Home / Recensione libri / Recensione in Anteprima: “Big Rock” di Lauren Blakely

Recensione in Anteprima: “Big Rock” di Lauren Blakely

Care Fenici, oggi Kiki ci parla in Anteprima di  “Big Rock” di Lauren Blakely

È facile pensare che io sia un bastardo. Sono intelligente, bello, ricco da far schifo e piaccio alle donne, il che mi rende il bersaglio perfetto di qualunque critica superficiale. Certo, potrei assomigliare al playboy che le riviste newyorkesi descrivono quando parlano di me, ma – indovinate un po’? – sono anche un bravo ragazzo. E infatti, quando mio padre mi ha chiesto di starmene tranquillo, in vista dell’arrivo di alcuni investitori un po’ all’antica, ho accettato. Non solo: per fare in modo che la vendita della sua gioielleria sulla Fifth Avenue vada a buon fine, reciterò la parte del ragazzo responsabile, con la testa sulle spalle. Posso riuscirci per mio padre, visto tutto quello che ha fatto per me. E così ho chiesto alla mia migliore amica e socia in affari, Charlotte, di recitare la parte della mia fidanzata durante la prossima settimana. In fondo dovrà solo portare un grosso diamante all’anulare sinistro, prima che questa farsa finisca…
E se un anello al dito significasse molto di più di quello che pensi?

Non conta solo il moto dell’oceano, signore. Contano anche le dimensioni della barca.
E io possiedo tutto, in condizioni perfette. In effetti, possiedo tutte le risorse giuste. Aspetto, cervello, soldi, e un gran bel cazzo.
Forse penserete che sia uno stronzo. Parlo proprio come se lo fossi, non è vero? Sono bello da impazzire, ricco da far schifo, in gamba da far paura e dotato come uno stallone.
Ma sapete che c’è? Non avete ancora ascoltato la mia storia. Certo, forse sono un playboy, come mi definiscono i pettegolezzi della New York bene. Ma sono il playboy che in realtà è un bravo ragazzo. Il che mi rende unico.
L’unico problema è che mio padre vuole che mi dia una calmata. Con la presenza in città di investitori dall’animo conservatore che vogliono comprare la sua splendida gioielleria nella Fifth Avenue, non vuole soltanto che tenga chiusa la patta dei pantaloni, vuole che sembri un ragazzo impegnato. E va bene. Posso farlo, per papà. Dopo tutto devo ringraziare lui per i gioielli di famiglia. Per cui ho chiesto alla mia migliore amica e socia in affari di essere la mia fidanzata per la prossima settimana. Charlotte ci sta. Ha le sue ragioni per accettare di indossare questo enorme diamante.

Il libro di cui vi parlo oggi è Big Rock di Lauren Blakely, in uscita oggi in Italia grazie alla Newton Compton. Ecco la mia recensione!

Care Fenici, la Blakely si conferma essere non solo la regina dell’erotico made in USA, ma anche una delle mie autrici preferite. Romance delizioso che ho avuto il piacere di leggere in anteprima, e che mi ha fatto ridere dalla prima all’ultima riga.

Big Rock è un libro semplice, di poco meno di duecento pagine, che si legge in un soffio. Certo vi deve piacere il genere, perché non si tratta di un libro con forti sentimenti o vicende che sconvolgano il lettore.

È un viaggio nel piacere visto attraverso gli occhi del protagonista, che narra in prima persona: Spencer Holiday. Sbruffone, pieno di sé, sicuro di tutte le sue doti, soprattutto quelle fisiche: Spencer guida il lettore attraverso le vicende della trama con piglio sicuro e carisma da vendere. È uno di quei personaggi che si odia o si ama. Io l’ho adorato, ma perché mi ha fatto tanto ridere. Parla spesso del suo uccello e ha in mente sempre il sesso, da cui è praticamente ossessionato, tanto da chiedersi come facciano gli altri uomini a lavorare. È un playboy incallito, ma come si definisce lui stesso è un playboy gentiluomo: non fa soffrire le donne con cui sta, anzi le venera come dee.

Charlotte, la protagonista femminile, la vediamo solo attraverso i suoi occhi, quindi la sua immagine è “velata” dalle impressioni che fa su Spencer. È la sua migliore amica, presente sempre nei momenti importanti e compartecipe di tutte le sue decisioni. Partner in crime, si potrebbe definire, socia in affari in realtà, e di certo la donna di cui lui si fida ciecamente. A lei, quindi, chiede un favore immenso, per trarre la sua famiglia d’impiccio: gli serve una moglie, almeno per una settimana. Suo padre deve concludere l’affare del secolo, e il possibile venditore è un tradizionalista che mal vedrebbe un figlio scapestrato che pensi a tutto tranne che a sposarsi.

Inizia così, per gioco, la loro “finta relazione”.  Si trasforma presto in una danza bollente tra due persone che si desiderano con incredibile forza, incapaci di stare l’una lontana dall’altra. Ma a cosa li porterà? Possibile che un’amicizia possa trasformarsi in amore? E se fosse già successo e loro non se ne fossero nemmeno accorti?

Bellissima la prosa della Blakely, che coinvolge il lettore nelle avventure di Spencer attraverso ironia e battute sagaci. Non ce lo presenta come un uomo tutto d’un pezzo, ma un ragazzo pieno di dubbi (poco importa che riguardino quasi tutti ciò che c’è dalla cintola in giù) alla ricerca della cosa giusta da fare. Un edonista con il cervello, direi.

Bellissimo, Fenici, non voglio dirvi altro. Se vi va di leggere un libro spensierato in cui un protagonista impertinente e super sexy vi narra le sue vicende, Big Rock fa per voi, non lasciatevelo scappare!

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Review Party: “Pazzo d’amore – Serie Gansett Island #1” di Marie Force

Buongiorno Fenici, oggi con la recensione di Lucia partecipiamo al Review Party ...