Adam è intenzionato, però, a dimenticarlo subito dopo, perché Charlie è TROPPO gay per lui, troppo vistoso nel vestire, troppo esuberante per far parte della vita di un uomo che vuole diventare un famoso avvocato e che vive la sua sessualità con molta discrezione. Incapace di lasciarlo nonostante lo reputi inadatto a lui, separa la loro relazione dalla sua vita, vive con Charlie la maggior parte delle giornate ma non lo presenta mai a nessuno che lo conosce, fino a quando finalmente il giovane ballerino capisce come stanno le cose e lo lascia non facendosi più trovare.

E ancora una volta Charlie riprende in mano la sua vita, soffrendo ma senza mai arrendersi, fino a quando, con una svolta imprevedibile, si ritrova ad essere il tutore dei figli della sorella e deve nuovamente trasferirsi e cambiare lavoro.

Una sera, aprendo la porta alla sostituta della sua consueta babysitter che deve rimanere con i bambini, si trova di fronte Scott e Adam. I due uomini per uno strano caso del destino sono diventati una coppia da qualche anno, sono affiatati e si amano, ma ognuno all’insaputa dell’altro ha un grande ripianto, quello di averlo perduto, e più di tutto desiderano riaverlo nella loro vita.

Quell’incontro non fu esattamente rose e fiori, lo so, ma, davvero, potete biasimarmi? Ero ancora profondamente addolorato per la morte di mia sorella, stavo ancora cercando di imparare a essere un genitore, ad adattarmi a vivere in una nuova città e iniziare un nuovo lavoro, e, siamo onesti, ero ancora innamorato sia di Scott che di Adan, sebbene fosse debole e stupido e senza senso. Rimanere calmo dopo aver visto uno di loro sarebbe stato difficile. Riuscire a trattenere le lacrime dopo averli affrontati entrambi nello stesso momento fu quasi un miracolo. Riuscire a non svenire una volta resomi conto che formavano una coppia avrebbe dovuto valermi un premio. Ma rimanere calmo mentre Adan “voglio solo scopare” Navarro vomitava bugie e Scott “ora ci sono, ora non ci sono più” Boone dichiarava di voler fare parte della mia vita era più di quanto potessi gestire.

Non si può non amare Charlie, è un personaggio dolcissimo e incredibilmente forte, ha avuto avventure, amici, ragazzi, ma ha amato davvero solo due uomini nella sua vita, il solare Scott che lo ha lasciato convinto di poter gestire una relazione a distanza, e Adam, l’ombroso ragazzo che pur avendo fatto coming-out non vive bene la sua sessualità.

Quando conosciamo Adam per la prima volta è un ragazzo che teme ogni atteggiamento che lo ponga troppo in vista, e l’abbigliamento e la gestualità di Charlie così femminili a volte lo mettono in grande disagio. Troppo timoroso che la gente lo accomuni a certi stereotipi, vive la loro relazione male, vergognandosi del proprio ragazzo anche senza ammetterlo, e si renderà conto di quanto tiene a lui solo troppo tardi.

Per Charlie la fine di questa seconda relazione è devastante, ma il giovane non è un tipo che si pianga addosso. Anche se è convinto che mai nella sua vita amerà ancora così intensamente, il destino lo premia, e gli porta sulla soglia di casa i due uomini più importanti della sua vita. Adam e Scott, pur avendo una vita tutto sommato felice, capiscono immediatamente di non averlo mai dimenticato e di essere entrambi ancora innamorati di lui; ovviamente però, dovranno convincerlo che questa volta sarà davvero diverso.

È una bella storia raccontata in modo leggero e frizzante, che fa spesso sorridere quando la voce narrante è quella di Charlie e io, personalmente, l’ho adorata.

Nel personaggio di Adam, però, qualche pecca l’ho trovata: negli anni in cui è stato lontano da Charlie è molto cambiato ed è parso estremamente afflitto per il modo in cui ha trattato il ragazzo, eppure ha ancora un atteggiamento di supponenza nei suoi riguardi, relegandolo ad essere una sorta di Cenerentola e denigrando il suo lavoro, anche se poi essere una casalinga sembra davvero rendere felice Charlie.

È una storia che copre tantissimi anni, incontriamo questi ragazzi giovani e incapaci di riconoscere l’amore della vita, e li lasciamo uomini fatti, dopo aver superato tanti problemi e avere trovato un amore unico e un rapporto estremamente appagante anche se non usuale. Ho amato Scott molto più di Adam, ma nessuno di loro è risultato carismatico come Charlie, un personaggio bellissimo che non si è mai scoraggiato, e che è stato in grado di perdonare e dare fiducia a chi, in tempi diversi, lo ha fatto molto soffrire.

È un romanzo dolcissimo, che ha meno scene di sesso di quello che ci si aspetti, ma che è in grado di avvincere il lettore con una storia mai scontata regalandoci un bellissimo menage, e ancora una volta sono stata conquistata dalla scrittura e dai personaggi di Cardeno.

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Il pesci prende all’amo il toro – Serie: Segni dell’amore #4” di Anyta Sunday

È tempo di cercare e trovare, Pesci: continuate ...