Da non perdere
Home / Recensione libri / Recensione in Anteprima: “EX” di Emma Chase

Recensione in Anteprima: “EX” di Emma Chase

Care Fenici, oggi Kiki ci parla in anteprima di “EX” di Emma Chase

Garrett Daniels ha una vita perfetta e nemmeno una preoccupazione. Era il quarterback della squadra del liceo e ora è diventato l’insegnante più desiderato in città, ottenendo il posto di coach della squadra di football. Ha gli amici giusti, la casa giusta e l’amico più adorabile che si possa desiderare: Snoopy, il suo dolcissimo cucciolo bianco. Callie Carpenter è tornata in città. Ha abbandonato all’improvviso la sua vita dall’altra parte del Paese perché a casa hanno bisogno di lei. E così, Callie torna nel suo vecchio liceo per una supplenza. Chi avrebbe mai detto che si sarebbe ritrovata – di nuovo – in mezzo a litigi, ormoni impazziti, pettegolezzi incessanti e scenate a bizzeffe? Il ritorno di Callie, infatti, non è passato inosservato nel corpo insegnanti, e quando Garrett si offre di darle qualche dritta per ambientarsi meglio è chiaro che i guai non tarderanno ad arrivare. Proprio come ai vecchi tempi. Perché nonostante il loro ruolo gli imponga di rimanere solo amici… tornati insieme a scuola potrebbero ricevere una bella lezione dall’amore.

Il libro di cui vi parlo è Ex di Emma Chase che approda oggi in libreria grazie alla Newton Compton Editori.

Care Fenici, avete voglia di un romance con i fiocchi? Questo libro fa per voi! Emma Chase, a mio avviso, non sbaglia un colpo. La brava scrittrice statunitense, autrice delle serie Tangled, Sexy Lawyers e Royal questa volta ci delizia con un romanzo autoconclusivo capace di far commuovere e sorridere anche i cuori più aridi.

Chi non vorrebbe rivivere quell’unico amore giovanile che ci ha fatto battere il cuore? Chi non vorrebbe riavere indietro quella passione di cui non ci si può scordare, diventata materia dei sogni più maliziosi? I due protagonisti di questo libro, Garrett Daniels e Callie Carpenter hanno avuto quel tipo di amore. Si sono conosciuti a Lakeside, in New Jersey, a quindici anni, e da allora sono diventati inseparabili. Promessa del football universitario lui, talentuosa attrice di teatro lei, erano la coppia perfetta. Non una di quelle da copertina, non fraintendetemi, non il principe e la principessa del ballo. Callie e Garrett erano veramente innamorati. Uno di quegli amori a prima vista, tenero nel suo esordio. Garrett, bello come il sole e dannatamente sfrontato, la vede su una panchina e trova subito modo di attaccare bottone con lei. Non la lascerà più, la sua ragazza, e con lei ci saranno tutte le prime volte che contano (alcune di esse sul sedile di una macchina, da buona tradizione made in USA).

Ma la vita, si sa, non va sempre come si vorrebbe: Callie parte per fare l’università dall’altra parte del paese, e l’amore non regge alla distanza. Si lasciano senza scossoni, ma consapevoli di perdere qualcosa di immenso.

Un abbondante decennio dopo, il destino si mette di mezzo, e Callie, che ora vive a San Diego, è costretta a tornare a casa, nel New Jersey, per assistere i genitori che hanno avuto un incidente d’auto. Si prende un anno sabbatico dal lavoro di direttrice della Fountain Theater Company e parte alla volta di Lakeside. Le viene offerto l’incarico di insegnante di Teatro presso il liceo che anche lei aveva frequentato, e dove incontra di nuovo il suo ex fidanzato. Garrett, infatti, dopo l’infortunio al ginocchio che ha messo fine alla sua carriera, è diventato un insegnante di Storia e allena la promettente squadra di football.

Le scintille tra i protagonisti non tardano a mancare, in un tira e molla che, a dire il vero, dura poco. Callie e Garrett sono fatti per stare assieme, e il lettore non ha mai alcun dubbio che troveranno modo per coronare il loro sogno.

«Sei sempre stata la mia ragazza, Callie, anche quando non lo eri più. Capisci quello che voglio dire?».

Annuisco. «Sì, so esattamente quello che vuoi dire».

Continuiamo a parlare delle cose importanti e di quelle superflue della vita. Accorciamo la distanza tra dove eravamo rimasti e dove siamo adesso, risistemando tutte le crepe, gli anni e i pezzi mancanti.

Ed è così che siamo ripartiti. Che abbiamo cominciato.

Che siamo tornati a essere noi… di nuovo.

Romanzo fortemente descrittivo, potrebbe risultare un po’ lento per chi non ama questo tipo di narrazione. Io, che invece la adoro, posso solo dire che ho appena finito di leggere un piccolo capolavoro: la struttura narrativa semplice è sorretta da personaggi stratosferici, che non hanno una virgola fuori posto. Garrett è uno di quei maschi da prendere a schiaffi e da baciare un secondo dopo: sbruffone e vanitoso, sa sempre quello che vuole ed è consapevole di poterlo ottenere. Vede Callie e capisce che il tempo trascorso senza di lei è stato solo una parentesi che deve finire. Callie è la sua ragazza, e il dubbio di non riconquistarla non lo sfiora nemmeno da lontano. Lei, d’altro canto, non può che subire il fascino dell’uomo che si trova di fronte, che ha smussato il carattere aspro che aveva da ragazzo e che desidera alla follia la donna complessa e sempre bellissima in cui lei si è trasformata.

Callie e Garrett non vivono nel passato, però: sono consapevoli entrambi che ciò che avevano era la cosa più importante delle loro vite, e lotteranno con determinazione per riottenerlo.

A far sorridere più di una volta ci sono i personaggi secondari, dagli amici d’infanzia ai colleghi professori al liceo, fino ad arrivare alle scombussolate famiglie di Callie e Garrett, che sono sicura vi strapperanno più di una risata. Lakeside stesso è parte integrante della trama, splendido dipinto della provincia americana che mi ha affascinata e commossa, con la sua generosità e gli abitanti che sanno tutto gli uni degli altri.

Il coach Daniels e miss Callie troveranno modo di coronare la loro storia d’amore, credetemi, e vale davvero la pena di acquistare questo libro per scoprire come! Consigliato a tutte le anime romantiche che hanno voglia di sognare e ridere un po’!

 

 

 

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “L’assassino che donava girasoli ai cadaveri” di Giorgia Vasaperna

Care Fenici, oggi Lucia ci presenta la recensione di “L’assassino che donava girasoli ...