Da non perdere
Home / Historical Romance / Recensione in Anteprima: “Il Capitano irraggiungibile” di Erica Ridley (serie i Duchi di guerra #3)

Recensione in Anteprima: “Il Capitano irraggiungibile” di Erica Ridley (serie i Duchi di guerra #3)

Care Fenici, ecco Lucia che in anteprima ci presenta “Il Capitano irraggiungibile” di Erica Ridley

Il corpo del capitano Xavier Grey è tornato nel bel mondo, ma la sua mente non riesce a liberarsi dagli orrori della guerra. I suoi amici cercano di aiutarlo a ritrovare la pace. Lui sa di non meritarsela. Proprio come sa di non meritarsi le attenzioni della sensuale intellettuale che cerca di sedurlo per portarselo a letto… La zitella Jane Downing vuole sfuggire alla castità forzata e gettarsi tra le braccia di un uomo dal sangue caldo; per essere precisi, il cupo e minaccioso capitano Grey. Forse non sarà destinata a diventare sua moglie, ma nulla le impedirà di diventare la sua amante. Era in grado di citare classici greci a quattro anni; quanto potrà mai essere difficile imparare la lingua dell’amore?

Jane era felicissima per i suoi amici. Adorava trascorrere del tempo con loro. E detestava stare in società. No: detestava essere invisibile in società. I suoi amici non potevano capire. Prima che Grace prendesse all’amo un conte e divenisse la

sua contessa, quando ancora era stata spiantata, priva di grazie sociali e persona non grata per il fatto di essere un’arrivista americana, aveva comunque attirato lo sguardo di tutti. Dopotutto, Grace era bellissima. Con la sua pelle candida, i capelli neri e gli scintillanti occhi smeraldini, attirava con facilità l’attenzione di uomini e donne. Jane non riusciva ad attirare nemmeno le zanzare. Non perché era brutta. Molte donne brutte riuscivano comunque a diventare popolari e a trovare marito. Ma non Jane. In ventiquattro anni di vita, era stata invitata a ballare solo due volte. I suoi sogni di trovare qualcuno erano appunto quello: sogni. Si lisciò le gonne. La colpa non era dei suoi chili di troppo o del fatto che fosse un’intellettuale senza ritegno. La sua maledizione era la disgraziata caratteristica di essere completamente, assolutamente, al cento per cento… trascurabile.

I protagonisti di questo nuovo libro li abbiamo conosciuti durante il corteggiamento di Grace e il suo nobile marito nel capitolo precedente di questa serie, dal titolo “Il conte proibito”. Jane è l’amica di Grace, una giovane donna che non brilla in modo particolare in società, formosa, intellettuale, sembra avere la strana caratteristica di non rimanere assolutamente nella mente delle persone. Assistiamo infatti spessissimo, mentre viene presentata a personaggi che ha già frequentato e magari anche aiutato, al fatto che questi non si ricordino assolutamente di lei. Pur soffrendone riesce a ridere di sé stessa:

Era come se l’alta società soffrisse di una completa amnesia per quanto la riguardava. Una Janenesia.

Approfitta di questo fatto, permettendosi frasi anche oltraggiose che vengono subito dimenticate da chi le riceve. Jane è consapevole di essere ormai considerata una zitella, un tempo è stata fidanzata ma il futuro marito, un uomo molto più vecchio di lei ha sposato un’altra, questo però non la rende infelice. L’unica cosa che vorrebbe provare è la passione, quel sentimento di cui ha letto nei suoi libri e che ha visto in alcune coppie; da qualche tempo c’è un uomo che riempie i suoi sogni: il capitano Xavier Grey. Xavier guarito dalla catatonia subentrata alla fine della guerra in modo davvero divertente, si è ritirato nel suo cottage, intenzionato ad allontanarsi dalla società. Per Jane questo suo desiderio di solitudine, potrebbe essere l’occasione giusta per vivere un’avventura con l’uomo che desidera e crearsi ricordi che l’accompagneranno per tutto il resto della sua vita. E un viaggio del fratello è il momento ideale per mettere in atto il suo piano.

È un libro che ha una trama molto lineare e in cui accade ben poco, si basa interamente sui due protagonisti principali, infatti, per gran parte della storia ci troveremo chiusi nel cottage di Xavier con la compagnia della sola coppia e di un gatto luciferino molto divertente. Uno scontro di personalità fra una donna che desidera conoscere la passione con quello che pensa sia un eroe, infischiandosene della sua reputazione e della sua verginità, e un uomo che soffre per ciò che ha dovuto fare durante la guerra, che si sente indegno di perdono e non intende soddisfare il desiderio della ragazza di diventare il suo amante per qualche notte. Va da sé che la coerenza storica è abbastanza debole, difficile pensare che una ragazza dell’epoca potesse viaggiare in carrozze pubbliche facendo addirittura molti cambi, mentre si reca nella casa di uno scapolo per farsi sedurre, completamente sola. Ancora meno se ci presenta non invitate, trascinando un baule mentre si sta scatenando una tempesta di neve, in compagnia di un’animale dal carattere infernale, avendo però la “fortuna” dell’assenza totale della servitù. Il trovarsi soli, impossibilitati ad uscire per la neve, permette ai due di conoscersi ed entrare in confidenza e, nonostante Xavier faccia di tutto per resistere, ben presto quella singolare ragazza convinta di essere invisibile riesce a fra breccia nel suo cuore. Ma il giovane capitano è troppo onesto per lasciarle credere ancora di essere un eroe e scoprire la verità metterà Jane in crisi, dovrà infatti prendere atto che Xavier ha dovuto fare cose esecrabili e che il suo eroe ha il cuore pieno di crepe.

Bei personaggi molto ben tratteggiati, per quello che si rivela uno storico con ben poca azione, solamente nel finale le cose si faranno movimentate. La storia d’amore è dolce ma non particolarmente avvincente e, nonostante i due protagonisti siano interessanti, la loro non è una coppia che entusiasma particolarmente, almeno per quanto mi riguarda, mentre ho trovato il gatto Egui in grado di terrorizzare la servitù e non solo, estremamente divertente. Un libro carino ma al momento, quello che mi è piaciuto meno nella serie; sono già in attesa del prossimo che appare molto più interessante. Racconterà la storia di Bartholomew Blackpool, il maggiore tornato dalla guerra senza una gamba e che ha visto morire il suo gemello, intento a salvare una giovane donna da un matrimonio non voluto.

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “Un adorabile bugiardo” di Lauren Rowe (serie Morgan Brothers #1)

Care Fenici, Kiki oggi ci parla di “Un adorabile bugiardo” di Lauren Rowe ...

error: Contenuti di proprietà di RFS